Berlusconi: dopo le discariche, vuole militarizzare le università

BERLUSCONI VARA IL PUGNO DI FERRO ANCHE PER LE UNIVERSITA’

Berlusconi: Forze dell’ordine nelle università” 

DI Wildgreta

Dopo la militarizzazione di alcune aree della Campania in cui si stanno allestendo (male) le discariche, Berlusconi convoca una conferenza stampa a Palazzo Chigi per dire che nessuna delle migliaia di persone che protestano per la Riforma Gelmini ha capito nulla. Attribuisce alla Sinistra poteri impensabili fino ad un mese fa: quelli di riuscire ad aizzare folle di studenti, genitori, insegnanti, precari del Pubblico Impiego, Rettori delle Università, registi, scrittori, uomini di cultura, eccetera contro il Decreto Gelmini. Se questo fosse vero, la sinistra occuperebbe oggi posti di potere e non sarebbe certo quasi tutta fuori dal parlamento. Berlusconi non ha capito che la gente non è stupida, e che forse potrà abbindolare l’utente medio e attempato delle sue tv, ma non la parte pensante dell’Italia, la parte che sa leggere-scrivere e far di conto meglio di lui e del ministro Gelmini, un inerte pungiball che non è già più in grado di affrontare gli incontri programmati nelle università (vedi la mancata partecipazione al convegno al Rettorato di Palermo con 15.000 studenti in corteo ad attenderla). A cosa porterà l’uso della forza? Le conseguenze potrebbero essere gravissime, considerando anche il grado di sofferenza economica di tante famiglie italiane che non vedono il governo occuparsi dei loro problemi. E se i cittadini che in varie parti d’Italia si sono sentiti sopraffare da provvedimenti che ritengono ingiusti si unissero? Ci ha pensato a questo, Berlusconi?

Glia rticoli:

Scuola, Berlusconi: forze dell’ordine contro occupazioni
“Il ministro Gelmini e’ ottimo. Non ritireremo il decreto legge che e’ sacrosanto. I leader della sinistra dicono solo menzogne” Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Lega Nord, parlamentari interrogati da Le Iene: il video della vergogna

 

di Wildgreta

 Le Iene   Guarda il video “Politici e cultura”

“Bambini stranieri in classi separate in  modo che non rallentino il lavoro degli altri”. “Test di cultura italiana per essere ammessi alle elementari”. “E’ una ragione di principio”, dicono alcuni parlamentari della Lega intervistati da Le Iene. Infatti deve essere per forza, “solo” una questione di principio, perchè, nel merito, neppure i parlamentari leghisti supererebbero il test. Di chi è “A Silvia”?, Chi ha scritto “I Malavoglia”? “Passato remoto di cuocere”? Nessuna risposta esatta e qualche insulto alla Iena che poneva queste e altre difficilissime domande.

UNIVERSITA’: TORINO, OCCUPATO PALAZZO NUOVO.E IL 28 ARRIVA LA GELMINI… O ANDRA’ DA RENATO?

(AGI) – Torino, 22 ott – Da ieri sera Palazzo Nuovo, sede universitaria delle facolta’ umanistiche torinesi, e’ stato occupato dagli studenti. L’iniziativa e’ stata decisa dall'”Assemblea No-Gelmini” come ulteriore forma di protesta contro i provvedimenti del Governo.

Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: