Arrestato sindaco di Pescara segretario regionale del PD

2008-12-16 00:00

PESCARA – Il sindaco di Pescara e segretario regionale del Pd, Luciano D’Alfonso, è stato arrestato stasera e si trova agli arresti domiciliari. Il provevdimento, del Gip, DFe Ninis, era stato richiesto dal Pm Gennaro Varone. Assieme a D’Alfonso sono state arrestate altre due persone: l’imprenditore dei servizi cimiteriali di Pescara De Cesaris, l’ex braccio destro del sindaco, Guido Dezio, gia’ arrestato in passato per inchieste in cui D’Alfonso era indagato. L’inchiesta riguarda la gestione dei servizi cimiteriali. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

ELEZIONI ABRUZZO: PER LATORRE, QUELLO DEL PIZZINO, E’ TUTTA COLPA DI DI PIETRO

ABRUZZO/ELEZIONI: CHI E’ GIANNI CHIODI

Notizia delle 23.30: Arrestato il sindaco di Pescara D’Alfonso, del PD. Il PD voleva candidarlo al posto di Costantini (IDV).

di Wildgreta

dal sito web di Chiodi, il manifesto del suo programma politico: “La Partecipazione e la Trasparenza Una società vale meno quando sono pochi a costruire per tutti. Una buona società è quella in cui ogni persona ha la possibilità di cooperare a costruire il futuro.”

Visto l’esempio del Premier, la sintesi del programma di Chiodi appare quanto mai strana. Se c’è stato un governo nella storia della Repubblica, in cui fossero pochissime persone a decidere per tutti, questo è proprio l’attuale governo Berlusconi, dove Tremonti, Ghedini e Berlusconi, decidono le sorti di un paese intero e dove, di fatto, il Parlamento è stato svuotato di qualsiasi ruolo. Chiodi è stato accusato di voto di scambio quando, all’inizio della campagna elettorale, ha invitato gli abruzzesi a recarsi ai suoi gazebo a lasciare il proprio curriculum. Leggi il seguito di questo post »

ELEZIONI REGIONALI ABRUZZO: CHIODI FESTEGGIAVA DA IERI

  l’Abruzzo (ri)svolta a destra
L’Abruzzo torna alla destra. La coalizione guidata da Gianni Chiodi ha vinto le elezioni regionali in Abruzzo. Il candidato del centrosinistra (con Idv e Rifondazione comunista), Carlo Costantini, non è riuscito a frenare la delusione degli elettori dopo lo scandalo che ha portato all’arresto dell’ex presidente Ottaviano Del Turco. Forte arretramento del Pd, polemica sull’alleanza con Di Pietro. Altissima l’astensione: ha votato appena il 53% degli elettori. In Abruzzo la temuta frana elettorale del centrosinistra si è puntualmente realizzata. Lo scandalo scaturito dagli arresti di Ottaviano Del Turco e di altri esponenti del governo abruzzese, nel luglio scorso, ha generato una fortissima caduta di credibilità che è definitivamente esplosa nelle urne elettorali: ha votato solo il 53 per cento degli elettori contro il 68,92 delle precedenti consultazioni regionali, con un chiaro segnale di astensione che solo in minima parte può essere addebitato al maltempo.

Il candidato del centrodestra, Gianni Chiodi, ha fatto registrare una netta affermazione sul candidato del centrosinistra Carlo Costantini (guarda lo scrutinio in diretta). Leggi il seguito di questo post »

Voto in Abruzzo, crolla l’affluenza

 

Si eleggono il successore di Del Turco in Consiglio Regionale .Oggi urne aperte fino alle 15

PESCARA
Calano decisamente i votanti alle elezioni regionali in Abruzzo, con un’affluenza inferiore di 16 punti percentuali abbondanti rispetto al 2005 nella prima giornata di voto: alla chiusura dei seggi delle 22 di ieri ha votato solo il 34,9% degli aventi diritto contro il 51,7% registrato di tre anni fa, in un contesto peraltro ben diverso. Oggi urne aperte fino alle 15. Complice il bel tempo e il clima prenatalizio, evidentemente molti elettori hanno preferito una gita fuori città e un giro per i negozi, forse anche ripensando alle vicende giudiziarie che hanno portato ad anticipare le elezioni di quasi due anni.

Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: