Chiaiano, l’Esercito denuncia i comitati:”Mai interrato l’amianto”

Giannini: «Mai interrato l’amianto, è vilipendio e procurato allarme». Ingombranti, al via maxi-intervento

 “Nuove integrazioni,nuove info e nuovi esposti in Procura dei Comitati, dell’associazione giuristi democratici e del sindaco di Marano. Interrogazione parlamentare dell’Idv”

di Wildgreta

Mi faccio una domanda: il  “procurato allarme” è costituito dall’amianto o dai cittadini che ne hanno paura e hanno sporto denuncia contro chi nella cava stava lavorando? Basta stabilire chi ha annunciato per primo la presenza dell’amianto: l’esercito o i comitati?

IL COMUNICATO DEL PRESIDIO DI CHIAIANO

Forse dovremmo addirittura ringraziare il generale Giannini!

Se infatti si procederà sulla sua denuncia contro i
comitati dei cittadini per calunnia e vilipendio delle forze
armate sulla vicenda “Amianto e Rifiuti Speciali a
Chiaiano”, ci sarà finalmente un ambito istituzionale in
cui sarà possibile appurare cosa hanno combinato nella
cava di Chiaiano in questo ultimo mese! *Per parte nostra
continuiamo a contribuire all’accertamento dei fatti con
nuove integrazioni all’esposto già presentato. Leggi il seguito di questo post »

VIDEO DENUNCIA CAVA CHIAIANO: I MILITARI INTERRANO RIFIUTI SPECIALI. QUANTO VALE PER IL GOVERNO LA SALUTE DEI CITTADINI?


Di Wildgreta

QUANTO VALE SALUTE DEI CITTADINI PER IL GOVERNO BERLUSCONI? E’ QUESTA LA DOMANDA CHE BISOGNA PORSI OGGI, DOPO LA DENUNCIA DEI COMITATI ANTIDISCARICA DI CHIAIANO.CITTADINI CHE HANNO VISTO I LORO CARI AMMALARSI, CHE SONO LORO STESSI AMMALATI, E CHE ORA SI VEDONO TRATTARE COME UNA MINACCIA. LORO SAREBBERO LA MINACCIA, LORO SAREBBERO I “FACINOROSI” DA TENERE ALLA LARGA CON L’ESERCITO. LORO SAREBBERO IL PERICOLO. NON L’AMIANTO, NON I RIFIUTI TOSSICI, NON LA DISCARICA. CITTADINI PERICOLOSI DA ALLONTANARE CON LA FORZA DAI LUOGHI “DOVE SI LAVORA PER IL GOVERNO”.DA QUESTO SITO UN APPOGGIO INCONDIZIONATO AI COMITATI DI CHIAIANO E LA PREGHIERA DI DIFFONDERE ANCHE SU ALTRI SITI QUESTI VIDEO.

link autore: http://www.rifiutizerocampania.org

“Il video denuncia sulla gestione operata dal Commissario Bertolaso e dai militari dei rifiuti speciali trovati nella cava di Chiaiano dove vogliono fare la discarica ”

(il gen. Giannini in intervista ha parlato di diecimila tonnellate di amianto).”

Questi sono i link delle due parti di video realizzato dai comitati:

Video parte 1: http://it.youtube.com/watch?v=VYCs3SnD9VQ

Video parte 2 : http://it.youtube.com/watch?v=PAreg9Asqyc

Sono vari spezzoni di riprese effettuate da un punto alto in cui è visibile la cava (militarizzata e quindi inaccessibile), in alcune giornate a partire dal 20 ottobre. Quindi ben prima che Bertolaso chiamasse il NOE dei carabinieri il 29 ottobre, dopo che era stato già notificato in procura anche un nostro esposto.

Nel video si vedono militari con le maschere antigas e operai senza, si vede scavare una vasca impermeabilizzata e interrarci terreno misto con rifiuti speciali, si vede coprire e appianare questa vasca come se il materiale movimentato dovesse restare lì per sempre.

ECCO UN PRO-MEMORIA DEL COMITATO DI CHIAIANO PER CONTESTUALIZZARE IL VIDEO:

Rifiuti Tossici e Gestione Commissariale: Il video-denuncia dello scandalo di Chiaiano

Pro Memoria utile nell’interpretazione del materiale fiilmato distribuito.
8 Novembre 2008

Gli attivisti del Presidio antidiscarica cercano da sempre di documentare quel che accade nella cava di Chiaiano da diversi punti di osservazione, visto il rifiuto da parte del Commissariato “straordinario” a riconoscere almeno il diritto alla trasparenza ai cittadini, consentendo l’ingresso nella cava stessa.

Il materiale video è composto di diversi spezzoni, perchè corrisponde a diversi giorni di riprese (alcuni dobbiamo ancora recuperarli dai supporti). Il materiale video in questione comincia il 20 e 21 ottobre quando per un improvviso e frenetico movimento di uomini e mezzi meccanici si è scoperto che una spianata coltivata a prugne era stata sbancata (senza nessun avviso ai proprietari) e che su questa si stava scavando un fosso rettangolare, una vasca, di almeno quaranta metri per venti, profonda circa due metri e mezzo, ammucchiando poco distante il terreno ricavato. Si tratta di un fosso di 800 mq. di superficie capace di contenere dai 16.000 ai 20.000 mc.
La vasca è stata poi impermeabilizzata con teli saldati lungo i bordi. Il giorno 22 hanno cominciato a portarvi del materiale terroso visibilmente frammisto a rifiuti speciali, sversandolo con camions ribaltabili. A fine giornata sono intervenuti i militari che hanno steso del filo spinato lungo i bordi della vasca e ha impressionato il fatto che i soldati indossassero delle maschere tipo anti-gas. Il fatto che la vasca fosse a tenuta ha fatto pensare che il materiale che vi veniva conferito non dovesse avere contatto con il terreno (cosa non necessaria,invece, per i prodotti semplici e inerti dello scavo) e il fatto che i militari indossassero la maschera ha confermato l’idea che si stesse movimentando del materiale pericoloso. Leggi il seguito di questo post »

Rifiuti/ Comitati Chiaiano: Continua politica devastante per la salute

Si ribadisce richiesta di confronto pubblico su emergenza
 
Roma, 1 ott. (Apcom) – Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi continua in Campania “con una politica devastante sul terreno del diritto alla salute“. Così il Comitato contro la discarica di Chiaiano e Marano della Rete Campana Salute e Ambiente dopo l’annuncio del Premier di un quinto termovalorizzatore che dovrebbe sorgere in Campania.“Se questo piano passa rischiamo di pagare un prezzo altissimo – dicono in una nota – sul terreno della salute e dell’ambiente. Incredibile che nessuno abbia il coraggio di schierarsi in maniera netta contro questa follia. Resta solo la difesa autorganizzata dei cittadini”.

I Comitati colgono anche l’occasione per ribadire la richiesta di “confronto pubblico sulle alternative concrete, economicamente sostenibili ed ecocompatibili alla follia di questo piano rifiuti”.

GUARDA VIDEO

Rifiuti, è ancora emergenza: 150 tonnellanelle strade di Quarto. Basta con spot pubblicitari e ramazze azzurre

Giovedì Berlusconi a Napoli


Note di Wildgreta: chissà se sono stati fatti dei sondaggi sulla fiducia nei confronti del premier anche in Campania…Insomma, mi piacerebbe sapere se i Campani lo hanno fatto santo oppure no.

NAPOLI (2 settembre) – «Più fatti e meno promesse». Questa la richiesta al governo del sindaco di Quarto, Sauro Secone, che denuncia una situazione di emergenza per l’accumulo dei rifiuti nella cittadina in provincia di Napoli: 150 le tonnellate di immondizia che da tre giorni non vengono raccolte. «Basta chiacchiere – dice Secone – più che degli spot pubblicitari del premier Berlusconi e delle sue passerelle mediatiche con tanto di ramazza in mano, i comuni della provincia di Napoli hanno bisogno di stanziamenti economici e mezzi per potenziare la raccolta dei rifiuti, a cominciare dalla differenziata. In zone come Quarto abbiamo ancora in strada circa 150 tonnellate di spazzatura che non riusciamo a smaltire da alcuni giorni a causa delle lunghe code al di fuori dei Cdr, mentre le casse comunali sono ormai prosciugate, dopo anni di emergenza».

Leggi il seguito di questo post »

Chiaiano, 200 manifestanti occupano il duomo di Napoli

Striscione portato nel Duomo, foto Bassolino, Jervolino, Bertolaso. Scritta: Padre perdonali perchè non sanno quello che fanno

Protesta dei comitati antidiscarica di Marano e Chiaiano Manifestanti invadono il Duomo: «Vogliamo sapere da Sepe perchè ha venduto la cava»

I cittadini in lotta entrano nella cattedrale di Napoli: chiedono incontro col cardinale. Alle 20 sono andati via

Bellissimi gli striscioni
Leggi il seguito di questo post »

Bertolaso riapre la discarica di Serre che aveva fatto chiudere in giugno perchè pericolosa

Riaperta discarica di Serre (Salerno) Perpressita’ del sindaco Cornetta
(ANSA) – SALERNO, 11 LUG – Riaperti da stamani i cancelli della discarica di Macchia Soprana a Serre (Salerno). La discarica era stata chiusa il 25 giugno scorso.L’ordinanza di chiusura era stata emessa dal sottosegretario Guido Bertolaso. In una nota il sindaco Palmiro Cornetta esprime ‘tutte la sue perplessita’ su una decisione che appare incoerente rispetto a quella assunta in giugno. ‘E’ incoerente allarmare una cittadinanza sui rischi della discarica – afferma -e poi riaprirla’ senza alcun lavoro di adeguamento.

Rifiuti: sabato nuovo corteo dei comitati di Chiaiano

DIFFONDI IL VOLANTINO

NAPOLI – I comitati di Chiaiano di nuovo in marcia sabato prossimo per ribadire il no alla discarica. “La lotta – dicono i cittadini – durera’ ancora mesi”. Questa mattina nelle cave si e’ insediato l’esercito, sono circa 150 i militari che presidieranno la zona nella quale nelle prossime ore inizieranno le operazioni di bonifica e di messa in sicurezza. (Agr)10 lug 22:46

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: