ALITALIA, CAI NON PRESENTERA’ OFFERTA. E ORA? CI CHIEDERANNO LE FEDI MATRIMONIALI?

DI Wildgreta

Il governo dovrà riferire in parlamento quanto accaduto. Secondo i piloti il piano firmato un mese fa è stato stravolto da Cai. I confederali hanno firmato e Berti, dell’Anpav, si domanda come abbiano potuto. Pare che siano state escluse dalle liste tutte le hostess in maternità e tutte le persone con familiari disabili. Se è così è spaventoso. Del resto, se l’accordo fosse rimasto invariato, perchè i piloti non avrebbero dovuto firmarlo? Di seguito gli articoli. Cosa succederà, nelle varie dichiarazioni pubblicate, non si sa ancora. Si parla solo delle colpe dei sindacati e di quei capitani coraggiosi a cui si sta impedendo di rendere un servizio alla nazione.

ALITALIA: ANPAC E UP, ACCORDO STRAVOLTO,PROGETTO CAI E’ NANO Leggi il seguito di questo post »

ARCIGAY DENUNCIA LA BINETTI (PD).

Il Vaticano: “I gay non potranno diventare sacerdoti”. Grillini: è razzismo

Intervenga anche l’Ordine dei Medici
venerdì 31 ottobre 2008 ,  comunicato stampa

Cardinali, vescovi, preti omosessuali facciano sentire la propria voce. Adesso basta! Non è possibile che l’onorevole Paola Binetti (PD) continui impunemente a definire gli omosessuali dei malati, e ad affermare, come oggi avviene sul Corriere della Sera, che le tendenze omosessuali fortemente radicate possono scaturire nella pedofilia. E’ un’ignobile bugia smentita dalla scienza e dall’osservazione clinica sulle patologie sessuali pedofile: l’orientamento sessuale non c’entra nulla con la pedofilia. Leggi il seguito di questo post »

Per la Campania è sempre Natale: il governo le regala il decreto “carcere per abbandono rifiuti ingombranti”

Rifiuti, in carcere chi li abbandona. Ma solo se è campano

di Wildgreta

Il gran cuore del governo nei confronti degli abitanti campani, non si esaurisce mai e per la Campania, da quando Berlusconi ha vinto le elezioni, è come se fosse sempre Natale. Con un ennesimo Decreto Legge, infatti, chi abbandonerà rifiuti ingombranti rischierà l’arresto. Nelle altre regioni, però, tutti potranno continuare a liberarsi di materassi e lavatrici ovunque, tanto non si rischia nulla. Mi domandavo, però, se è stata prevista qualche sanzione per le industrie del nord che inviano i loro rifiuti tossici in Campania attraverso vie illegali o autorizzate. Mi domandavo se nella “Terra dei fuochi” si sono intensificati i controlli, visto che le ecoballe che bruciano costantemente emanano miasmi tossici. Mi domandavo se, oltre a tenere lontani i comitati dei cittadini anti discarica di Chiaiano si sono fatte le opportune verifiche sui lavori alla Cava, dopo la denuncia del professor Ortolani che ha parlato di pericoli per i lavoratori. Mi domandavo se mentre tutto il mondo indica gli inceneritori come obsoleti, qualcuno si sia chiesto come mai in Campania ne sia stato previsto un altro (il quinto) e visto che una delle società che li produce è della Marcegaglia, mi domandavo se non ci fosse qualcosa di strano. Io mi domandavo delle cose ma sono un cittadino qualsiasi e non conto nulla.

Rifiuti, in carcere chi li abbandona. Ma solo se è campano

E adesso siamo arrivati alle leggi “ad regionem”: ovvero, al decreto che vale solo in Campania. Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: