Del Turco, “Veltroni una delle figure meno nobili del Pd”

https://i2.wp.com/www.criticaliberale.it/public/upload/image/veltroni%20e%20berlusca.bmp

POL – Del Turco: Orgoglioso di un paese governato da Berlusconi

Roma, 9 gen (Velino) – ”Finalmente uno squarcio di luce” . Crolla il castello accusatorio nei confronti dell’ex governatore dell’Abruzzo, Ottaviano Del Turco, che ad un anno e mezzo dal clamoroso arresto, in attesa del processo, torna a parlare della sua vicenda giudiziaria e si definisce metafora ”la metafora vivente della situazione della giustizia italiana”. Una vicenda cominciata nel luglio del 2008 quando la Procura di Pescara, guidata da Nicola Trifuoggi, chiese il suo arresto, ipotizzando un pagamento di tangenti nel settore della sanità privata della regione Abruzzo. Dopo un mese passato nel carcere di Sulmona, il governatore ottenne gli arresti domiciliari ribadendo la propria totale estraneità alla vicenda. La giunta regionale di centrosinistra, travolta dallo scandalo, venne sconfitta alle elezioni che si sarebbero tenute cinque mesi più tardi. Oggi viene fuori che dalle carte processuali, sono emersi alcuni rapporti dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Banca d’Italia che vanno nella direzione opposta da quella imboccata dalla procura di Pescara: Del Turco, da governatore dell’Abruzzo non favorì affatto la le cliniche private – come invece aveva sostenuto il suo principale accusatore, il re della sanità privata abruzzese, Vincenzo Angelini – “ma avviato invece un drastico taglio alle richieste illegittime dello stesso Angelini”.

Leggi il seguito di questo post »

Riesame, Del Turco chiede di tornare libero


PESCARA. Del Turco, Quarta, Masciarelli e gli altri indagati eccellenti della Sanitopoli abruzzese ora sperano nel tribunale del Riesame dell’Aquila per ottenere la libertà. Sono scaduti ieri i termini per presentare le istanze di appello contro l’ordinanza con cui il 19 settembre il gip ha detto no alla libertà. Tutti gli avvocati le hanno depositate. Il tribunale decide entro venti giorni dalla ricezione degli atti. Leggi il seguito di questo post »

20 anni di illegalità: così la politica marcia ha distrutto l’Abruzzo

dal sito www.primadinoi.it

1993 LA SANITA’ DOPO GLI ARRESTI DELLA GIUNTA. ABRUZZO. Quando si scopre che da sempre si denunciano scandali su scandali, che la sanità è una palude dove si annidano illegalità su illegalità è difficile oggi credere ancora ad una minima speranza di ravvedimento della politica unica responsabile dei mali di oggi. Leggi il seguito di questo post »

Scandalo sanità Abruzzo: i pm cercano ancora i soldi finiti all’estero

Il tesoro

Enrico Nardecchia
L’inchiesta va avanti, Angelini potrebbe essere interrogato sulle nuove accuse. Si indaga sul ruolo ricoperto dall’uomo della Deutsche Bank nella transazione Processo rapido, sì. Soddisfazione per l’ottavo interrogatorio, sì. Leggi il seguito di questo post »

Tangenti Sanità: presentata istanza scarcerazione ma la Procura potrebbe opporsi

Del Turco e compagni verso la libertà
sabato 13 settembre 2008
Martedì le istanze di scarcerazione, la Procura potrebbe però opporsi per le interviste rilasciate
Chiuso l’incidente probatorio, che ha segnato un momento importante della inchiesta con piena soddisfazione della Procura della Repubblica, che ha visto confermare la credibilità del dottor Vincenzo Angelini …

Leggi il seguito di questo post »

Sanità in Abruzzo, Angelini tira in ballo Fassino, Forza Italia e i servizi segreti

Incidente probatorio per il grande accusatore di del turco
Sanità in Abruzzo, Angelini tira in ballo Fassino, Forza Italia e i servizi segreti
«Proteggeva i miei avversari». La replica: «Cercano di coprire i 500 mila euro a Forza Italia» Leggi il seguito di questo post »

Angelini conferma in aula “Ho pagato quelle tangenti” e parla di minacce di morte

Note: in fondo all’articolo troverete più di cento commenti dei cittadini abruzzesi.


Vincenzo Angelini

Libri, mele e quadri. E soprattutto soldi, tangenti. Vincenzo Angelini (nella foto) ha confermato tutto, per filo e per segno. Il primo giorno dell’incidente probatorio della sanitopoli abruzzese si è rivelato un successo della strategia accusatoria: “Quando portavo i soldi a Del Turco lui non li guardava nemmeno e parlava d’arte…”, ha riconfermato in aula il re delle cliniche private.

Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: