FAMIGLIA CRISTIANA SOGNA IL “MARZIANO ABBRONZATO” D’AMERICA

Vi consiglio la lettura di questo articolo, e concordo con “compagni” di Famiglia cristiana…

FAMIGLIA CRISTIANA SOGNA IL “MARZIANO ABBRONZATO” D’AMERICA

Michelle Obama sulle bambole: “Fuori luogo usare figlie a scopo commerciale”

obama-sashamaliadollsty

Leggi articolo in italiano

Forattini: non fa ridere e non fa satira

di Wildgreta
Oggi sul sito corriere.it è stata pubblicata una disgustosa quanto inaccettabile vignetta di Forattini. Mi rifiuto di pubblicarla, quindi chi vuole vederla clicchi qui. Di seguito leggerete il comunicato del coordinamento dei comitati di redazione della Poligrafici editoriale di QN, Resto del Carlino, La Nazione, il Giorno, che dissente dalla pubblicazione della vignetta. Ma il problema non è quanti di noi dissentano da quella vignetta (la maggior parte, spero), il problema è perchè un simile insulto all’intelligenza e alla civiltà abbia trovato spazio su di un quotidiano. Il problema è perchè ne sia stata autorizzata la pubblicazione. A quale fine? Si voleva condannare l’elezione di Obama? Lo si voleva sminuire agli occhi dell’opinone pubblica italiana? Si voleva far passare il suo messaggio innovatore come il delirio di un “essere inferiore”? Si voleva far ridere qualcuno di destra? L’età gioca brutti scherzi e anche i migliori possono, col tempo, perdere  la capacità di fare satira, per questo ci sono i direttori dei giornali che devono vigilare. Il direttore del Corriere, oggi, è un assente ingiustificato. Indipendentemente dalle idee politiche di ognuno, la satira deve far ridere, magari amaramente ma deve fare ridere. Forattini non fa ridere, offende gli uomini e l’intelligenza.
Comunicato:
Il coordinamento dei comitati di redazione della Poligrafici editoriale (Quotidiano Nazionale, il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno) ha espresso in una nota «fermo e totale dissenso nei confronti della vignetta pubblicata dai giornali del Gruppo a firma Giorgio Forattini e dedicata alla elezione di Barack Obama». Leggi il seguito di questo post »

Vince Obama: Tremonti lo aveva previsto?

obama-vince

di Wildgreta

L’America incorona il Cavaliere Nero Barack Obama, mentre noi dobbiamo convivere con il nostro Cavaliere Truccato e Rialzato. In questo momento invidio l’America che ha avuto il coraggio di cambiare radicalmente. Noi siamo qui, con le stesse persone ormai cementate nelle poltrone del potere da decenni e le stesse poltrone, oggi, vengono addirittura tramandate di padre in figlio/a o regalate alle amanti. Siamo qui a lottare contro il razzismo delle classi separate per stranieri, siamo qui a lottare per la scuola pubblica, siamo qui a lottare per la libertà di informazione, siamo qui a lottare contro i fascisti del 2000 e la P2. Non sappiamo per quanto tempo dovremo continuare a lottare, ma lotteremo per cambiare anche noi stessi.

La notte di Obama, la notte italiana

obama-sognante

di Wildgreta

Questa è la notte che potrebbe proclamare il primo presidente di colore della storia degli Stati Uniti. Una notte in cui in Italia si pensa alle solite cose: Berlusconi, gli studenti schedati, il ritorno della P2, la Binetti che ancora non ha capito cos’è un gay (eppure ha una certa età). Ecco, stavo riflettendo sul fatto che, in America, ci sono milioni di persone in attesa di un evento che cambi davvero le cose. Per noi, invece, le cose sono già cambiate e, con tutta la fantasia e l’immaginazione di cui siamo capaci, non avremmo mai immaginato che sarebbero cambiate così radicalmente in peggio. L’unica cosa che ci consola, in questa piovosa notte italiana, è che la Gelmini si sia ispirata ad Obama per la sua Riforma della Scuola. Ecco, se stasera la stella di Obama vincerà, avremo vinto un po’ anche noi che abbiamo la nostra “Stella” all’Istruzione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: