Ricercatori in rivolta, assedio al Cnr.E in mille “all’asta” su eBay

Rivolta contro l’emendamento del disegno di legge che abolisce la procedura di stabilizzazione dei precari della pubblica amministrazione

ROMA – Manifestazioni e proteste contro l’emendamento Brunetta “ammazza precari” del disegno di legge che abolisce la procedura di stabilizzazione dei precari della pubblica amministrazione. Nel Lazio si sono mobilitati all’Ispra, dove sindacati e precari hanno occupato la sede delle presidenze ex Apat e ex Icram e all’Ingv, dove l’assemblea unitaria con i 400 precari che rischiano il lavoro ha proclamato lo stato di agitazione generale del settore. Ma anche all’Inaf, al Cnr e all’Isfol, dove sono 300 i lavoratori che rischiano il posto. Ma anche all’Enea e all’Istat, spiega la nota sindacale, sono in atto iniziative di mobilitazione dei precari. “Tutti chiedono di fermare il Governo nella scellerata intenzione di mettere per strada lavoratori che da anni, senza prospettive di carriera, con retribuzioni da fame, precari per legge, fanno ricerca o la supportano e permettono di dire che la produttività del settore è tra le più alte d’Europa”, conclude la nota della Flc-Cgil del Lazio. Leggi il seguito di questo post »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: