PORTA A PORTA, BERLUSCONI E I GIUDICI: SCOMPARSA DAL SITO RAI LA PUNTATA DEL 20 MAGGIO

https://i1.wp.com/www.cinetivu.com/wp-content/uploads/2009/05/porta-a-porta.jpg

DI WILDGRETA

Il regime fa le cose in grande e controlla anche il minimo dettaglio. Ecco quindi scomparire la puntata di Porta a Porta in cui Massimo Donadi di IDV elencava tutti i processi di Berlusconi.  Su Youtube è ANCORA PRESENTE una parte del puntata incriminata. Vi consiglio di salvarla su PC, perchè potrebbe avere le ore contate:

Donadi vs Ghedini su sentenza Mills – Porta a porta – 2O/5/2009

Il sito Rai:  http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-19326c6c-15b0-4e7e-b45e-928804f91808.html?p=0

VIGILANZA:ATTACCO A VELTRONI E DI PIETRO. CHI E’ IL MANDANTE DEL “PIZZINO”?

(Latorre- D’Alema)

Rai; Pd pronto a sanzioni per Villari ma in diversi fibrillano.Latorre: Rapporti con IDV compromessi.

Di Wildgreta

Oggi avevo anticipato le mie perplessità sulla storia della vigilanza Rai e, piano piano, qualche particolare a conforto della mia tesi emerge. Latorre del PD sarebbe contrario a sanzionare Villari, Latorre ha anche passato il famoso pizzino a Bocchino per suggerire la risposta che avrebbe dovuto dare a Donadi (idv) e che non gli veniva in mente.Latorre, però, è un dalemiano. E cosa dice D’alema di tutto ciò? Condanna la cosa, ma aggiunge che tutta la questione poteva essere gestita con più accortezza. E allora? Chi ha tradito chi? Si voleva indebolire Veltroni? Ci si vuole alleare con l’udc facendo fuori Di Pietro che, con questa mania di dire la verità alla fine diventa stucchevole? Si voleva far vedere a Veltroni come si fa la politica? In tutta questa faccenda c’è una cosa di cui sono sempre più convinta: Di Pietro va protetto come le specie a rischio. Una sorta di Panda di Montenero di Bisaccia che deve essere difeso perchè, finito lui, sarà finita per sempre anche la possibilità di sapere cosa trama la politica alle nostre spalle.Sono in troppi ormai ad essere maestri nella spartizione del potere. L’unica persona che non consente, ancora, di stare in parlamento “come a casa propria”, è Di Pietro. Fatto fuori lui e il suo partito di guastafeste, potranno ricominciare a banchettare tutti con più serenità.

CHI è NICOLA LATORRE? Ecco una delle sue ultime dichiarazioni:

RAI, LATORRE: TRA PD E IDV RAPPORTI SEGNATI IN MODO SERIO

Roma, 18 nov. (Adnkronos) – ”Di fronte a un atteggiamento irresponsabile del centrodestra, con i suoi pregiudizi nei confronti di Orlando, e dopo oltre 40 votazioni, le opposizioni dovevano tenere un comportamento responsabile e non inseguire la destra in questa esibizione muscolare. Questo non è stato possibile perché altrimenti si sarebbe rotto il fronte dell’opposizione. Però adesso questo problema va affrontato, perché francamente è una cosa che lascia il segno il fatto che il segretario del Pd e il leader dell’Udc chiedano a Di Pietro una rosa di nomi e lui non solo non risponda, ma faccia replicare un esponente del suo partito, liquidando questa iniziativa. Questo è un episodio che segna in maniera seria i rapporti con l’Idv”. Lo dice Nicola Latorre, vicecapogruppo del Pd al Senato, in un’intervista al ‘Corriere della Sera’, a proposito delle vicende legate alla presidenza della commissione Vigilanza Rai. ”Io penso – aggiunge l’esponente dei Democratici – che Villari si debba dimettere e che il Pdl abbia compiuto un grave strappo votandolo, però considero sbagliati metodi come quelli dell’espulsione e delle sanzioni che evocano dei precedenti e un’idea della vita democratica che dovrebbero essere ormai alle nostre spalle”.

“PROTESTA SCUOLA:«Stamattina è stato bello, lavorare con la musica, dà ritmo. Adesso però urlano, e non mi fanno concentrare». -La Repubblica”

Il caso Unipol: Unipol, al Senato le carte dei pm contro Latorre

E i pizzini:video OMIBUS dal blog di Marco Travaglio

Zorro l’Unità, 16 novembre

Istruttiva scenetta l’altra mattina a Omnibus, rilanciata da Striscia la Notizia. In studio, a La7, si discute della Vigilanza Rai con Nicola Latorre, vicecapogruppo Pd al Senato, Italo Bocchino, vicecapogruppo Pdl alla Camera e Massimo Donadi, capogruppo Idv alla Camera. Bocchino, poveretto, non riesce a spiegare a che titolo il Pdl pretenda di scegliersi il presidente della Vigilanza. Leggi il seguito di questo post »

ALITALIA: DONADI, POSSIBILI ALTRI ACQUIRENTI. FANTOZZI SOLLECITA ASTA PUBBLICA

IL BARATRO

“Berlusconi ha fatto saltare la trattativa con Air France, che avrebbe pagato tutti i debiti della compagnia, e ha tentato di vendere la parte sana di Alitalia agli imprenditori amici”. Lo dice il capogruppo Idv alla Camera, Massimo Donadi, che aggiunge: “Trovare altri acquirenti, anche a condizioni migliori per i cittadini, non e’ impossibile, dipende dalla volonta’ politica. Il governo scelga se l’obiettivo e’ salvare Alitalia o fare un regalo agli amici”.

Alitalia: Fantozzi sollecita asta pubblica

(ANSA) – ROMA, 21 SET – Il commissario straordinario di Alitalia pubblichera’ una sollecitazione a presentare entro il 30/9 offerte pubbliche per la compagnia. Fantozzi, sentito dal Messaggero, prosegue l’esplorazione per individuare alternative al progetto di Cai per il momento naufragato. Domani l’annuncio apparira’ sul sito Alitalia, martedi’ su tre giornali italiani e su un quotidiano finanziario internazionale. Si cercano soggetti in grado di garantire continuita’ del servizio per uno o piu’ rami di azienda.
ANSA

LA REPUBBLICA 21 SETTEMBRE 2008

Italia dei Valori: opposizione PD è melassa collettiva

GOVERNO/ DONADI: QUELLA DI VELTRONI NON E’ BUONA OPPOSIZIONE
Dialogo va bene, ma oggetto e obiettivo non sono chiari

Roma, 16 mag. (Apcom) – Nel giorno dell’incontro tra Silvio Berlusconi e Walter Veltroni, l’Italia dei Valori torna ad attaccare il Partito Democratico.

Leggi il seguito di questo post »

Camere; Martedì vice presidenze, possibili due Pd al Senato

Lunedì incontro Soro-Donadi, Idv vorrebbe Vigilanza Leggi il seguito di questo post »

ALITALIA/ DONADI: FUGA AF PRIMO PESSIMO RISULTATO NUOVO GOVERNO

Roma, 22 apr. (Apcom) – “La fuga di Air France può essere ascritta sicuramente come il primo, pessimo, risultato del governo Berlusconi”. Lo sostiene Massimo Donadi, deputato di Italia dei Valori e presidente dei deputati dipietristi. Leggi il seguito di questo post »

Sicurezza: no alle strumentalizzazioni. Parlano Donadi (IDV) e un ispettore di polizia

di Massimo Donadi IDV
Di fronte ad episodi drammatici come i recenti stupri di Roma e Milano e soprattutto di fronte al ripetersi a distanza di poco tempo di violenze cosi’ brutali, lo spettacolo piu’ desolante che la politica possa offrire ai cittadini e’ quello di dare vita al solito rimpallo di responsabilita’ trascinando episodi cosi’ drammatici in campagna elettorale.Se la colpa di questa situazione, come sostiene il Pdl, e’ del centrosinistra, cosa si puo’ non riconoscere il fallimento oggettivo della legge Bossi – Fini che, invece di diminuire, ha aumentato il numero dei clandestini nel nostro Paese? Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: