Scuola/Gelmini: “E’ tutta colpa di Veltroni”. Bersani: “Da Gelmini odio, presunzione e arroganza”

Anche oggi proteste e mobilitazione

Gelmini: “Domani convocherò le associazioni di studenti”

di Wildgreta

Sono contenta che il PD rimarchi l’atteggiamento del ministro Gelmini, la cosa che mi lascia perplessa è dove fossero tutti nel mese di agosto quando il decreto è stato firmato dal Presidente della Repubblica. Mi domando anche come mai nessuno allora abbia espresso a Napolitano la propria contrarietà. Forse erano tutti in vacanza, forse erano tutti in barca a vela, il fatto è che se non se ne fossero accorti gli operatori della scuola, i genitori e gli studenti, oggi il piano sarebbe stato approvato nell’indifferenza generale. Sottolineo quindi il grave ritardo con cui il maggior partito di opposizione si sia svegliato. Per quanto detto sopra, mi sembra ridicola l’affermazione di Maria Star Gelmini, quando dice che “Veltroni ha fatto della scuola terreno di scontro”. Veltroni non ha fatto nulla per alimentare lo scontro, lo scontro lo ha acceso la Gelmini con il suo Decreto dettato da Tremonti. Che almeno il governo si assuma le proprie responsabilità, senza scaricarle sul PD che, finora, ha fatto al governo Berlusconi un’opposizione da “tappeto rosso”. (visto che Veltroni ama il cinema…)

Gelmini: Veltroni ha fatto della scuola un terreno di scontro. Da domani dialogo con gli studenti

“Veltroni ha fatto della scuola un terreno di scontro politico, quasi pregustando un nuovo autunni caldo”. Il ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini nel suo intervento nell’aula di Palazzo Madama, durante il dibattito sul dl scuola, punta il dito contro il Pd. Ma poi annuncia: “domani convocherò le associazioni degli studenti”.

Polizia negli atenei? Maroni frena
La riunione tecnica in programma nel pomeriggio al Viminale serve “per capire qual è la situazione e decidere cosa fare”, ha detto il Ministro dell’Interno Roberto Maroni, a Trieste, rispondendo alle domande dei giornalisti sulla linea che intende seguire dopo l’annuncio del premier Berlusconi di inviare le forze armate nelle scuole occupate. Maroni non ha voluto aggiungere altro, limitandosi a dire che “adesso sono le ore 13 e la riunione si svolgerà alle 17”.

 La scuola non si guarisce bastonandola

Roma, 23 ott. (Apcom) – Dal ministro Gelmini sono arrivate parole di “odio, presunzione e arroganza”. Così, Pierluigi Bersani, ministro dell’Economia del Governo ombra del Partito democratico, ha commentato le dichiarazioni del ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, sulla riforma della scuola e sulle proteste degli studenti.

“Ho ascoltato le parole della Gelmini – ha detto Bersani a margine di un convegno della Filcem-Cgil sull’energia – i mali dell’università elencati dal ministro sono veri ma le sue parole erano pronunciate con odio. Come se chi ha un figlio con dei problemi volesse guarirlo bastonandolo. Questa nostra scuola non la si guarisce con le bastonate”.

“Il ministro fa affermazioni continue – ha proseguito Bersani – sul fatto che insegnanti, studenti e bidelli, non hanno capito niente. Possibile – si è chiesto – che abbia capito solo lei? Vedo molta pericolosa presunzione, si fa arroganza sul nulla e c’è un vuoto pneumatico sulla riforma. Vedo poche idee e molta arroganza – ha concluso – i problemi ci sono ma non si risolvono bastonando la scuola”.

I testi integrali della Riforma Gelmini:

il TESTO INTEGRALE DEL DL137, http://www.bambinicoraggiosi.com/?q=node/449.

Il link al documento prgrammatico, http://www.bambinicoraggiosi.com/?q=node/458 .

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: