Berlusconi a Onna: Si paragona a De Gasperi, ma ricorda Mussolini (video)

————————————————————————

Mussolini inaugura le case popolari di Forlì, Berlusconi quelle di Onna (video)

——————————————————————————————————————–

note di Wildgreta: il titolo dell’articolo è mio, qui sotto potrete leggere l’amarezza di Pierangelo Giovannetti del quotidiano “l’Adige” per il comportamento del premier Silvio Berlusconi a Onna e a Porta a Porta del 15 settembre.

De Gasperi e Berlusconi,i fatti e le parole

TRENTO – Martedì sono state consegnate ai terremotati dell’Abruzzo le prime 94 casette realizzate ad Onna dai volontari trentini e finanziate dalla Provincia di Trento e dalla Croce Rossa. Duemilatrecento sono stati i volontari trentini, la maggior parte a titolo gratuito, che in questi cinque mesi dal sisma di aprile, si sono rimboccati le maniche per assicurare un tetto agli abruzzesi. Alla fine saranno 350 le case realizzate dai trentini, più tre chiese. Anche se il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha ignorato tutto questo nel suo show d’Abruzzo (e poi nel suo monologo televisivo in prima serata a Porta a Porta), attribuendo a sé tutto il merito di quanto fatto e realizzato, quello che conta è che un centinaio di famiglie abruzzesi da ieri hanno una casa. E se ce l’hanno è merito dei trentini, non di chi va a fare il pavone da Vespa, senza averne i titoli e i meriti. L’offesa più grossa, però, a questa terra e alla sua gente, il Premier l’ha arrecata nel comizio su Rai1 non solo scippando al Trentino il merito di quanto realizzato ad Onna, ma infangando l’uomo simbolo del Trentino e dei suoi valori, quello che più di tutti ha fatto per l’Italia tra i presidenti del consiglio: Alcide De Gasperi. Ancora una volta nella sua manìa di onnipotenza che non conosce ormai più limiti e pudori, Silvio Berlusconi ha ironizzato su De Gasperi e sulla sua guida dell’Italia della ricostruzione e della rinascita, facendo capire che non è nulla rispetto a quanto ha fatto lui. De Gasperi ha preso una Nazione distrutta e divisa, messa ai margini dalla comunità internazionale e per vent’anni priva di democrazia e libertà, e ne ha fatto un Paese libero e democratico, fortemente europeo, capace di diventare uno dei più progrediti al mondo. Perché De Gasperi i fatti li faceva, non andava a millantarli a Porta a Porta.

Pierangelo Giovanetti

l’Adige 17 settembre 2009

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: