NADIA MACRI’: Berlusconi mi disse, “Sono il sogno degli italiani”

Nadia Macrì a SkyTG24

NADIA E I FESTINI: “MORA E FEDE SELEZIONAVANO”

Noemi Letizia e Ruby non le ha mai viste, ma alle serate con Silvio Berlusconi c’erano «tante ragazze». Alcune pure «molto giovani». L’ex escort Nadia Macrì parla dei suoi incontri con il premier, «il sogno degli italiani» come per telefono si è presentato alla ragazza. «Ho incontrato tante ragazze giovani, penso minorenni. Dopo la vicenda di Noemi – prosegue – ho pensato, allora ci sono ragazze minorenni». E spiega il primo contatto con Lele Mora e con il ‘selezionatore’ Emilio Fede. Dichiarazioni «destituite di ogni fondamento», secondo l’avvocato del Cavaliere, Niccolò Ghedini, che «si riserva ogni azione giudiziaria in merito». Capelli sciolti sulle spalle, appena un filo di trucco sul volto, la bella bolognese compare per la prima volta in televisione. «Ero a bordo di una Mercedes Classe A, ferma a un semaforo, quando mi si è avvicinato un uomo», racconta la giovane a ‘L’intervista’ su Sky Tg24. «Era il capo delle guardie di Lele Mora – prosegue – e mi ha detto: ‘conosco una persona che ti può cambiare la vita, è il presidente’». Nadia sostiene di avere seguito quell’uomo nello studio di Mora, «dove c’erano altre ragazze, tutte straniere», e poi da lì in «quello di Emilio Fede che, finito il telegiornale, ha fatto una selezione».

Per la ventisettenne si spalancano le porte della villa di Arcore, dove «era tutto bello – sostiene – e si mangiava bene». Insieme a lei «c’erano solo le ragazze, Fede e la segretaria del Presidente», o presunta tale. Una «giovane, bionda e alta, che lavora per la tv», sostiene la Macrì, per la quale «sembrava lei a organizzare tutto». «Non si poteva parlare tra noi – dice – dovevamo stare zitte». «Forse ho sbagliato a presentarmi come una escort – aggiunge – avrei dovuto chiedere di fare la velina».

La ex escort torna a casa, nella sua Bologna, e dopo circa un mese – sempre secondo la sua ricostruzione – riceve la telefonata del premier in persona. «Mi chiamò direttamente sul mio cellulare», dice la ragazza. «Mi disse ‘sono il sogno degli italiani’, sono il presidente», rivela l’avvenente ragazza, che di lì a qualche giorno tornò ad Arcore. «Ci sono andata per 5 mila euro», il compenso per le sue presunte prestazioni sessuali. Per nulla imbarazzata, tanto che su Facebook gli amici le fanno i complimenti per «il coraggio e la franchezza», Nadia Macrì parla anche delle feste di Villa Certosa, in Sardegna, dove «c’erano tanti imprenditori, avvocati, notai». E dove, a suo dire, ci fu un secondo rendezvous con il premier. Parole che «sono già state smentite dai fatti e da numerosissime dichiarazioni testimoniali», è la replica affidata al legale del premier, Ghedini, che è anche deputato del Pdl, secondo cui «è assai singolare che venga riproposta oggi un’intervista su una vicenda che già aveva trovato chiarimento, oltre che specifiche precisazioni anche della magistratura».

http://www.leggonline.it/articolo.php?id=93330

Annunci

festini, minorenni le dieci menzogne del Cavaliere

https://i0.wp.com/www.uglykidmatt.it/blog/2009/090505-Veline.in.lista.png

LEGGI L’ARTICOLO

Graziana Capone, intervista Novella 2000:”Silvio come Gesù”

http://paz83.files.wordpress.com/2009/03/silvio-berlusconi-gesu.jpg

Il suo nome è spuntato nell’inchiesta barese su Tarantini e sul giro di ragazze da portare alle cene di Berlusconi. E ora Graziana Capone parla a Novella 2000

“Mi sento la più vicina a Silvio.Lui come Gesù, io forse la nuova Veronica”

continua a leggere

BERLUSCONI, “NON HO SCHELETRI NELL’ARMADIO”: NON APRITE QUELLA PORTA

GUZZANTI TORNA ALLA CARICA CON LE FAMOSE INTERCETTAZIONI HARD


IL BLOG DI GUZZANTI DI NUOVO IN TILT PER LA QUANTITA’ DI ACCESSI.UN CONSIGLIO: FACCIA QUESTA BENEDETTA “MIGRAZIONE”.MAGARI RESTERA’ OFFLINE QUALCHE GIORNO, MA POI POTRA’ REGGERE GLI ASSALTI DELLE MIGLIAIA DI PERSONE CHE, A DISTANZA DI MESI, CERCANO ANCORA I TESTI DI QUELLE INTERCETTAZIONI…

Guzzanti attacca il Cavaliere: “Ha corrotto la femminilità italiana”

Sul suo blog l’ex deputato del Pdl: “Berlusconi ha un atteggiamento ‘puttaniero'”. E alla Dire conferma: Le intercettazioni sono vere e due deputati lo sanno…. Cariche altissime si raccontano cose indecenti’

CONTINUA A LEGGERE

FESTE PREMIER: CHI NON C’ENTRA CON LE ESCORT ALZI LA MANO

Licia Nunez

(foto da Ipercaforum)

DI WILDGRETA

Insomma, quante sono le escort, o prostitute, quante le attrici, quante le ragazze immagine che partecipavano alle feste di Berlusconi? E quante sono le escort, o prostitute, le attrici, le ragazze immagine a cui è stato promesso un seggio a Strasburgo, una partecipazione al Grande Fratello o un ruolo in una fiction? Tanto una cosa vale l’altra, pur di avere un posto al sole.Ogni giorno leggiamo di qualche ragazza fra quelle che frequentavano le famose feste del premier, che si “dissocia dalle escort”.In pratica, alcune venivano pagate per le prestazion i sessuali, altre invece venivano aiutate “gratis”. Oggi è la volta di Licia Nunez che in una interessante intervista definisce Berlusconi un ” un paterno consulente artistico“. Altro che Lele Mora e compagni, la barese Nunez poteva ottenere consulenze artistiche prendendo appuntamento direttamente con il premier.Alla D’Addario, invece, Tarantini aveva parlato di un seggio in Europa. E così le ragazze con la “farfalla al collo” discutevano tra loro su cosa sarebbe stato meglio tra politica, fiction o reality. Tanto andare al Grande Fratello o diventare parlamentare europeo sono più o meno la stessa cosa.

Di seguito la raccolta delle interviste alle varie ragazze interrogate o “nominate” dopo l’inchiasta di Bari e le rivelazioni di Patrizia D’Addario.

LICIA NUNEZ:”Non c’entro con le escort.Berlusconi è un paterno consulente artistico”

D’ADDARIO:TARANTINI MI PARLO’ DI UN SEGGIO A STRASBURGO

Berlusconi/D’Addario: Anche l'”Angelina Jolie” di Bari alle feste di Silvio

Bari, Feste Premier: Chi è Sabina Began

Vernola:”La Brambilla chiedeva per le liste nomi di belle ragazze

con il book”

Feste Berlusconi, un’altra testimone:”A Palazzo Grazioli col premier e altre venti ragazze”


D’ADDARIO-GATE, INTERCETTAZIONI: SPUNTA IL NOME DELLA PARLAMENTARE ELVIRA SAVINO

http://zamax.files.wordpress.com/2008/05/elvira-savino.jpg

Inchiesta di Bari: dopo le donne spunta la cocaina

ARTICOLI CORRELATI:  BERLUSCONI AL MATRIMONIO DELLA SAVINO

Scene da un matrimonio:”Piacere, mi chiamo Silvio”

Bari – Appalti milionari, squillo e ora spunta la cocaina nell’inchiesta sui presunti giro festini e appalti milionari che l´imprenditore Gianpaolo Tarantini avrebbe organizzato lungo la tratta Bari-Roma-Porto Cervo. Nel fascicolo della magistratura csi è aggiunto il nome di Alessandro Mannavini, giovane professionista barese, ingaggiato da Tarantini l´estate scorsa per l´organizzazione di feste nella villa affittata in Sardegna.

Dai tabulati telefonici sono emersi anche i nomi del parlamentare del Pd, Gero Grassi e il vice presidente della giunta regionale, Sandro Frisullo (Pd), in rapporti diretti con Tarantini. “Conosco bene Gianpaolo (Tarantini, ndr), ma non so nulla dell´inchiesta”, ha detto Frisullo. “Pranzi, cene, telefonate si”, ma non sono stato mai in Sardegna alle sue feste. “Mi piacciono le donne, ma non la droga”, ha precisato.

Al momento non risulta che i due politici siano la indagati a differenza di Mannavini, convocato nella caserma della GdF per rispondere all´accusa di detenzione di stupefacenti. Dalle Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: