Elezioni: Affluenza ancora in calo in tutta Italia nei ballottaggi

Affluenza ancora in calo in tutta Italia nei ballottaggi per i sette comuni capoluogo. Alle 22 il ministero dell’Interno informa che si sono recati alle urne per il secondo turno delle comunali il 46,258% degli aventi diritto contro il 58,744% del primo turno. Una flessione di circa 11 punti.Queste le affluenze rilevate dal Viminale nei 7 comuni capoluogo: Sondrio 51,702% contro il 63,836% di due settimane fa.Massa 43,727% (61,118%), Pisa 40,944% (64,206%), Vicenza 48,37,231% (54,703%), Viterbo 49,598% (66,385%), Roma 46,880%, (57,451%).

Annunci

La Storta, stupro studentessa: molti dubbi, atti secretati

 

ADOLFO PAPPALARDO Ieri mattina erano vicini all’Altare della Patria per le celebrazioni del 25 aprile. Facce serrate, certo, ma nulla faceva prevedere le ostilità che si consumeranno da lì a poco. Francesco Rutelli e Gianni Alemanno, i due contendenti alla poltrona del Campidoglio, hanno vissuto così l’ultima giornata di campagna elettorale. Prima l’aplomb, poi gli affondi pesanti. In cima alla lista delle reciproche accuse c’è un caso: la violenza contro una studentessa di colore perpetrata, il 17 aprile scorso, da Joan Rus un clandestino romeno. Questa volta, però, non è il fatto di cronaca ma i sospetti che vi sono dietro e che da giorni volteggiano sulla sfida romana. E ieri i veleni irrompono con forza diventando accuse pesantissime tra i due candidati del ballottaggio. «Una vicenda sospetta, bisogna chiarire» dice il candidato del Pd; «Noi dietro? Fantascienza» replica il candidato del Pdl. Tutto nasce da una lettera pubblicata da «Dagospia» tre giorni fa e rimbalzata su diversi blog della rete. «Come può un romeno senza fissa dimora avere un famoso penalista come Francesco Saverio Pettinari?» è scritto nella lettera pubblicata sul sito di Roberto D’Agostino. E ancora, nella missiva vengono rilanciati altri due dubbi. «Inoltre l’avvocato risulta iscritto in gioventù all’Msi. E guarda caso uno dei soccorritori della ragazza firma con Alemanno, con tanto di foto sul “Il Messaggero” del 22 aprile 2008, il patto per la legalità e la sicurezza». La lettera è firmata con una sigla (Md) e si chiede di farla girare. Chi c’è dietro? Chi l’ha mandata? Mistero. Ad occuparsene è solo la rete. Per due giorni diversi blog rilanciano il caso e ci tessono sopra una serie di teorie complottistiche secondo cui lo stupro (o presunto tale, a questo punto, come scrivono anche molti investigatori improvvisati) sarebbe stato architettato da qualcuno per farlo diventare a forza argomento di questa campagna elettorale. Veleni, boatos che diventano la scenografia degli ultimi giorni di questo duello. Solo Sebastiano Messineo della lista «Moderati per Rutelli» esce allo scoperto tre giorni fa e chiede «che si faccia chiarezza su quanto emerso perché si aprirebbe un fosco scenario». Ma più che indagini o chiarimenti s’ingrossano solo i sospetti. Velati fino a ieri quando Rutelli ne fa improvvisamente un’arma politica. «Alcune di queste vicende degli ultimi giorni – dice il candidato del Pd senza fare espliciti riferimenti ma forse già sapendo che i magistrati vogliono vederci chiaro – sono state un po’ sospette. Ma non tocca a me parlarne, indagheranno le forze dell’ordine e la magistratura». La replica, durissima, di Gianni Alemanno arriva a stretto giro. «Sott’acqua – dice il candidato del Pdl – dicono che è stata la destra a organizzare lo stupro della studentessa del Lesotho. È una cosa talmente fantascientifica che non so se fa più ridere o piangere. Come si fa a strumentalizzare il dolore? Sono dei cialtroni e vanno rimandati a casa». Accuse a parte il giallo (o presunto tale) rimane irrisolto anche se il particolare che ha innescato la girandola dei sospetti sembra chiarirsi ieri sera poco prima del duello tv a «Matrix» tra Alemanno e Rutelli. E riguarda proprio la nomina di uno dei difensori del presunto stupratore: Francesco Saverio Pettinari, un principe del Foro e quindi non certo alla portata delle tasche di uno senza fissa dimora. Pettinari assisterebbe il sospettato numero uno della violenza di La Storta in virtù del fatto che un suo cugino gli ha chiesto di affiancare il proprio figlio nominato legale d’ufficio di Joan Rus.

Il mattino 26 aprile 2998

Campagna elettorale, battute finali:Rutelli punta su aiuto per i mutui

Rutelli punta sui mutui. Per far presa sugli indecisi, il candidato del Pd si concentra sulla casa presentando la campagna Il comune ti paga la rata. “Se sarò eletto sindaco – spiega Francesco Rutelli – per ogni mutuo stipulato a tasso variabile il Comune verserà una cifra tra i 1.300 e i 1.400 euro all’anno per contrastare l’aumento degli interessi. Questo calcolo riguarda mutui trentennali per un capitale di 140mila euro, valore medio dei mutui in essere”. Poi promette: “Faremo diecimila nuove case, appronteremo diecimila nuovi alloggi ad affitto agevolato e seimila alloggi per gli studenti. I primi cantieri potrebbero aprirsi a giugno“.

Fonte Repubblica 24 aprile 2008

Ballottaggi. Mario Mieli: Con Rutelli contro destra omofoba

Roma, 24 apr. – “Dopo la netta sconfitta del centro sinistra alle elezioni politiche e in vista del delicato ballottaggio” al Comune e alla Provincia di Roma, il Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli “ha deciso di dare un’indicazione di voto per il centro sinistra”. “Rimangono, nonostante cio’, tutte le nostre perplessita’ rispetto al programma, inconsistente sul tema dei diritti civili e in particolare sulle tematiche lgbt – si legge in una nota firmata dalla presidente del Circolo, Rossana Praitano e dalla segreteria politica Andrea Berardicurti – Tuttavia, di fronte ad una destra antica, chiusa, ottusa sulle liberta’ e sui veri cambiamenti della società, la visione generale del centro sinistra e’ certamente piu’ condivisibile”. Leggi il seguito di questo post »

DUELLO IN TV ALEMANNO/RUTELLI: PER PIEPOLI RUTELLI HA VINTO

23 Apr. – Ieri sera, a Ballarò, lo scontro tra i due candidati al Campidoglio, Alemanno e Rutelli, scontro tra battute e accuse. Un’ora di faccia a faccia, uno scontro serrato imperniato soprattutto sui temi della sicurezza e Alitalia. Ecco come l’ha visto Nicola Piepoli. Leggi il seguito di questo post »

Slogan elettorali/Berlusconi fa campagna per Alemanno: “Scopa nuova scopa bene”

“Scopa nuova scopa bene”. Silvio Berlusconi, ospite di Nuova spazio radio, lancia questo motto per gli ultimi giorni di campagna elettorale di Gianni Alemanno, impegnato nel ballottaggio per il Campidoglio.

 

Fac simile schede ballottaggio Roma e Provincia

Ecco le schede per i ballottaggi di Roma: Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: