Manovra Salva-Italia: riducendo bilancio Difesa potrebbe essere meno pesante

Soldi per lo Sviluppo dirottati nel bilancio della Difesa: serviranno ad acquistare armi

Si tratta di circa 1,6 miliardi di euro destinati a interventi agevolati per il settore aeronautico e 135 milioni di euro per lo sviluppo e l’acquisizione di unità navali della classe Fremm. Somme che il governo Berlusconi ha deciso di utilizzare per ‘fini militari’

Anche i soldi destinati allo sviluppo finiscono nel calderone delle spese militari. Si tratta di 1.538,6 milioni di euro per interventi agevolati per il settore aeronautico e 135 milioni di euro per lo sviluppo e l’acquisizione di unità navali della classe Fremm. Soldi che il governo Berlusconi ha deciso di dirottare sulla Difesa. A questi, vanno aggiunti i fondi derivanti dal ministero dell’Economia per le missioni internazionali, pari a 1,4 milioni. Così il bilancio della Difesa, unico tra i ministeri, riceve le stampelle da altri dicasteri e arriva a totalizzare una spesa prevista per il 2012 di 23.113 miliardi di euro. Grosso modo quanto richiesto dalla manovra “salva-Italia” imposta da Monti. Da qui si moltiplicano gli appelli a “disarmare l’economia”, riducendo il bilancio della Difesa e mettendo un freno alla spesa per nuove armi, a partire dai contestatissimi F35.
Sul primo fronte, quello del bilancio, regna poca chiarezza. “Ancora si aspetta di capire se ci saranno i tagli annunciati con le due manovre estive”, spiega Francesco Vignarca, coordinatore nazionale dellaRete italiana per il disarmo. “Invece è certo che si ripeterà la presa in giro dei fondi allo sviluppo dirottati sullo sviluppo d’armi. Lo scandalo non è tanto nel fatto che lo Sviluppo economico allochi risorse alla Difesa, quanto il fatto che sia quest’ultima a decidere come spenderli. Allora si dica chiaramente che l’Italia sceglie di sviluppare la propria tecnologia e la propria industria a beneficio degli armamenti, alimentando un settore dove la corruzione e la collusione politica è ormai endemica, come dimostra la vicenda Finmeccanica“. Leggi il seguito di questo post »

Veltroni è a New York: nel dubbio avrà preso un volo Alitalia solo all’andata?

di Wildgreta

Oggi qualche giornalista si domanda come mai il “capo dell’opposizione” (?) si trovi casualmente in America mentre l’Alitalia affonda. Ci siamo accorti tutti che non c’è, solo perchè in televisione ci vanno Bersani e Fassino, mentre  qualche intervista la rilascia  Bettini. Proprio la sua assenza e il ritorno di Bersani e Fassino mi ha fatto notare la differenza fra il loro modo di fare politica. Leggi il seguito di questo post »

ELEZIONI: DONADI (IDV), BERLUSCONI PREVEDE FUTURO PIENO DI DISGRAZIE

Roma, 16 mar. (Adnkronos) – ”Dopo le affermazioni di oggi a Como, viene proprio da chiedersi chi glielo fa fare agli italiani di votare Berlusconi che per il futuro del Paese prevede solo disgrazie”. Lo afferma il capogruppo dell’Idv alla Camera, Massimo Donadi. “Si lamenta -prosegue Donadi- di futuri brogli elettorali, continua a ripetere che l’idea di governare gli mette angoscia e paura. Agli italiani promette cinque anni di sacrifici e, ancora prima di cominciare, gia’ annuncia che la sua futura azione di Governo sara’ compromessa dalla crisi americana”. “Quanto alla riforma del sistema previdenziale, ha gia’ detto agli italiani che andranno in pensione dopo. Di fronte a tante previsioni non proprio allegre, la cosa migliore che gli italiani possano fare e’ mandare in pensione proprio lui, una volta per tutte”, conclude Donadi.

(Pol/Pe/Adnkronos) 16-MAR-08 17:47

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: