Taormina «Le elette Pdl? Il 15% si sono concesse…»

NOTE DI WILDGRETA: IL TITOLO CONTIENE UN ERRORE, INFATTI “IL 15%” è’ SINGOLARE, QUINDI SI SAREBBE DOVUTO SCRIVERE “IL 15% SI E’ CONCESSO”

Taormina «Le elette Pdl? Il 15% si sono concesse…»

«Legge anti-prostituzione? Ridicolo, il 15 per cento delle parlamentari Pdl è stata eletta dopo averla data…. Quando deciderò di fare i nomi ci saranno sorprese: non ho paura di querele perché le interessate sanno che io so tutto». L’avvocato Carlo Taormina, ex parlamentare di Forza Italia, va a ruota libera intervistato da Klaus Davi in KlausCondicio, programma in onda su Youtube. Ma non è l’unica «rivelazione» che Taormina s’è sentito in dovere di fare. «Ci sono gay nascosti, sotto “copertura” con mogli e famiglia, anche nel nostro governo ad altissimi livelli e Berlusconi lo sa; non ministri, ma poco al disotto». Parlando poi del Cavaliere, Taormina ha sottolineato che il premier «non è affatto omofobo. Non odia i gay, anzi li ha fatti lavorare e ha premiato le loro carriere nelle sue aziende. Non l’ho mai sentito fare battute omofobe. E poi se li odiasse dovrebbe odiare qualche suo strettissimo amico…».

http://www.ilgiornale.it/interni/taormina_le_elette_pdl_il_15_si_sono_concesse/07-11-2010/articolo-id=485207-page=0-comments=1

REGIONALI LAZIO 2010: “LEGA ITALIA” CHIEDE L’ANNULLAMENTO DELLE ELEZIONI

DI WILDGRETA

Le polemiche sul voto nel Lazio pare non siano ancora finite. Sapremo il 6 maggio, infatti, se il ricorso presentato dagli avvocati del partito Lega Italia, fondato da Carlo Taormina, verrà accolto.

Per leggere l’articolo cliccate qui

Richiesta di arresto a giunta Senato per Di Girolamo (PDL). Il piacere dell’onestà

Davanti alla giunta del Senato la richiesta d’arresto per il senatore Di Girolamo (Pdl)
La Procura di Roma si chiede come ha fatto a ragranellare 24.000 voti
Falso indirizzo per farsi eleggere Verranno riesaminate le schede
L’inchiesta sui brogli potrebbe allargarsi ad altri soggetti
Il parlamentare interrogato per tre ore dai magistrati

 Il senatore Nicola Di Girolamo

di MARINO BISSO

ROMA – Saranno ricontrollate le 24.500 schede elettorali che hanno consentito le elezioni del senatore del Pdl Nicola Paolo Di Girolamo, nel collegio Europa della circoscrizione estero, durante le scorse consultazioni politiche. Ma presto l’inchiesta sui presunti brogli elettorali potrebbe coinvolgere altri esponenti politici. Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: