Scranni vuoti, pianisti, risse: ecco l’esercito degli assenteisti

ROMA – “Chiama i paracadutisti, che qua ce n’è bisogno”, scherza, ma neanche tanto, il presidente della Camera Fini con l’ex ufficiale dei parà e ora deputato Gianfranco Paglia. Pausa di riflessione in Transatlatico, dopo la mezza rissa andata in scena pochi minuti prima nell’aula di Montecitorio tra leghisti e dipietristi. Seduta già ad alta tensione, culminata col governo e la maggioranza battuti a sorpresa durante le votazioni sul ddl collegato alla manovra. Leggi il seguito di questo post »

Giustizia, governo battuto alla Camera. Novanta deputati assenti nel PDL.

RIFORMA DELLA GIUSTIZIA
Il Governo viene battuto alla Camera
La norma, che introduce un filtro per la Cassazione, era inserita nel ddl della manovra. Passa un emendamento del Pd con 239 sì e 235 no. Nella maggioranza sono 46 gli assenti ‘ingiustificati’. Poi l’aula ha dato il via libera alla norma

Roma, 1 ottobre 2008 – Alla Camera il governo è stato battuto su una norma che concerne la riforma del processo civile, inserita nel ddl della manovra. Il governo è andato sotto sulla contestata norma che introduce un filtro per la Cassazione. È stato infatti approvato un emendamento presentato dal Pd che prevede l’impossibilità dei ricorsi in Cassazione quando esistono due sentenze che si pronciano in modo conforme sullo stesso fatto.

Leggi il seguito di questo post »

Camera: governo battuto sui rifiuti. La Lega Nord ha votato contro la maggioranza

Idv: stop ai pianisti o inizia ostruzionismo

Passa un emendamento Udc sul termovalorizzatore di Napoli.

ROMA – Governo e maggioranza battuti alla Camera durante le votazioni sul decreto legge per l’emergenza rifiuti in Campania. È stato approvato infatti un emendamento dell’Udc sull’articolo 8 riguardante il termovalorizzatore di Napoli. L’aula, con il parere contrario di commissione e governo, con 274 sì e 224 no ha approvato un emendamento sui fondi Cip6 all’articolo sul termovalorizzatore di Napoli. Ben 38 deputati Lega Nord hanno votato a favore dell’emendamento (più uno dell’Mpa), mentre altri undici hanno detto no. I lavori sono stati sospesi su richiesta del relatore, Agostino Ghiglia (Pdl), per valutare il testo dopo l’approvazione di tale modifica che sopprime una parte dell’articolo relativo al deposito dei rifiuti. All’Udc mancava il 20% dei deputati, al Pd il 14% e all’Idv il 10%, sul fronte della maggioranza il Pdl aveva solo il 9% di assenze e la Lega il 5%. Leggi il seguito di questo post »

«In bagno». «In missione per Silvio». Le «giustificazioni» dei cento assenti

Santo Versace (PDL)

Politica DOPO LA CADUTA
Mondello: ero stanca per la campagna elettorale. Versace: in Russia, aiuto il sistema Paese

ROMA – «Fannullone io? Non scherziamo, ragazzi! Sto lavorando per tutti voi, per promuovere la mia azienda e il made in Italy nel mondo». Non potrebbe farlo dal suo scranno in Parlamento, onorevole Santo Versace? «Ho comunicato per iscritto al capogruppo del Pdl il mio viaggio a Mosca per presentare la torre di 52 piani che sorgerà a Panama, un grattacielo da cento milioni tutto arredato Versace ». E quindi non si sente un peone-fannullone, lei. «I fannulloni alla Camera sono quelli che presentano certi emendamenti. E poi io a questa storia ci credo poco, cento deputati assenti sono un segnale politico». Leggi il seguito di questo post »

Scontro alla Camera sulle frequenze tv. Governo battuto in aula. Tutti gli articoli


ROMA – Primo scivolone in aula per l’esecutivo Berlusconi. Il governo è stato infatti battuto alla Camera su un suo emendamento(8.02), relativo alle norme per la tutela della fauna selvatica, contenuto nel disegno di legge per l’attuazione delle norme comunitarie. La proposta di modifica è stata respinta con 240 voti, contro i 238 favorevoli.L’emendamento 8.02 al decreto legge sull’attuazione di obblighi comunitari, chiedeva tra l’altro di aggiungere alla normativa vigente le parole: “Distruggere o danneggiare deliberatamente nidi e uova, nonche’ disturbare deliberatamente le specie protette di uccelli”.

Un incidente, peraltro, che si inserisce in una giornata dominata dalle polemiche e dallo scontro durissimo sulle frequenze tv. Alla Camera è in corso la maratona sul decreto ‘salva infrazioni’. Il decreto legge in votazione è quello che da’ attuazione a obblighi e sentenze comunitarie. Sul decreto, eredita’ del governo Prodi, da convertire entro l’8 giugno pena decadenza, e’ battaglia dura tra maggioranza e opposizione: Pd e Idv a colpi di ostruzionismo stanno infatti inchiodando in aula il governo dopo la presentazione -a sorpresa- dell’emendamento sulle frequenze tv (subito ribattezzato ‘salva Rete 4’ dai gruppi di minoranza, visto che andrebbe recepita la sentenza comunitaria che assegna a Europa 7 le frequenze occupate dalla tv Mediaset, destinata al satellite). Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: