Alla Camera fumata nera per Fini. Eletti e ripescati

 
Roma, 29 aprile 2008 – Prima ‘fumata nera’ nell’aula di Montecitorio per l’elezione del presidente della Camera. Il quorum necessario dei due terzi dei componenti l’assemblea, infatti, non è stato raggiunto. Gianfranco Fini, candidato di Pdl e Lega, ha avuto 325 voti. Sono state 278, invece, le schede bianche: questa è stata la scelta seguita da Pd, Idv e Udc. Le schede nulle sono state 6. I voti dispersi 12, perchè ci sono state schede singole con i nomi, tra gli altri, di Alemanno, Bonino (non è stata considerata valida perchè l’esponente radicale non è deputata ma senatrice), Bocchino, Tocci, Narducci, Veltroni. Adesso inizia la seconda votazione per l’elezione del presidente della Camera. Il quorum richiesto per il secondo scrutinio è di due terzi dei voti contando anche le schede bianche e quindi anche in questo caso non sarà raggiunto. Leggi il seguito di questo post »

Tutti in fila per le tessere della Casta

28/4/2008 (7:29) –

 IL VERDETTO, PARTE LA LEGISLATURA

Santo Versace, stilista e fratello maggiore del più famoso Gianni, è stato eletto nelle file del Popolo della Libertà

La calata dei neo-onorevoli. Versace: non dico che ci vorrebbe Hiroshima, ma quasi…
GIOVANNI CERRUTI
ROMA
A mezzogiorno, quando esce dal portone di Montecitorio, per i fotografi è finalmente un momento felice. Un neodeputato vip, era ora. Non c’è bisogno dell’abbordaggio riservato ai futuri peones. Santo Versace saluta cortese, per lui la foto è un’abitudine. Lo è un po’ meno questo Palazzo: «L’unica volta che sono entrato era per una gita scolastica, 48 anni fa, Presidente della Camera era Giovanni Leone». Ha già il suo tesserino da parlamentare del Pdl. Al secondo piano, nella Sala della Regina, i funzionari sono stati efficienti. Un buon inizio, e da domani si fa sul serio. Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: