BERLUSCONI, “NON HO SCHELETRI NELL’ARMADIO”: NON APRITE QUELLA PORTA

GUZZANTI TORNA ALLA CARICA CON LE FAMOSE INTERCETTAZIONI HARD


IL BLOG DI GUZZANTI DI NUOVO IN TILT PER LA QUANTITA’ DI ACCESSI.UN CONSIGLIO: FACCIA QUESTA BENEDETTA “MIGRAZIONE”.MAGARI RESTERA’ OFFLINE QUALCHE GIORNO, MA POI POTRA’ REGGERE GLI ASSALTI DELLE MIGLIAIA DI PERSONE CHE, A DISTANZA DI MESI, CERCANO ANCORA I TESTI DI QUELLE INTERCETTAZIONI…

Guzzanti attacca il Cavaliere: “Ha corrotto la femminilità italiana”

Sul suo blog l’ex deputato del Pdl: “Berlusconi ha un atteggiamento ‘puttaniero'”. E alla Dire conferma: Le intercettazioni sono vere e due deputati lo sanno…. Cariche altissime si raccontano cose indecenti’

CONTINUA A LEGGERE

D’ADDARIO/BERLUSCONI:AGGIORNAMENTI 22 LUGLIO

(immagine archivio)

Berlusconi: “Non sono un santo, lo capiscano a ‘Repubblica’”

————————————————————————

Putin: ‘Mai regalati letti a Berlusconi…’

————————————————————————

Zappadu: ”Le mie foto fanno più paura delle registrazioni della D’Addario”

———————————————————————————————————————

BERLUSCONI/D’ADDARIO, INTERCETTAZIONI: NUOVI AUDIO L’ESPRESSO

—————————————————————————————————————–

D’ADDARIO/BERLUSCONI: INTERCETTAZIONI (AUDIO E TRASCRIZIONI)

sabina began

(Sabina Began, detta “l’ape regina” ritratta durante una delle feste a Villa Certosa-fonte Dagospia)

LEGGI E ASCOLTA: Berlusconi/D’Addario: Intercettazioni (trascrizioni e audio)

Su Internet gli audio della D’Addario Scontro gruppo Espresso-Berlusconi

———————————————————————————————————

BERLUSCONI/D’ADDARIO, INTERCETTAZIONI: NUOVI AUDIO L’ESPRESSO

———————————————————————————————————-

DI WILDGRETA

Ecco le registrazioni audio che Patrizia D’Addario ha fatto a conferma di quanto ha dichiarato a inquirenti dell’inchiesta di Bari e ai giornali. Era tutto vero. Capezzone consiglia a L’Espresso di farsi una vacanza, io consiglio a Capezzone il ritiro dalla politica.Infatti lui non fa più politica, essendo impegnato a difendere l’indifendibile. Se volete ascoltare le registrazioni ecco il link, più avanti, invece, c’è l’articolo in cui il governo se la prende con L’Espresso, perchè “pesca nel torbido”. Forse Rotondi, Capezzone e la Boniver non hanno capito che qui non si tratta più di pescare, in quanto tutta la melma possibile è già emersa e una parte di quella melma siede addirittura in parlamento e vota i provvedimenti che riguardano milioni di cittadini. E’ questo il vero scandalo, Rotondi, non la sesso-dipendenza di un uomo sul viale del tramonto.

Su Internet gli audio della D’Addario Scontro gruppo Espresso-Berlusconi

ROMA
S’infiamma la polemica tra il gruppo Espresso e Berlusconi. Le registrazioni audio degli incontri con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi fatte dalla escort Patrizia D’Addario a Palazzo Grazioli sono on line sul sito dell’Espresso. Gli incontri riguardano una festa a metà ottobre 2008, poi quella del 4 novembre; mentre sono pubblicate anche due telefonate del 5 novembre, una della D’Addario con Giampaolo Tarantini e l’altra ancora con Berlusconi.

La maggioranza insorge e protesta contro quella che viene definita dal ministro Rotondi una «violazione di ogni etica nella comunicazione». La divulgazione delle registrazioni – rincara Rotondi –  «fa capire quanto alta è l’intimidazione sul governo e quanto sereno e pulito è il servizio di Berlusconi alla guida del Paese». «Il gruppo Espresso-Repubblica è come il proverbiale ultimo giapponese. Ma, nonostante tanti sforzi, la bolla del pettegolezzo e del fango contro Silvio Berlusconi e il Governo si è già sgonfiata. E allora resta solo il tentativo patetico di rianimare una campagna giornalistica già morta. Si rassegnino, e si facciano una vacanza: ne hanno evidentemente bisogno» dice il portavoce del Pdl Capezzone. Sulla stessa linea la deputata Margherita Boniver: «Ancora una volta L’Espresso si distingue per l’appassionato desiderio di verità: frugando e rifrugando nella spazzatura è riuscito a riciclare brandelli di registrazioni sconclusionate e datate. Sarebbe meglio che prendessero qualche tempo di meritato riposo».

LA STAMPA 20 LUGLIO 2009

articoli correlati aggiornamento continuo:

PATRIZIA D’ADDARIO HA DISTRUTTO ANCHE MIO MARITO

“PAPI, UN CASO POLITICO”, ANTEPRIMA: IL TEMPERINO PORNO DI SILVIO

Berlusconi: “Non sono un santo, lo capiscano a ‘Repubblica’”

————————————————————————

Putin: ‘Mai regalati letti a Berlusconi…’

————————————————————————

Zappadu: ”Le mie foto fanno più paura delle registrazioni della D’Addario”

———————————————————————————————————————

BERLUSCONI/D’ADDARIO, INTERCETTAZIONI: NUOVI AUDIO L’ESPRESSO

ORE 18 PIAZZA NAVONA:DI PIETRO E LE MAGLIETTE “GIORGIO NON FIRMARE”

Giorgio Non Firmare

NELL’AMBITO DELLO SCIOPERO DEI BLOG CHE PROTESTANO CONTRO IL DDL ALFANO, L’ITALIA DEI VALORI ALLE ORE 18 Da’ APPUNTAMENTO IN PIAZZA NAVONA, DOVE ANTONIO DI PIETRO E IL COORDINATORE DEL LAZIO, SEN. STEFANO PEDICA, DISTRIBUIRANNO LE MAGLIETTE “GIORGIO NON FIRMARE”, OVVERO UN INVITO A GIORGIO NAPOLITANO A NON FIRMARE IL DDL INTERCETTAZIONI O DDL ALFANO, CHE OLTRE ALLE NORME CHE IMPEDISCONO LA PUBBLICAZIONE E LIMITANO FORTEMENTE LE INTERCETTAZIONI, CONTIENE LA NORMA COSIDDETTA “AMMAZZABLOGGER”.

ALLE ORE 19, SEMPRE IN PIAZZA NAVONA, SI TERRA’ LA MANIFESTAZIONE INDETTA DAL COORDINAMENTO BLOGGER “DIRITTO ALLA RETE”, SEMPRE CONTRO LE LEGGI CHE VOGLIONO IMBAVAGLIARE INTERNET.

14 luglio 2009

INTERCETTAZIONI LIMITATE, PLAUDE IL PARTITO DEI PEDOFILI:”VIOLANO LA PRIVACY”

https://i2.wp.com/static.blogo.it/crimeblog/pedofilia_01.jpg

di Wildgreta

Questi articoli spiegano in che modo il ddl intercettazioni renderà molto difficili le indagini sulla pedofilia, facendo un insperato regalo ai pedofili. Personalmente, penso che con queste limitazioni, l’Italia diventerà un paese ideale per i pedofili.

INTERCETTAZIONI, ANCHE IL PARTITO DEI PEDOFILI E’ CONTRO: “VIOLANO LA PRIVACY”

Così le norme sulle intercettazioni aiuteranno i pedofili a beffare la polizia

Intercettazioni, Caselli: si bloccherà il 50% dei processi

DDL INTERCETTAZIONI, MARIA CORDOVA:«Abbiamo arrestato ottanta pedofili. Ora sarà impossibile»

DDL INTERCETTAZIONI:LE PROTESTE NON FERMANO LO SCEMPIO

DI WILDGRETA

Parlavano di sicurezza, volevano rendere le nostre città e le nostre vite più protette, ed ecco che in un solo colpo il governo dà il via libera a mafiosi, pedofili, delinquenti col colletto bianco, con l’autista o con la pistola. La pagina più nera di una democrazia, che forse non esiste nemmeno più dal giorno in cui la destra ha vinto le elezioni. Ma, come dice Berlusconi, “continuano a votarci, quindi andiamo avanti”. Come dargli torto? E invece si può dargli torto, pensando che avendo in mano l’informazione, la maggioranza degli elettori non sa cosa stia davvero succedendo nel nostro paese e di questo, purtroppo, dobbiamo ringraziare soprattutto i dirigenti del PD, ex DS, che nulla hanno fatto per impedire che accadesse qualcosa che sembra già irreparabile. Chissà se D’Alema, adesso, ha qualcosa da dire in proposito…

Alcuni dei commenti principali in questi articoli:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: