ANNOZERO, SANTORO LANCIA PETIZIONE CONTRO LA SOSPENSIONE (VIDEO)

APPELLO MICHEE SANTORO CONTRO SOSPENSIONE ANNOZERO:  VIDEO

ANTEPRIMA PUNTATA 14 OTTOBRE. VIDEO

SANTORO: FIRMATE PER ANNOZERO

di Marco mele

ROMA
Michele Santoro ricorrerà al collegio arbitrale interno della Rai contro la sospensione di dieci giorni inflitta dal direttore generale della Rai, Mauro Masi.
Lo ha annunciato ieri il conduttore nel prologo alla puntata di Annozero. La sospensione dovrebbe partire da lunedì prossimo e bloccare due puntate del programma di Rai2. Nello stesso tempo, Santoro ha chiesto ai telespettatori di aderire ad una dichiarazione contro la possibile sospensione della trasmissione: «Sono un utente Rai, non voglio essere punito al posto di Santoro, non interrompete Annozero». E aggiunge, tra gli applausi: «Voi avete il diritto a non vedere ridotti i vostri cervelli ad un’unica marmellata televisiva». Santoro ricorda anche le minacce ricevute dalla mafia, le “staffette” realizzate insieme a Maurizio Costanzo e l’editto contro Enzo Biagi. «Ho lavorato per 14 anni senza alcun problema disciplinare, sino al 2001: poi, cos’è successo?».
Fino a ieri Santoro pensava di ricorrere al magistrato con una procedura d’urgenza ex articolo 700. La scelta, «per sacrificio personale», è caduta, invece, sul collegio arbitrale interno. Si tratta di un organismo composto da tre componenti: il presidente è nominato dalla direzione provinciale del Lavoro, gli altri due membri sono uno in rappresentanza dell’azienda, l’altro del dipendente. Il rappresentante della Rai, in particolare, andrà scelto per sorteggio all’interno di una rosa di tre nomi presenti in una lista decisa in passato.
Nell’attesa della decisione del collegio arbitrale, Annozero dovrebbe continuare ad andare in onda, salvo un ulteriore provvedimento punitivo relativo al programma andato in onda ieri sera. Che tempi ha questo collegio arbitrale? Non proprio rapidissimi: nel 2008 Claudio Cappon sospese Agostino Saccà per dieci giorni, dopo che il Cda respinse la risoluzione del suo rapporto di lavoro. Tale sospensione non è mai stata scontata da Saccà: la decisione del collegio arbitrale non è ancora arrivata.
Nella trasmissione di ieri, cui ha partecipato fra gli altri il direttore del Sole 24 Ore, Gianni Riotta, si è parlato anche del caso Marcegaglia-Giornale, con tanto di intercettazioni “interpretate” in studio

continua a leggere

Annozero torna Giovedì 24 Settembre alle 21:00 su Rai Due.Diffondi gli spot


Diffondi gli spot

Cari amici, sono Michele Santoro e ho bisogno del vostro aiuto. Mancano pochi giorni alla partenza e la televisione continua a non informare il pubblico sulla data d’inizio di Annozero. Perciò vi chiedo di inviare a tutti i vostri amici e contatti su Internet gli spot che abbiamo preparato a questo scopo e che non vengono trasmessi.

http://www.annozero.rai.it

NB: gli spot sono anche su Youtube
Lo spot con Vauro
Lo spot con Vauro e Travaglio

Gasparri infuriato per una vignetta di Vauro: pubblichiamola tutti

vignetta-gasparri

di Wildgreta

Devo dire che me n’ero già dimenticata. Meno male che è stato lo stesso Gasparri a farmici pensare, oggi. Questo mi ha fatto venire la curiosità di andarla a rivedere e , devo dire, che è molto divertente, ironica e affatto offensiva. Anzi, per dimostrare che ad Anno Zero non si offende nessuno, propongo di pubblicarla tutti. Intendo tutti noi che abbiamo un blog.  Così, Gasparri si renderà conto che è una vignetta molto apprezzata, nonostante lui la reputi offensiva. Insomma, non tutti hanno gli stessi gusti, ma è giusto che anche coloro che non hanno i nostri stessi gusti, vengano accontentati. C’è, per esempio, il disegnatore di Porta a Porta, che certamente soddisferà il palato raffinato di Gasparri, mentre noi che siamo più da panino con la salsiccia, ci accontentiamo di Vauro.

Ecco la sua sfuriata e la risposta di IDV E PRC:

Anno Zero, Gasparri annuncia epurazione vertici Rai: una vignetta lo seppellirà

ARTICOLI CORRELATI:

ANNO ZERO, GASPARRI CONTRO VAURO: NASCE IL “PRESUNTO COMICO”. UN NUOVO REATO?

Travaglio: “Ho votato per Di Pietro”, “D’Avanzo mi detesta anche se mi conosce appena”

Il giornalista parla alla stampa estera:«Mi ritengo un liberale-conservatore».
E sulla polemica con D’Avanzo: «Mi detesta anche se mi conosce appena»
ROMA
Marco Travaglio di scena alla stampa estera per raccontare anche le vicende di cui è stato protagonista proprio in questi giorni, il caso Schifani e le polemiche cresciute sui giornali: ma si tratta di una pura casualità, visto che l’incontro, spiegano, era stato fissato già da tempo, circa un paio di mesi fa.

Leggi il seguito di questo post »

RAI/ DI PIETRO: STASERA POTREBBE ESSERE ULTIMA VOLTA SANTORO IN TV

Leader Idv ipotizza nuovo editto bulgaro, sì a referendum Grillo

Roma, 17 apr. (Apcom) – Il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, ipotizza un nuovo ‘editto bulgaro’ contro Michele Santoro e il suo programma, Annozero, del quale sarà ospite questa sera: “La trasmissione Annozero e il giornalista Marco Travaglio – scrive sul suo blog il ministro uscente – sono già stati oggetto di attenzioni verbali da parte di Silvio Berlusconi. Sarò ospite di Santoro, seguite il programma, potrebbe essere una delle ultime occasioni”.Il leader Idv assicura poi il sostegno del suo partito all’iniziativa di Beppe Grillo per un’informazione libera: “Il 25 aprile – scrive – Beppe Grillo raccoglierà le firme per tre referendum per una libera informazione in un libero Stato. Leggi il seguito di questo post »

Anno Zero: aborto e tentativo di golpe clericale

Uno sprazzo di informazione      
Lafayette   
sabato 22 marzo 2008
Finalmente una trasmissione che è riuscita a fare informazione su un tema importante in mezzo al carnevale elettorale che tutto annienta con il proprio fragoroso frastuono.
Merito di Michele Santoro e del suo “Anno Zero“.
Ed è una piacevole conferma dopo la puntata straordinaria propedeutica alla visione di quel documentario della BBC che inchiodava la chiesa cattolica alle proprie responsabilità nell’occultamento degli innumerevoli e turpi episodi di pedofilia commessi da suoi funzionari, anche di alto livello.Stavolta si parlava di aborto, tema agitato da quella minoranza fanatica e faziosa, ansiosa di rimettere le grinfie sul corpo della donna dopo aver mutilato la stessa della libertà di autodeterminarsi senza condizionamento alcuno.
Ospiti Emma Bonino, pioniera della lotta per la legalizzazione dell’IVG e la soppressione dell’aborto clandestino classista e clericale , Franca Rame e , dal lato dei proibizionisti l’ex-sindacalista cattolico Savino Pezzotta, leader della neonata( e parrebbe già abortita, pardon appassita )Rosa Bianca e la ex-radicale, prossima parlamentare in quota PDL, Eugenia Roccella.
Duello che si è concluso, a nostro modesto avviso, con un periodico 6-0 6-0.Emblematico l’arrampicarsi sugli specchi della stessa Roccella che affastellava tutta una serie di marchiane enormità, assolutamente fuori da qualsiasi grazia di Dio , come allorquando , presa da un furore iconoclasta si lasciava sfuggire l’incredibile affermazione che la pillola RU 486 fosse 10 volte più pericolosa della tecnica abortiva tradizionale.
Ma come si può andare in televisione a raccontar simili panzane? Quanto a Pezzotta intesseva i soliti vaniloqui sul ruolo dell’uomo nella decisione o meno di interrompere la gravidanza e sul ruolo salvifico dei consultori ( tutti cattolici ) presenti, pareva, anche all’interno delle strutture ospedaliere pubbliche, cioè non confessionali.
Ci fosse più coraggio da parte degli operatori dell’informazione si potrebbe davvero sventare questo tentativo di golpe clericale, condotto in spregio delle più elementari norme di buon senso e di umanità…

Resistenza Laica 22 marzo 2008

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: