Nuovi Ministri, Michela Brambilla: Ennesimo “Dicastero autoreggente”

Brambilla ministro, Casini ironizza: “Italiani da stasera tranquilli, risolverà tutti i loro problemi”

https://wildgretapolitics.files.wordpress.com/2008/07/brambilla-berlusconi.jpg

L’incompetenza di molti ministri  costringe  i dicasteri a reggersi da soli.

di Wildgreta

Casini: “La maggioranza litiga su tutto, sulla sicurezza, sui presidi e i medici spia. L’unica cosa su cui non litiga e’ la Brambilla ministro, il che fa scappare dal ridere. Gli italiani da stasera potranno stare tranquilli, perche’ c’e’ il ministro Brambilla che risolvera’ i loro problemi”. Pier Ferdinando Casini commenta cosi’ al Tg 3 le decisioni prese oggi sulla nuova struttura dell’Esecutivo.

Ce l’ha fatta, la rossa è salita sul podio. La Shumacher dei Circoli della Libertà, (smentita da Dell’Utri) dopo aver fatto fallire la tv delle Libertà, essere stata indagata per la questione del canile di Lecco l’anno scorso, ed essere stata inserita nel gossip delle famose intercettazioni hard, aveva evidentemente tutti i requisiti per entrare a far parte della squadra di governo. E pazienza se di turismo se ne intende poco, non sarà la prima nè l’ultima a gestire un dicastero fondamentale senza essere un’esperta. A proposito, il ministero del Turismo venne soppresso con un referendum, in quanto di turismo avrebbero dovuto occuparsi le Regioni. E la Lega, così fissata col federalismo non  dice nulla? No, loro ormai viaggiano ad altri livelli: hanno il problema dei vagoni  metro per soli milanesi. Cosa volete che gliene importi del turismo?

Articoli correlati:

Governo, dopo il Lodo Alfano arriva il “Logo Brambilla”. In esclusiva la nuova immagine del portale Italia.it

wildgretapolitics 9 maggio 2009

Annunci

Berlusconi: “Se escono mie intercettazioni lascio il paese”. Si accende la speranza

di Wildgreta

Grande notizia, quella che ci ha dato oggi il premier. Si accende la speranza. In fondo di intercettazioni ne sono uscite tante, e se per miracolo dovesse toccare anche a lui, saremmo liberati. Ma è solo una speranza, e poi potrebbe sempre cambiare idea, invece che paese. Potrebbe dire di essere stato frainteso. Comunque la grande notizia di oggi è anche quella che riguarda i consumi: non sono calati. Forse il 31 dicembre, verremo a sapere che la crisi non esiste, e il 2 gennaio 2009 di essere diventati ricchi. Comunque, se ciò non dovesse avvenire, niente paura, perchè la ricetta per la crisi è già pronta: federalismo, e riforma della  giustizia. Come se non bastasse, sempre oggi, c’è stato l’annuncio che la Brambilla diventerà ministro:potremmo chiedere di più ad un uomo che, anche durante le feste, pensa al bene del paese?

Secondo il premier sono stati i giornali a montare il caso
Berlusconi: «Il presidenzialismo non è all’ordine del giorno»
«Prima il federalismo poi la giustizia. A seguire faremo le altre importanti riforme». «Nessun calo nei consumi» Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: