Tarantini: Le ragazze lo scaricano. Stampa estera, ” Duro colpo per Berlusconi”

ARTICOLI CORRELATI:

Tarantini, parlano le ragazze delle feste

Tarantini, il commerciante:”Così gli ho dato tutta quella coca nel 2003″

Tarantini: La cocaina e i malori delle ragazze in Sardegna

C’è la bionda, ne vale la pena”. così Tarantini serviva il Cavaliere

L’arresto di Tarantini sulla stampa estera
“Un altro duro colpo per Berlusconi”

dal nostro corrispondente ENRICO FRANCESCHINI

LONDRA – L’arresto di Giampaolo Tarantini domina stamani i servizi della stampa internazionale sul caso Berlusconi. Se ne occupano con grande rilievo praticamente tutti i maggiori quotidiani stranieri. “Arrestato l’uomo che procurava ragazze nello scandalo di sesso di Berlusconi”, titola il Daily Telegraph, notando che il presidente del Consiglio, pur non essendo personalmente sotto indagine da parte della magistratura, “è stato imbarazzato dalle accuse” di traffico di cocaina e induzione alla prostituzione mosse a Tarantini: “Gli scandali hanno danneggiato il consenso per il leader italiano, un sondaggio indica che il suo indice di popolarità è sceso dal 62 per cento dello scorso anno al 47 per cento oggi”. Il quotidiano londinese riporta anche la predizione di Antonio Di Pietro che Berlusconi “cadrà come Saddam Hussein”.

“Arrestato l’uomo collegato a Berlusconi”, titola il Guardian, affermando che l’arresto “è un altro colpo per il premier italiano, lo lega ancora più strettamente con un mondo di party alla cocaina e contatti di dubbia reputazione”. Ma vista la sua ostinazione, osserva il quotidiano di Londra, “si ritiene improbabile che dia le dimissioni”.

Titoli e servizi analoghi su tutti i giornali del continente. “Detenuto per traffico di droga l’organizzatore delle feste a casa del primo ministro italiano”, scrive lo spagnolo Abc. “L’arresto di Tarantini ravviva lo scandalo Berlusconi”, afferma El Mundo. “Il fornitore di call girls a Berlusconi arrestato per dorga”, scrive l’Irish Times, sottolineando che si tratta di colui che portò “30 escort” a 18o party a casa del premier. E così via, da El Pais a Le Monde, da La Vanguardia al Clarin, dall’Irish Independent al Financial Times.

L’altro argomento riguardante Berlusconi sulla stampa straniera di oggi sono le “divisioni nel governo italiano sulla permanenza militare in Afghanistan”, all’indomani dell’attacco terroristico in cui hanno perso la vità sei dei nostri paracadutisti: ne parlano El Pais, Le Monde e altri giornali con ampi articoli di analisi delle diverse posizioni assunte dalla Lega e dal Pdl.

la repubblica (19 settembre 2009)

Annunci

FESTE PREMIER, INCHIESTA BARI: AGGIORNAMENTI 27 GIUGNO (tutti gli articoli)

Patrizia D'Addario e Barbara Montereale

Tarantini, intervista il Giornale:” Sono le donne che corrono dietro a noi e non viceversa”

Inchiesta Bari: Coca alle feste, parlano 19 ragazze

INDAGINI TARANTINI E SANITA’ PUGLIA: NASCE UN COORDINAMENTO

D’Addario conferma tutto Tarantini: «Tutte storie»

FESTE PREMIER:Nuova uscita di Patrizia D’Addario: “Pentita? Rifarei tutto, anche di più”

——————————————————————————————————————————————————

D’ADDARIO-GATE, INTERCETTAZIONI: SPUNTA IL NOME DELLA PARLAMENTARE ELVIRA SAVINO

http://zamax.files.wordpress.com/2008/05/elvira-savino.jpg

Inchiesta di Bari: dopo le donne spunta la cocaina

ARTICOLI CORRELATI:  BERLUSCONI AL MATRIMONIO DELLA SAVINO

Scene da un matrimonio:”Piacere, mi chiamo Silvio”

Bari – Appalti milionari, squillo e ora spunta la cocaina nell’inchiesta sui presunti giro festini e appalti milionari che l´imprenditore Gianpaolo Tarantini avrebbe organizzato lungo la tratta Bari-Roma-Porto Cervo. Nel fascicolo della magistratura csi è aggiunto il nome di Alessandro Mannavini, giovane professionista barese, ingaggiato da Tarantini l´estate scorsa per l´organizzazione di feste nella villa affittata in Sardegna.

Dai tabulati telefonici sono emersi anche i nomi del parlamentare del Pd, Gero Grassi e il vice presidente della giunta regionale, Sandro Frisullo (Pd), in rapporti diretti con Tarantini. “Conosco bene Gianpaolo (Tarantini, ndr), ma non so nulla dell´inchiesta”, ha detto Frisullo. “Pranzi, cene, telefonate si”, ma non sono stato mai in Sardegna alle sue feste. “Mi piacciono le donne, ma non la droga”, ha precisato.

Al momento non risulta che i due politici siano la indagati a differenza di Mannavini, convocato nella caserma della GdF per rispondere all´accusa di detenzione di stupefacenti. Dalle Leggi il seguito di questo post »

Gasparri: “Chi si droga non può fare Tv”. E chi si droga in parlamento, può fare le leggi?

POL – Droga, Gasparri; Stop a conduttori Tv che ne fanno uso

Giovanardi: «In parlamento c’è cocaina» PD: “Se Giovanardi sa, faccia i nomi”

Roma, 25 giu (Velino) – Rispondendo, durante Klauscondicio, alla domanda di un internauta che chiedeva se i conduttori televisivi che fanno uso di cocaina possono andare in onda, il capogruppo del Pdl al Senato Maurizio Gasparri afferma: “Chi fa uso di cocaina non dovrebbe andare in Tv a condurre programmi. Lo dico anche in virtù del mio impegno sul campo nella lotta contro la droga, al fianco di don Pierino Gelmini. Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: