“MAGIC ITALY”: IL LOGO-BRAMBILLA E LE DIECI DOMANDE DEI GRAFICI ITALIANI

https://i0.wp.com/www.pruitiandrea.it/wp-content/uploads/2009/06/logo-magic-italy-sito-internet-italia.jpg

Le Dieci domande

1. Da chi è composto il team di grafici che l’hanno accompagnata nei voli di stato per lavorare al nuovo marchio per il Made in Italy?

2. A che titolo sono stati selezionati?

3. Ha già avuto modo in passato di avvalersi, a qualunque titolo, della collaborazione di questi grafici? Per quali lavori?

4. Qual’è il compenso totale riconosciuto loro?

5. Oltre a Lei e al team grafico chi altri, e a che titolo, partecipa alla definizione di questo progetto?

6. Chi ha redatto il brief su cui il team ha lavorato/sta lavorando?

7. Chi valuterà la corrispondenza qualitativa del risultato alle finalità richieste?

8. Che budget è stato messo a disposizione per questo progetto?

9. A quanti e quali ministeri e/o dipartimenti fa capo il suddetto progetto?

10. È stato richiesto un parere al Consiglio Nazionale del Design?

l premier: «servirà a rilanciare il turismo in italia»

Berlusconi vara “Magic Italy” Ma il logo è bocciato dalla Rete

Lo slogan lanciato in tv dalla Brambilla. La blogosfera: «Sembra una televendita». Il ministro: «Solo una bozza»

Brambilla e Berlusconi (Fotogramma)
Brambilla e Berlusconi (Fotogramma)

MILANO – L’ha presentato di notte, negli studi di Emilio Fede, in piena maratona elettorale: «Sono molto ansiosa di mostrare l’immagine nuova dell’Italia alla quale il presidente Berlusconi lavora da giorni». Michela Vittoria Brambilla ha aperto la cartelletta che portava con sé e, con una certa soddisfazione, ha lanciato lo slogan: “Magic Italy”. Illustrato con una scritta su sfondo scuro con banda tricolore che, ha spiegato il ministro per il Turismo al Tg4, «sarà il marchio protagonista della nostra campagna di spot» (per poi precisare più tardi che si tratta ancora di una bozza). Una conferma è arrivata dallo stesso premier durante l’assemblea di Confartigianato: «Stanotte ho varato il marchio ‘Magic Italy’ per rilanciare il turismo in Italia» ha annunciato Berlusconi, che si sarebbe occupato personalmente degli ultimi ritocchi. «Il nostro obiettivo, che è anche la missione del ministro, è raddoppiare in quattro anni il Pil rappresentato dal turismo: dal 10 al 20%. Abbiamo la possibilità di farlo».

REAZIONI – Ma il logo – almeno nella versione presentata al Tg4 – era già rimbalzato in Rete, assieme al video della Brambilla. Risultato? I giudizi della blogosfera sono stati impietosi. Si parte dalla stroncatura di SocialDesignZine, che ha svelato sul web il nuovo simbolo: «Questo accrocchio di luminescente barbarie grafica non ha né struttura, né status, né dignità di marchio: ci sembra scarsamente applicabile in qualsiasi contesto». Emmebi scrive sul suo blog: «Magic Italy odora di televendite notturne dei primi anni delle tv commerciali. Sembra che da un momento all’altro salti fuori Giorgio Mastrota. E poi Umberto Smaila con le ragazze cin-cin». Cattiva Maestra, invece, si chiede: «Magic Italy sarà principalmente una campagna per gli old media o sbarcherà anche sul Web? E in tutto questo, che fine farà l’annunciato rilancio del progetto Italia.it sotto le insegne del dominio Italia.info?». Su Facebook è già nato il gruppo “Magic Italy Go Home”: «Quel marchio – si legge – è offensivo per un paese che continua a vantare una decorosa, a volte gloriosa, cultura del progetto».

IL PORTALE – Il timore, che si coglie dalle numerose critiche sparse in Rete, è che “Magic Italy” possa bissare il flop del portale italiano per il turismo: nonostante un investimento di 45 milioni di euro, Italia.it venne infatti chiuso nel gennaio 2008 dopo circa un anno di vita (e una marea di polemiche). Ma il nuovo governo ha deciso di riprovarci: a gennaio il ministro Brunetta ha siglato proprio con la Brambilla il protocollo di intesa per “la messa on line del portale nazionale del turismo” (qui il file in pdf). La dote, in questo caso, è di 10 milioni di euro.

LA REPLICA – Ma è lo stesso ministro a precisare al Corriere.it che lo slogan “Magic Italy”, in realtà, fa parte della «nuova campagna di spot televisivi per i paesi esteri, che il ministero del Turismo diffonderà entro la fine del mese». «Il Presidente del Consiglio lo sta curando in prima persona, con grande impegno – prosegue la Brambilla. – I contenuti degli spot, la colonna sonora prescelta e la grafica di “Magic Italy” , ancora in corso di definizione, verranno resi noti in conferenza stampa entro la fine del mese di giugno. Nei giorni scorsi sono intanto state mostrate alcune bozze non definitive dello slogan che verrà inserito con grafica animata in coda agli spot». «Il Presidente del Consiglio ed il ministero del Turismo – aggiunge il ministro – stanno inoltre lavorando al nuovo logo dell’Italia, che comparirà in tutta la comunicazione ufficiale – dal nuovo portale alle pubblicazioni di ogni genere. Pur essendo ancora in corso di definizione, possiamo però anticipare che i colori utilizzati saranno il bianco, il nero, il rosso ed il verde. Si ritiene di poterlo presentare in via ufficiale nel corso della medesima conferenza stampa. Solo in quella data sarà quindi possibile commentare la nuova immagine dell’Italia, che ci auguriamo incontrerà il gradimento di tutti. Ed è facilmente immaginabile quale grande studio e confronto vi sia a monte della realizzazione dei progetti menzionati». Per adesso, dunque, si sta discutendo solo di una bozza. Una cosa è certa: questa immagine, così com’è, alla Rete non piace. Proprio come accadde al celebre “cetriolone” di Italia.it.

Germano Antonucci
CORRIERE DELLA SERA 11 giugno 2009(ultima modifica: 12 giugno 2009)

Annunci

Una Risposta to ““MAGIC ITALY”: IL LOGO-BRAMBILLA E LE DIECI DOMANDE DEI GRAFICI ITALIANI”

  1. gbravin Says:

    Avete avuto risposte nel frattempo? Il nuovo portale italia.it mi sembra molto scarno ed insufficiente se si vogliono attirare turisti dall’estero. (scopo principale)
    Le traduzioni dall’italiano alle altre lingue estere sono “molto limitate” se paragonate ad altri siti esteri aventi lo stesso scopo, oppure alla Alitalia.
    P.S. Il sito di Trenitalia offre solo l’inglese come seconda lingua, e si traduce solo “arrivi e partenze”.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: