Di Pietro: “Non sono sotto inchiesta”

“La Procura della Repubblica ha già archiviato il caso per ben due volte

“La Procura della Repubblica ha già archiviato il caso per ben due volte. E’ indagato chi è sotto indagine della Procura, non sotto accertamento della Corte dei Conti. Dal 2004 i magistrati hanno già dato torto a chi ha voluto attaccare Idv”. Così Antonio Di Pietro reagisce alla notizia pubblicata oggi dal Giornale sull’apertura di un’inchiesta nei suoi confronti da parte della Corte dei Conti sul finanziamento pubblico di Italia dei Valori. E attacca la Rai: “Siamo in una dittatura mediatica”.

“La Procura della Repubblica ha già archiviato il caso per ben due volte. E’ indagato chi è sotto indagine della Procura, non sotto accertamento della Corte dei Conti. Dal 2004 i magistrati hanno già dato torto a chi ha voluto attaccare Idv”. Così Antonio Di Pietro reagisce alla notizia pubblicata oggi dal Giornale sull’apertura di un’inchiesta nei suoi confronti da parte della Corte dei Conti sul finanziamento di Italia dei Valori (“A incassare il denaro non sarebbe IdV”, scrive il Giornale).

“Oggi tocca a me”
Il Giornale spiega l’ipotesi al vaglio della magistratura contabile: “un’associazione di tre soli soci, Di Pietro, un familiare e un fiduciario, che si chiama Italia dei Valori come il partito, si è sostituito ad esso sfruttando i controlli solo formali della Camera, richiedendo e percependo in sua vece questi fondi pubblici”.
“Il Giornale fa cosi, alcuni giornali sotto padrone utilizzano titoli diffamatori per mandare messaggi non ai propri elettori ma a chi vede questi titoli nelle rassegne stampa in tv. L’informazione è sempre più in mano a persone che hanno interesse a denigrare un avversario politico”. “Io come Berlusconi? Ma io non ho tre televisioni, un giornale, dei settimanali, non attacco uomini liberi!”.

“Sul caso Boffo non si può dire che c’è una nota informativa dela polizia che poi si rivela una velina – prosegue Di Pietro – Nel mio caso non si può dire ‘è indagato’ quando c’è un accertamento amministrativo. I giornali devono prima raccontare i fatti e poi commentare”.

Attesa per la Consulta
“Ci sono un miilone di cittadini che hanno firmato per eliminare il Lodo Alfano – E’ immorale che un premier faccia approvare una legge per non farsi processare”.

Agenda politica
“Testamento biologico: si deve avere il diritto di vivere e morire quando si vuole vivere e morire. Respingimenti: ributtare a mare i migranti come scarafaggi senza appurare se hanno diritto all’asilo è un invito alla xenofobia”, dice Di Pietro. che sui rapporti Fini-Berlusconi chiede un dibattito parlamentare che appuri lo stato di salute della maggioranza. Certo, se “fini passasse dalle parole ai fatti sarebbe meglio”

Irrealistica ipotesi elezioni anticipate
“Berlusconi dal ’94 si è messo in politica per motivi giudiziari. Per questo ha interesse a rimanere premier. Gasparri ha detto recentemente che non sono preoccupati dalle vicende giudiziarie perché ci sarà sempre un Ghedini-Ghedoni, un Lodo Alfano…Per questo contrasto Berlusconi”. Di Pietro ricorda poi l’assemblea programmatica di IdV a Vasto il 18-20 settembre, attenta a lavoro, scuola, crisi economica: “A novembre si richia la violenza per la crisi, non per le beghe fra politici”.

Alternativa di governo
“Noi di IdV vogliamo assumerci la responsabiiltà di ricostruire una coalizione riformista che offra al paese un programma su occupazione, sicurezza, solidarietà. L’IdV è all’ 8%: c’è un Congresso del partito ma la tv di Stato non ne parla”, aggiunge Di Pietro. “Sto ascoltando Marino, Franceschini e Bersani ma l’alleanza con il Pd si fa sui programmi”, dice Di Pietro sulla battaglia congressuale del Pd.

Dittatura mediatica
Nella cosa dell’intervista al direttore Corradino Mineo la dose di veleno riservata alla Rai, in particolare al direttore del Tg1 Augusto Minzolini, colpevole di non dare visibilità alle iniziative di Italia dei Valori. “Questa è una dittatura mediatica!”, denuncia Di Pietro. “Ma non crede che il sistema dell’informazione in Italia garantisca comunque il pluralismo?”, chiede Mineo. “Provi a parlare ancora di pluralismo e vedremo la fine che farà lei”, replica Di Pietro, alludendo alle prossima tornata di nomine Rai.

Fonte: http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=131552

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: