Sabina Guzzanti, la Carfagna chiede un milione di danni. L’attrice: «Bella donna ma che tariffe»

ROMA (9 ottobre) – Questa mattina Sabina Guzzanti si è vista recapitare a casa l’attesa citazione dal ministro delle Pari opportunità Mara Carfagna, che ha querelato l’attrice per le frasi pronunciate nei suoi confonti nella manifestazione di luglio in piazza Navona.A renderlo noto è stata la stessa Guzzanti, che sul suo blog ha spiegato che il ministro «ha optato per una causa solo civile» (e dunque non per diffamazione) e chiede «un milione di euro». Ma ora, aggiunge l’attrice, dopo le dichiarazioni rilasciate ieri dalla Carfagna a Matrix, «posso farle causa anch’io».

Mercoledì sera il ministro, ospite di Enrico Mentana, aveva infatti descritto in questo modo l’attrice: «Non mi sembra una persona solida. Mi sembra fragile anche mentalmente». E ancora: «La signora Guzzanti mi fa compassione. Sarei disposta a ritirare la citazione se avesse la sensibilità di scrivere due righe di scuse ma non credo che lo farà. Lei ha costruito un pezzo della sua carriera sull’insulto».

Per tutta risposta, oggi la Guzzanti scrive che i contenuti della citazione «sono tutto materiale per sketch satirici: si sostiene nell’atto che io abbia partecipato a una manifestazione dichiaratamente antigovernativa, come se questo fosse un’aggravante o una cosa anormale. Si sostiene che avrei dovuto parlare anche delle sue capacità, non ha nemmeno capito che non era lei l’oggetto del discorso».

Per la Guzzanti, «l’atto di citazione cerca di introdurre un precedente pericoloso. Cioè che la satira debba stare entro certi limiti che l’atto di citazione stabilirebbe diventando più che una citazione una proposta di legge». Il ministro «chiede niente popò che un milione di euro. Bella donna – commenta la Guzzanti – ma che tariffe! Naturalmente – aggiunge – dopo le dichiarazioni di ieri posso farle causa anch’io, con la differenza che mentre i miei giudizi su di lei sono fondatissimi i suoi su di me sono assolutamente gratuiti».

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Carfagna: Vorrei che si parlasse delle mie proposte di legge.Ma il fantasma delle intercettazioni la segue come un’ombra

Santa Mara

di Wildgreta

Un desiderio difficile da soddisfare per Santa Mara, di questi tempi. Del resto, dovrebbe prendersela con chi ha confermato l’esistenza delle “intercettazioni maledette” come Margherita Boniver (“Esistono eccome”) o con altri esponenti del PDL i quali, non sapendo che non sarebbero state pubblicate, hanno rilasciato dichiarazioni varie sulle stesse, dicendo che Berlusconi è uno a cui piace scherzare pesante al telefono, come fanno un po’ tutti gli italiani. Ecco, è con loro che dovrebbe prendersela ed è a loro che dovrebbe chiedere i danni, per il massacro della sua immagine. Non certo alla Guzzanti, che ha solo ripreso un tema noto, per farci fare quattro risate. Infatti, come si poteva non ridere, di fronte all’ipotesi della pubblicazione di intercettazioni in cui due ministre avrebbero spiegato per filo e per segno come rendere felice sessualmente il capo del governo? Un’occasione imperdibile.Ancora oggi, l’articolo più letto di questo sito è quello del quotidiano argentino, che parla proprio di quelle intercettazioni. Sono giorni che è in testa alla classifica e questo mi dispiace, perchè non ritengo la Carfagna il soggetto più interessante su cui informarsi, ma tant’è. Ieri Mara era al Bambin Gesù, domani magari visiterà un oratorio, e poi potrebbe fissare un’udienza con un vescovo per discutere delle etnie discriminate e delle donne offese soprattutto dalle etnie discriminate. Potrebbe andare anche a Lourdes e la terribile immagine dell’intercettazione la seguirebbe come un’ombra  per manifestarsi in occasione di ogni nuova dichiarazione. Dice il ministro Carfagna che non si dimetterà, per fortuna non ha aggiunto che l’Italia ha ancora bisogno di lei.

L’intervista al Corriere della Sera del 19 luglio 2008

«La guzzanti? La vicenda è all’esame dei miei avvocati»
Carfagna: «Intercettazioni? Una boutade. Mai pensato alle dimissioni»
Il ministro: «I miei leggono i giornali. Ma non ho dovuto spiegare nulla» Leggi il seguito di questo post »

Perchè la figlia del parlamentare PDL Paolo Guzzanti non è perseguibile

null

La satira di Sabina Guzzanti e la dimensione pubblica di Mara Carfagna – 12/7/08

di Antonello Tomanelli – da difesadellinformazione.com

Non sono passati inosservati gli attacchi lanciati da Sabina Guzzanti dal palco romano del “No Cav Day” all’indirizzo delle più alte cariche istituzionali, papa Ratzinger compreso. Ma quello che con ogni probabilità avrà uno strascico giudiziario è l’attacco al ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna, che ha già annunciato di voler querelare l’autrice satirica.

Ecco la frase della Guzzanti che ha scatenato l’ira della ministra: “Non me ne frega niente della vita sessuale di Berlusconi, ma tu non puoi mettere là alle Pari Opportunità una che sta là perché ti ha succhiato l’uccello […] non la puoi mettere da nessuna parte ma in particolare non la puoi mettere alle Pari Opportunità”. Seguono applausi, ma soprattutto le risate del pubblico che riempie piazza Navona. Leggi il seguito di questo post »

L’emergenza rifiuti ossessione del Cavaliere: anche il No-Cav Day è spazzatura

No Cav Day, Berlusconi: è solo “spazzatura”

TOYAKO/ROMA (Reuters) – Il giorno dopo il “No Cav Day” contro il governo, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha reagito definendo la manifestazione “spazzatura”, e la Chiesa ha espresso dispiacere per le offese rivolte a Benedetto XVI durante l’iniziativa .”No, di questo qui non mi occupo. Della spazzatura mi occupo in altri ambiti”, ha detto Berlusconi a margine del summit dei G8 in Giappone ai cronisti che gli chiedevano un commento sull’evento. Leggi il seguito di questo post »

Manifestazione 8 luglio, Comitati Chaiano: in piazza Navona c’erano anche loro, ma nessuno lo dice

di Wildgreta
C’erano anche loro, i comitati di Chiaiano a manifestare, con i loro striscioni e le loro bandiere. Sembra, però, che nessuno se ne sia accorto, visto che i telegiornali non li hanno neppure nominati. Leggi il seguito di questo post »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: