Mediaset: la tragedia di Eluana nelle mani di Fede. Mentana si dimette

eluana1

di Wildgreta

Una delle peggiori pagine politiche italiane viene chiusa direttamente da Eluana, che vola via alle 20.10 di stasera. Saranno infiniti gli strascichi di questa tragedia, e le parole senza senso che continueranno a trasmettere i telegiornali. I servizi sulla sua stanza vuota, le suore, Gasparri, i dubbi sulla morte, per alcuni troppo repentina, per i medici prevedibile. E poi il Vaticano, Ruini. E, alla fine, persino Emilio Fede che, dopo anni di sberleffi,  può tornare  protagonista.Così si chiude questa giornata triste e , per certi versi, memorabile, per la retorica profusa a piene mani dalla tv filogovernativa (tutta). E la domanda che si pongono in tanti  è una sola: “Ma a questi politici con gli occhi lucidi, interessava davvero la fine della finta vita di Eluana Englaro? E tutti coloro che hanno crocefisso suo padre, e continueranno a farlo nei prossimi giorni, hanno una vaga idea di cosa sia la pietà nei confronti del prossimo?
E allora, ai loro  commenti falsi, non dedicherò neppure una riga. Ritengo più interessanti le dimissioni di Mentana e la fine di Matrix che, nel bene o nel male, sono un segno di ribellione nei confronti del “padrone” che ti fa fare quello che vuoi finchè ne ha voglia, ma quando serve, provvede a farti capire chi comanda. Matrix cancellato, dimissioni accettate immediatamente. Un minuto per dimenticare un professionista fintamente stimato. Perchè l”interesse superiore (politico ed economico) non può mai essere sacrificato alla riconoscenza.

Dimissioni subito Accettate da Mediaset

Va in onda il Gf, Mentana: «Mi dimetto»

Il conduttore di Matrix: «Il palinsesto non è cambiato, me ne vado. Non esiste solo l’audience» Leggi il seguito di questo post »

ELEZIONI REGIONALI SARDEGNA, CANDIDATI: I SUCCESSI DI SORU COME GOVERNATORE

Un sardo doc, come vuole essere definito Ugo Cappellacci

di Wildgreta

Per chi segue i candidati alla presidenza della Regione Sardegna, sono imperdibili questi articoli di oggi:

ELEZIONI SARDEGNA: I SUCCESSI DI SORU COME GOVERNATORE

Elezioni Sardegna: Youtube smaschera Cappellacci, copiato il programma di Soru

Cappellacci infuriato: E’ un insulto dire che “non è sardo”

Scuola, Unicobas sciopero generale il 13 febbraio

ROMA
Blocco degli scrutini il prossimo 12 Febbraio, blocco della consegna e compilazione delle schede di valutazione, sciopero generale della scuola e manifestazione nazionale a Roma, venerdì 13 con appuntamento alle ore 9.30, al Ministero Dell’Istruzione. Sono le iniziative dell’Unicobas in segno di protesta contro le indicazioni del MIUR giunte nelle scuole in questi giorni, per la formazione degli organici con i criteri derivanti dai regolamenti attuativi della legge Gelmini. Leggi il seguito di questo post »

DDL ENGLARO, DI PIETRO: “VOTERO’ NO. STACCARE LA SPINA E’ UN DIRITTO”

eluana

Le deplorevoli manifestazioni di chi chiede di salvare una vita che non c’è più

Di Wildgreta

Forse per riparare all’errore commesso ieri, oggi La Stampa pubblica un’altra intervista ad Antonio Di Pietro. In questa intervista, il leader IDV afferma che voterà no al cosiddetto “DDL Englaro“, in quanto ritiene che poter staccare la spina debba essere un diritto. L’IDV, però, non impone ai suoi deputati una scelta, e ognuno sarà libero di votare come ritiene giusto.  E’, purtroppo successo anche a lui di dover prendere decisioni così dolorose, e non ritiene che lo stato si debba intromettere in questioni tanto personali. Nell’intervista, Di Pietro affronta anche altre questioni sollevate dal caso Englaro, come lo scontro istituzionale  con il Quirinale e le critiche alla Costituzione da parte di Berlusconi. Qui l’intervista completa. Segnalo gli interventi di altri esponenti IDV sul tema della strrumentalizzazione che Berlusconi fa del caso Englaro: li trovate qui. Riguardo il comportamento dell’informazione nei riguardi dell’IDV, la mistificazione continua. Oggi Panebianco sul Corriere della Sera afferma che IDV appoggerà il DDl. Non credo che lasciare liberi i deputati di votare significhi appoggiare il DDL o “votare con Berlusconi”. Nel pomeriggio, Di Pietro ha fatto sapere che 7 deputati IDV voteranno “no”, due si asterranno e 1 voterà “sì”e. Il voto è previsto in serata.

Articoli correlati:

ELUANA, ANDREOTTI: “IL GOVERNO NON DOVEVA IMPICCIARSI”

DDL 1360 TESTO INTEGRALE

INTERVISTA ANTONIO DI PIETRO 9 FEBBRAIO

ITER DISEGNO DI LEGGE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: