RUTELLI DICE ADDIO AL PD E NESSUNO LO TRATTIENE

http://kennedy84hastalagiobbasiempre.files.wordpress.com/2008/02/rutelli.jpg

DI WILDGRETA

Eccola, “la svolta” di Rutelli: andarsene dal PD. Pensavo che per Rutelli una svolta fosse, per esempio, aprire un negozio di caccia e pesca, darsi ala montagna, farsi prete…insomma, fare qualcosa di diverso e inaspettato rispetto a quello che aveva sempre fatto.E invece, no.Rutelli resterà in politica, ma cercherà conforto fra le accoglienti braccia di Casini, che per il Lazio ha già dato il suo ok a Bersani e così, torneranno di nuovo tutti insieme, ancora vicini di banco. Casini è felice dell’elezione di Bersani, perchè lo ritiene molto a sinistra e così per lui resterà più spazio al centro, il suo adorato centro che oggi sembra prendere forma.La vecchia scuola democristiana, alla lunga, pagherà. E Rutelli starà benissimo accanto a Casini, tutti e due piacenti, tutti e due cattolici.Mi rendo conto dell’impossibilità di scrivere un lungo articolo sulla “svolta” di Rutelli, infatti, dopo solo dieci righe, ho già esaurito gli argomenti.

UDC: CASINI FA FESTA SUL CIMONE E MINACCIA REFERENDUM SUL FEDERALISMO

Veltroni ha deciso: la manifestazione del 25 ottobre si farà

Veltroni e Casini, un amore destinato al "naufragio di piazza"

di Wildgreta

Walter ce l’ha fatta. Lo ha detto: la manifestazione del 25 ottobre si farà. E, aggiunge, sarà una grande manifestazione popolare, ma senza odio. Sarà una manifestazione serena. Su questo ci avrei scommesso. Peccato che non abbia aggiunto anche “pacata” e avrebbe fatto ambo. Ci si interroga ormai su cosa nasconda la strategia di Veltroni, più che sulle quotazioni dei titoli in Borsa. E il bello è che nessuno riesce ad abbozzare neppure un’ipotesi. “Perchè?” è la domanda più gettonata, “Non lo so”, è l’unica risposta che viene in mente. Adesso pare innamorato di Casini, anche perchè è l’unico rimasto libero, ma Casini è contrario alla manifestazione del 25, quindi anche questo amore appena sbocciato è destinato a finire . Cosa farà Walter? Rimarrà single?

da Repubblica del 12 ottobre 2008 (stralcio intervista a Veltroni)

“….Ma la manifestazione del 25 ottobre la farete? E per dire cosa?
“La faremo. E sarà una manifestazione grande, popolare, di un’opposizione nazionale che ha un forte contenuto di proposta e di alternativa e che vuole unire e rassicurare il Paese. Al contrario di quella del Polo nel 2006, la nostra sarà una piazza serena e senza odio, un modo per tenere unito il Paese, e per parlare agli italiani di tutto ciò di cui tace il governo. Lavoro, salari, investimenti, scuola, piccole imprese, contrasto del razzismo. Due anni fa Prodi rispettò la manifestazione della destra a Piazza San Giovanni. Ora Berlusconi faccia altrettanto, e rispetti la nostra. Se non lo farà, sarà purtroppo un’ulteriore conferma delle nostre preoccupazioni sul profondo malessere della democrazia italiana”.m.giannini@repubblica.it

Il Governo scatena le piazze: tutte le manifestazioni di ottobre

Di Pietro contro il Lodo Alfano l’11 ottobre a piazza Navona, il 4 ottobre, sempre a Roma, corteo contro il razzismo, il 17 i Cobas contro la riforma Gelmini, il 25 il PD per “salvare l’Italia” (Sperando che non sia troppo tardi…) 

 DAL 4 AL 25 OTTOBRE IN PIAZZA SU IMMIGRAZIONE, SCUOLA, GIUSTIZIA Leggi il seguito di questo post »

ALITALIA: TUTTE LE REAZIONI

(foto ANSA)

DAL SITO: VITA.IT

Caos Alitalia, tutti contro tutti

Colaninno si ritira. Il fronte sindacale si rompe. E in politica scoppia la bagarre

di Franco Bomprezzi
L’ora “x” della quale abbiamo riferito ieri, è arrivata con le conseguenze note ormai a tutti: il ritiro dell’offerta della cordata “Cai” e l’incertezza sul futuro della compagnia di bandiera. Oggi i giornali aprono tutti su questo tema e siamo andati per voi a cercare soprattutto le linee di commento delle diverse testate. Leggi il seguito di questo post »

A Ferragosto anche la politica sotto l’ombrellone

 

Veltroni e l'ombrellone

8-14 20:39
di Silvia Gasparetto

(ANSA) ROMA – Il Viminale aperto per il consueto appuntamento con le forze dell’ordine è l’unica eccezione alla regola che vuole, almeno per il giorno di Ferragosto, anche la politica in toto in vacanza. Il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, insieme ai sottosegretari Gianni Letta e Guido Bertolaso, sarà al lavoro per la riunione del Comitato Nazionale per l’Ordine e la Sicurezza, mentre maggioranza e opposizione si godono gli ultimi scampoli di riposo sotto l’ombrellone. Se il Parlamento, infatti, riaprirà i battenti solo a settembre, i politici di entrambi gli schieramenti saranno impegnati, nella seconda metà di agosto, nelle feste di partito. Il 15 agosto, però, la parola d’ordine è relax. Leggi il seguito di questo post »

Fiducia: dichiarazione di voto Antonio Di Pietro (video)

Il video

Fiducia al Governo: Dichiarazione di voto di Antonio Di Pietro il 14 maggio 2008.

Il governo ottiene la fiducia alla Camera:355 voti a favore


I voti contrari sono stati 275. Un deputato, Riccardo Merlo (eletto all’estero) si è astenuto.

Casini: “Nemmeno De Gasperi ha avuto il potere che lei ha adesso, ne faccia buon uso”.

LE DICHIARAZIONI ALLA CAMERA SUL VOTO DI FIDUCIA

VELTRONI: OPPOSIZIONE DEMOCRATICA PER PAESE UNITO
“Noi faremo un’opposizione forte e responsabile, avanzeremo proposte e avremo un’agenda di priorità, convergeremo se saremo d’accordo e dissentiremo se non saremo d’accordo. Faremo un’opposizione democratica di un paese unito, quell’unità indicata dal presidente Giorgio Napolitano”. Leggi il seguito di questo post »

In aula la gaffe di Fini con Di Pietro:”Interruzioni? Dipende cosa si dice”

Botta e risposta a Montecitorio durante le dichiarazioni sulla fiducia
L’ex pm, interrotto, si appella al presidente. E la risposta scatena la polemica

ROMA – “Presidente, mi interrompono”. “E’ naturale, e poi dipende da cosa si dice…”. Botta e risposta, in aula, tra Antonio Di Pietro e Gianfranco Fini. E prima polemica per il neopresidente della Camera.

Leggi il seguito di questo post »

Roma, Udc: ”Fuori dal partito singoli candidati che fanno accordi”

Ribadita ”la scelta di lasciare libertà di voto agli elettori”
E’ bufera sul manifesto pro-Alemanno firmato da alcuni centristi. Un documento sottoscritto da Ciocchetti ammonisce: ”No ai mercanteggiamenti dell’ultima ora e alle convenienze personali”. Giro (FI): ”Capisco il suo imbarazzo ma ai dissidenti non abbiamo promesso nulla” Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: