Norma Salva-Retequattro: Oggi alle ore 15 sit in con Di Pietro a Montecitorio

di Wildgreta

Oggi in aula verrà discusso l’emendamento salva-retequattro e Antonio Di Pietro invita tutti i cittadini che hanno a cuore la libertà di informazione ad unirsi all’Italia dei Valori per questo sit in in piazza Montecitorio. La manifestazione avrà inizio alle ore 15. Personalmente invito tutte le persone che vivono a Roma o nel Lazio, e che ne hanno la voglia e la possibilità,  a partecipare.

Anche PD e UDC sono contrari alla norma inserita nel Ddl. Uno dei commi incriminati è il 3 in cui si sostituisce il sistema delle licenze con un meccanismo di autorizzazione generale e soprattutto si stabilisce che tutti i soggetti che ne hanno titolo continuino a trasmettere fino all’attuazione del piano delle frequenze in digitale. Disposizioni nelle quali si legge un modo per impedire l’ingresso nel mercato tv di Europa 7 al posto di Retequattro. Leggi il seguito di questo post »

Travaglio: Berlusconi, un “diversamente altruista”

Ora d’aria
di Marco Travaglio
Berlusconi che fa una legge per salvare un’altra volta Rete4: chi l’avrebbe mai detto. Lo stupore e la costernazione serpeggiano in Parlamento e tra gli osservatori più accreditati, di pari passo con l’incredulità per il tentativo di mandare in prescrizione con un emendamento al pacchetto sicurezza il processo Mills, per ora sfumato grazie alla fiera resistenza di Bobo Maroni (il nuovo capo dell’opposizione). Non può essere, dev’esserci un equivoco. Ma come: lo statista che vuole passare alla Storia, il De Gaulle reincarnato, il gigante della politica che due giorni fa risolveva nel breve spazio di una conferenza stampa le annose piaghe della monnezza e dell’insicurezza, il campione del dialogo delle riforme, il Cavaliere trasformato, anzi trasfigurato col quale avviare una nuova era, anzi una Terza Repubblica, il protagonista del “ritorno dello Stato” che dà una “scossa benefica” alla “politica intesa come iniziativa di governo” e al “ripristino dell’autorità politica di pari passo con il principio di legalità e di responsabilità” (Stefano Folli, Sole-24 ore), il decisionista che “rompe col passato” e incarna la “voglia di Stato” e “non ammette neppure l’apparenza di cedimenti” (Massimo Franco, Corriere della Sera), ecco: vi pare possibile che un pezzo d’uomo così si abbassi a firmare una leggina, anzi un codicillo per salvare i propri vili interessi di bottega, mettendo fra l’altro a repentaglio il proficuo dialogo con la fu opposizione? Leggi il seguito di questo post »

Emendamento ‘salva Rete4’, opposizione compatta e Veltroni scende dal loft

Norme salva-Rete4: è ancora conflitto di interessi

Fedele ConfalonieriC’è tensione tra maggioranza ed opposizione sull’emendamento del governo in materia di frequenze tv al decreto salva-infrazionì, presentato dall’esecutivo Prodi e ora all’esame della Camera. L’Italia dei Valori mercoledì mattina ha inscenato una protesta sotto Montecitorio contro il tentativo del governo di far passare il provvedimento. Dalla piazza Antonio Di Pietro infiamma i toni: «L’emendamento dimostra che il Presidente del Consiglio si fa una legge a suo uso e consumo. Questa volta il governo ha presentato una proposta criminogena per salvare Retequattro. Ancora una volta saranno gli italiani a pagare per Silvio Berlusconi». L’emendamento, dice Di Pietro, punta ad «aggirare la sentenza della Corte di Giustizia europea e quella della Corte Costituzionale italiana, sentenze che danno ragione a Europa 7. Piuttosto che dare immediata esecutività a quella sentenza, come sarebbe avvenuto in qualsiasi Paese democratico, il nostro governo risponde con un emendamento per aggirarla». Leggi il seguito di questo post »

Romani, sottosegretario alle comunicazioni, dà i voti:«Travaglio? Inammissibile in Rai»

(IL SOTTOSEGRETARIO ROMANI)

Replica la Melandri: no a nuovo consiglio eletto con le procedure della Gasparri»

Romani: il suo modo di fare informazione non adatto al servizio pubblico. E sul Cda: lo controlli il Parlamento

ROMA – «Marco Travaglio è inammissibile, a mio avviso, come figura inquadrata in un servizio pubblico. Contesto il suo modo di fare informazione. L`intervista in cui attribuiva a Schifani frequentazioni mafiose è stata solo un esempio di come la concepisce». E’ questa l’opinione del sottosegretario con delega alle Comunicazioni, Paolo Romani che, in un’intervista a KlausCondicio, spiega: «Travaglio ha detto che Schifani avrebbe frequentato dei mafiosi. Mentre, come ormai tutti sanno, queste persone furono indicate come mafiose solo diciotto anni dopo l`incontro con Schifani. Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: