D’ADDARIO AD ANNOZERO? LA REAZIONE DEL PDL (FOTO)

Gli_ammutinati_del_Bounty

NOTE DI WILDGRETA:

Qualcuno dice che i deputati del PDL invitati stasera ad Anno Zero avrebbero annullato la loro partecipazione per paura che la D’Addario li riconoscesse…le solite malelingue.Altri dicono che,alla fine, l’intervista alla D’Addario verrà annullata.Altri ancora che non si dovrebbe più parlare delle escort.Insomma, le idee su quello che si dovrebbe fare o non fare sono tante e non sempre chiare, ma visto che si sono espressi tutti, mi esprimo anch’io: è giusto intervistare la D’Addario, è assurdo annullare la partecipazione al programma. Se uno ha la coscienza tranquilla, non vedo perchè dovrebbe preoccuparsi di ciò che potrebbe dire una persona al centro di un caso giudiziario che non lo riguarda. Il tema sull’etica e sulla moralità che dovrebbero avere i politici è sacrosanto, anche perchè il destino della D’Addario era l’Europa. Conoscere chi ci rappresenta o avrebbe potuto rappresentarci in Europa, quindi, è un problema che riguarda tutti, così come riguardano tutti noi i motivi che spingono questo o quel leader politico a candidare una persona piuttosto che un’altra. Fine del parere personale, con buona pace dei discorsi su donne oggetto e cose del genere.E’ talmente palese che in Italia le donne in politica contino meno0 di zero, che mi stupisce che qualcuno si stupisca ancora.

Annunci

BERLUSCONI, “NON HO SCHELETRI NELL’ARMADIO”: NON APRITE QUELLA PORTA

D’Addario a Parigi: I Love Silvio (tutti gli articoli)

Lo show di Patrizia sulla stampa estera "E' il fogliettone dell'estate"

La locandina della serata ‘I love Silvio’ nel locale parigino Globo

L’Observer ragiona sulla situazione italiana considerata ormai una anomalia

E in moltio sottolineano le nuove difficoltà, dalla grana del Sud alla D’Addario

“Ma cos’altro deve accadere?”La stampa inglese e il caso Berlusconi

articoli correlati:

D’ADDARIO: “AI MAGISTRATI HO RACCONTATO ANCHE DI RICHIESTE

PARTICOLARI”

D’ADDARIO SHOW PARIGINO: SALA ROSSONERA E MASCHERE DEL PREMIER

D’ADDARIO A PARIGI: COMMENTI STAMPA ESTERA

Dal nostro inviato VINCENZO NIGRO

“Ma cos’altro deve accadere?” La stampa inglese e il caso Berlusconi

LONDRA – “Se un uomo di 72 anni, sposato, nonno, può rifiutarsi di chiarire una sua relazione con una ragazza di 18 anni e riesce a sopravvivere alla disseminazione di registrazioni in cui discute di orgasmi e masturbazioni nel letto con una prostituta, allora bisogna chiedersi cosa potrebbe metterlo al tappeto”: la domanda che John Hooper, corrispondente dell’Observer da Roma, pone al cuore del suo articolo di stamane riassume il senso si estraneità, di anomalia crescente con cui la stampa britannica guarda agli scandali del premier ma soprattutto all’incapacità del sistema politico italiano di costruire una reazione, una via d’uscita per tutelare le sorti del paese.

Hooper inizia citando la barzelletta volgare che Berlusconi ha raccontato ai suoi deputati prima di salutarli per le ferie (“La sapete l’ultima sulla D’Addario? Dice che Berlusconi non è un santo, ma in effetti sco…. come un dio.”). Il giornale londinese continua ricordando che “la stampa di mezzo mondo ha raccontato gli scandali che avrebbero atterrato qualsiasi altro uomo di stato in qualsiasi altro posto del mondo. Ma Berlusconi sembra blindato”.

Eppure i primi segnali di debolezza iniziano ad emergere. L’Observer racconta della manovra politica messa in piedi da Micciché e dall’Mpa di Lombardo: “Esasperati dalle continue concessioni del premier alla Lega Nord, un gruppo di ribelli meridionali del Pdl ha proposto di creare un “partito del Sud” che possa avere la stessa capacità di pressione della Lega”. Berlusconi per l’Observer avrebbe “neutralizzato la minaccia con il sistema consolidato che da tempo usano i primi ministri italiani (in casi del genere), scaricando soldi sul Mezzogiorno”. Per l’Observer però la “rivolta del Sud” indica due problemi per il premier: questa è stata la prima fronda interna al Pdl che Berlusconi abbia dovuto fronteggiare, “gli scandali non lo hanno messo al tappeto, ma lo hanno danneggiato”. Secondo, “forse non è una coincidenza che quando hanno chiesto a Giulio Tremonti se si considera l’erede di Berlusconi, quello abbia risposto che è difficile “immaginare di succedere a una personalità così straordinaria”. Difficile, ma non impossibile, il che di fatto non è una smentita”.

Sul Times invece c’è un’altra apertura di pagina, dedicata alla notte che Patrizia D’Addario ha trascorso venerdì in un club di Parigi. L’articolo racconta la serata parigina della escort così come riferita dalla stampa italiana, ricorda il suo desiderio “voglio farmi un’altra vita, essere una modella, lavorare in uno show”. La D’Addario dice di sentirsi sicura a Parigi, “qui posso respirare, la gente non prova a fregarmi. Tutto quello che ho fatto è di dire la verità, voglio dire a chi non mi ama che non bisognerebbe nascondere la verità”. La D’Addario avrebbe in preparazione un libro – chiude il Times – e probabilmente solo parte delle sue registrazioni sono state rese pubbliche, il che significa che potrebbero essere in arrivo altri nastri registrati nella stanza da letto di Berlusconi.

(LA REPUBBLICA 2 agosto 2009)

FESTE PREMIER: CHI NON C’ENTRA CON LE ESCORT ALZI LA MANO

Licia Nunez

(foto da Ipercaforum)

DI WILDGRETA

Insomma, quante sono le escort, o prostitute, quante le attrici, quante le ragazze immagine che partecipavano alle feste di Berlusconi? E quante sono le escort, o prostitute, le attrici, le ragazze immagine a cui è stato promesso un seggio a Strasburgo, una partecipazione al Grande Fratello o un ruolo in una fiction? Tanto una cosa vale l’altra, pur di avere un posto al sole.Ogni giorno leggiamo di qualche ragazza fra quelle che frequentavano le famose feste del premier, che si “dissocia dalle escort”.In pratica, alcune venivano pagate per le prestazion i sessuali, altre invece venivano aiutate “gratis”. Oggi è la volta di Licia Nunez che in una interessante intervista definisce Berlusconi un ” un paterno consulente artistico“. Altro che Lele Mora e compagni, la barese Nunez poteva ottenere consulenze artistiche prendendo appuntamento direttamente con il premier.Alla D’Addario, invece, Tarantini aveva parlato di un seggio in Europa. E così le ragazze con la “farfalla al collo” discutevano tra loro su cosa sarebbe stato meglio tra politica, fiction o reality. Tanto andare al Grande Fratello o diventare parlamentare europeo sono più o meno la stessa cosa.

Di seguito la raccolta delle interviste alle varie ragazze interrogate o “nominate” dopo l’inchiasta di Bari e le rivelazioni di Patrizia D’Addario.

LICIA NUNEZ:”Non c’entro con le escort.Berlusconi è un paterno consulente artistico”

D’ADDARIO:TARANTINI MI PARLO’ DI UN SEGGIO A STRASBURGO

Berlusconi/D’Addario: Anche l'”Angelina Jolie” di Bari alle feste di Silvio

Bari, Feste Premier: Chi è Sabina Began

Vernola:”La Brambilla chiedeva per le liste nomi di belle ragazze

con il book”

Feste Berlusconi, un’altra testimone:”A Palazzo Grazioli col premier e altre venti ragazze”


D’Addario/Berlusconi, l’Espresso:Sesso Soddisfacente, intercettazioni terza parte

https://i2.wp.com/spotanatomy.libero.it/wp-content/uploads/2009/03/yes.jpg


BERLUSCONI/ D’ADDARIO, REGISTRAZIONI 3 PARTE: SESSO SODDISFACENTE

———————————————————————————————————————————————

D’ADDARIO/BERLUSCONI:AGGIORNAMENTI 22 LUGLIO

(immagine archivio)

Berlusconi: “Non sono un santo, lo capiscano a ‘Repubblica’”

————————————————————————

Putin: ‘Mai regalati letti a Berlusconi…’

————————————————————————

Zappadu: ”Le mie foto fanno più paura delle registrazioni della D’Addario”

———————————————————————————————————————

BERLUSCONI/D’ADDARIO, INTERCETTAZIONI: NUOVI AUDIO L’ESPRESSO

—————————————————————————————————————–

D’ADDARIO/BERLUSCONI: INTERCETTAZIONI (AUDIO E TRASCRIZIONI)

sabina began

(Sabina Began, detta “l’ape regina” ritratta durante una delle feste a Villa Certosa-fonte Dagospia)

LEGGI E ASCOLTA: Berlusconi/D’Addario: Intercettazioni (trascrizioni e audio)

Su Internet gli audio della D’Addario Scontro gruppo Espresso-Berlusconi

———————————————————————————————————

BERLUSCONI/D’ADDARIO, INTERCETTAZIONI: NUOVI AUDIO L’ESPRESSO

———————————————————————————————————-

DI WILDGRETA

Ecco le registrazioni audio che Patrizia D’Addario ha fatto a conferma di quanto ha dichiarato a inquirenti dell’inchiesta di Bari e ai giornali. Era tutto vero. Capezzone consiglia a L’Espresso di farsi una vacanza, io consiglio a Capezzone il ritiro dalla politica.Infatti lui non fa più politica, essendo impegnato a difendere l’indifendibile. Se volete ascoltare le registrazioni ecco il link, più avanti, invece, c’è l’articolo in cui il governo se la prende con L’Espresso, perchè “pesca nel torbido”. Forse Rotondi, Capezzone e la Boniver non hanno capito che qui non si tratta più di pescare, in quanto tutta la melma possibile è già emersa e una parte di quella melma siede addirittura in parlamento e vota i provvedimenti che riguardano milioni di cittadini. E’ questo il vero scandalo, Rotondi, non la sesso-dipendenza di un uomo sul viale del tramonto.

Su Internet gli audio della D’Addario Scontro gruppo Espresso-Berlusconi

ROMA
S’infiamma la polemica tra il gruppo Espresso e Berlusconi. Le registrazioni audio degli incontri con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi fatte dalla escort Patrizia D’Addario a Palazzo Grazioli sono on line sul sito dell’Espresso. Gli incontri riguardano una festa a metà ottobre 2008, poi quella del 4 novembre; mentre sono pubblicate anche due telefonate del 5 novembre, una della D’Addario con Giampaolo Tarantini e l’altra ancora con Berlusconi.

La maggioranza insorge e protesta contro quella che viene definita dal ministro Rotondi una «violazione di ogni etica nella comunicazione». La divulgazione delle registrazioni – rincara Rotondi –  «fa capire quanto alta è l’intimidazione sul governo e quanto sereno e pulito è il servizio di Berlusconi alla guida del Paese». «Il gruppo Espresso-Repubblica è come il proverbiale ultimo giapponese. Ma, nonostante tanti sforzi, la bolla del pettegolezzo e del fango contro Silvio Berlusconi e il Governo si è già sgonfiata. E allora resta solo il tentativo patetico di rianimare una campagna giornalistica già morta. Si rassegnino, e si facciano una vacanza: ne hanno evidentemente bisogno» dice il portavoce del Pdl Capezzone. Sulla stessa linea la deputata Margherita Boniver: «Ancora una volta L’Espresso si distingue per l’appassionato desiderio di verità: frugando e rifrugando nella spazzatura è riuscito a riciclare brandelli di registrazioni sconclusionate e datate. Sarebbe meglio che prendessero qualche tempo di meritato riposo».

LA STAMPA 20 LUGLIO 2009

articoli correlati aggiornamento continuo:

PATRIZIA D’ADDARIO HA DISTRUTTO ANCHE MIO MARITO

“PAPI, UN CASO POLITICO”, ANTEPRIMA: IL TEMPERINO PORNO DI SILVIO

Berlusconi: “Non sono un santo, lo capiscano a ‘Repubblica’”

————————————————————————

Putin: ‘Mai regalati letti a Berlusconi…’

————————————————————————

Zappadu: ”Le mie foto fanno più paura delle registrazioni della D’Addario”

———————————————————————————————————————

BERLUSCONI/D’ADDARIO, INTERCETTAZIONI: NUOVI AUDIO L’ESPRESSO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: