CANDIDATE PDL: CIARPAME PER VERONICA, NATE PER L’EUROPA PER SILVIO

https://i0.wp.com/iltafano.typepad.com/photos/uncategorized/2008/06/28/eleonora_gaggioli_berlusconi.jpg

Veronica Lario: «L’uso delle donne per le Europee? Ciarpame senza pudore»

«Potere senza ritegno offende le donne»

La moglie del premier: «Voglio che sia chiaro che io e i miei figli siamo vittime e non complici»

https://i0.wp.com/www.haisentito.it/img/angela-sozio.jpg http://dicolamia.typepad.com/.a/6a00d834521e7569e201156eb95f95970c-800wi

(Barbara Matera, candidata confermata)

Pdl e Europee: fuori la«rossa», dentro l’ex tronista

Lara Comi confermata la sua candidatura: un video imbarazzante

ROMA – «Ciarpame senza pudore». Così, Veronica Lario definisce, in una dichiarazione all’Ansa, l’uso delle candidature delle donne che a suo avviso si sta facendo per le elezioni europee. La signora Berlusconi ha deciso di mettere per iscritto in una mail – in risposta ad alcune domande sul dibattito aperto dall’articolo pubblicato lunedì dalla Fondazione Farefuturo – il suo stato d’animo di fronte a ciò che hanno scritto martedì i giornali sulle possibili candidate del Pdl alle europee. «Voglio che sia chiaro – spiega – che io e i miei figli siamo vittime e non complici di questa situazione. Dobbiamo subirla e ci fa soffrire».

LA DONNA IN POLITICA – Alla domanda su cosa pensa del ruolo delle donne in politica, alla luce delle polemiche di queste ore, Veronica Lario risponde che «per fortuna è da tempo che c’è un futuro al femminile sia nell’imprenditoria che nella politica e questa è una realtà globale. C’è stata la Thatcher e oggi abbiamo la Merkel, giusto per citare alcune donne, per potere dire che esiste una carriera politica al femminile». «In Italia – aggiunge la moglie del presidente del Consiglio – la storia va da Nilde Jotti e prosegue con la Prestigiacomo. Le donne oggi sono e possono essere più belle; e che ci siano belle donne anche nella politica non è un merito nè un demerito. Ma quello che emerge oggi attraverso il paravento delle curve e della bellezza femminile, e che è ancora più grave, è la sfrontatezza e la mancanza di ritegno del potere che offende la credibilità di tutte e questo va contro le donne in genere e soprattutto contro quelle che sono state sempre in prima linea e che ancora lo sono a tutela dei loro diritti». Leggi il seguito di questo post »

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: