Riforma Gelmini: sito “bambinicoraggiosi” va in tilt per troppi accessi

di Wildgreta

Pubblico volentieri il comunicato di Roberta Lerici, responsabile delle politiche per l’Infanzia dell’Italia dei Valori, riguardo il suo sito www.bambinicoraggiosi.com andato in tilt per aver raggiunto le 25.000 visite quotidiane. “IL SITO E’ TEMPORANEAMENTE OFF LINE, MA VERRA’ RIPRISTINATO AL PIU’ PRESTO, SU DI UN ALTRO SERVER. NEL FRATTEMPO UNA PARTE DEI DOCUMENTI SULLA RIFORMA GELMINI E GLI ULTIMI COMMENTI SONO STATI RIPORTATI SU DI UN NUOVO BLOG APPOSITAMENTE APERTO: www.bambinicoraggiosidue.blogspot.com SPERANDO DI RIATTIVARE IL SITO NEL PIU’ BREVE TEMPO POSSIBILE, VI INVITO A VISITARE IL BLOG “DI EMERGENZA” CON NOTIZIE SULLA RIFORMA GELMINI E ALTRO IN CONTINUO AGGIORNAMENTO.”

Nell’ultimo mese “Bambini Coraggiosi” ha pubblicato moltissime notizie sul Decreto Gelmini che, peraltro, ho consultato anch’io. Molto interessanTe è anche il forum creatosi spontaneamente e che registra centinaia di interventi di genitori, sudenti, insegnanti, ed esperti. Analisi approfondite del Decreto Gelmini, non erano state fatte sul web nel periodo in cui ha cominciato ad interessarsene B. Coraggiosi e per questo, forse, le visite sono state così numerose. Anche l’opposizione, forse, ha tardato a spiegare cosa si nascondeva nelle pieghe del decreto e per questo, gli studenti non vogliono che la politica ora “metta il cappello” su di una protesta  frutto del ragionamento sulla legge  133 che potrebbe cambiare per sempre il volto della scuola pubblica.

25 ottobre 2008

Di Pietro lancia il partito dei blog. E incalza il Pd: subito in piazza!

NAPOLI (22 giugno) – Antonio Di Pietro lancia una nuova forma-partito che legherà il suo partito al mondo della rete internet e dei blog. «Sicuramente più vicino alla gente rispetto a quanto fanno le strutture politiche tradizionali». Il leader dell’Idv, che apre subito il confronto con una iniziativa-promozione, cioè raccogliere le firme per avviare un «grappolo di referendum contro le leggi più inique annunciate da Berlusconi»: sospensione dei processi, intercettazioni, salvataggio di Rete 4; ma anche finanziamenti ai partiti e ai loro giornali. Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: