Terremoto, Berlusconi:”non riempire i giornali solo di inchieste”.

https://i0.wp.com/www.associazionelagunari.it/images/30_anni_terremoto_1976_03.jpg

Nel 1976 il terremoto  in Friuli ebbe un  bilancio devastante: oltre 1.000 morti, migliaia i feriti, 40.000 persone senza casa, danni ingenti alla rete ferroviaria e viaria, industrie sbriciolate

di Wildgreta

Avete capito, giornalisti? Hai capito, Bonini? Tu e quella storia della sabbia nel cemento? Concentratevi sulla ricostruzione, come dice il premier. Come? Non sapreste cosa dire? Bè, è semplice: la sera chiamate l’ufficio stampa del Premier e gli chiedete cosa dovete pubblicare. “Casette di legno entro giugno”, “Tutte le scuole riaperte il 1 settembre”, “Tutti gli studenti sitemati in un apposito villaggio da quasi subito”, “Tutto il centro storico de L’Aquila ricostruito identico”, “Due tailleur neri sul mio conto”, “Una dentiera nuova alla signora”, “vacanze in hotel per tutti”, “per ora, fine settimana in camping “.  Come dice la Gelmini, “Lasciate fare a Berlusconi che nell’edilizia è un genio. Fategli fare il premier- imprenditore”. Poi dicono che non ci sono notizie da dare….

Comunque, quello “scellerato” del procuratore Rossini ha risposto a Berlusconi dicendogli che non c’è alcun nesso, fra ricostruzione e inchieste. Che scandalo, dovrebbe imparare da Lorena Bianchetti come si omaggiano i Presidenti del Consiglio. Di seguito le due dichiarazioni.

TERREMOTO: BERLUSCONI, SI’ A INCHIESTE MA PRIMA RICOSTRUIRE

‘PER ASSERIRE RESPONSABILITA’ CI DEVONO ESSERE COSE CONVINCENTI’
L’Aquila, 18 apr. – (Adnkronos) – “Ben vengano le inchieste”, ma ora concentriamoci sulla ricostruzione. Silvio Berlusconi fa il punto sull’emergenza terremoto in Abruzzo nella sede della caserma della Gdf di Coppito, frazione de L’Aquila dopo una lunga visita delle tendopoli di Pianola. Il presidente del Consiglio invita la stampa “a non riempire i giornali” solo di inchieste che vanno fatte per accertare eventuali responsabilita’, perche’ ora e’ il momento “di pensare soprattutto alla ricostruzione”.TERREMOTO: PROCURATORE,

L’INCHIESTA NON E’ PERDITA DI TEMPO

(ASCA) – L’Aquila, 18 apr – L’inchiesta sui crolli a L’Aquila ”non e’ una perdita di tempo”. Cosi’ il Procuratore del capoluogo abruzzese, Alfredo Rossini, ha commentato le dichiarazioni del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. ”Non vedo che nesso possa esserci tra la ricostruzione e l’accertamento delle eventuali responsabilita”’.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: