No Gelmini, Università: Studenti e Rettori sfilano a migliaia in tutta Italia. Tutte le notizie

 La Sapienza: sit in al Rettorato

Bologna, i ‘no-Gelmini’ invadono il rettorato e occupano la stazione

corteo.jpg

BOLOGNA – Sono circa un migliaio gli studenti dell’Alma Mater che hanno sfilato per le strade della cittadella universitaria di Bologna. Dopo aver fatto irruzione in rettorato entrando con fumogeni da via Zamboni 33, tirando piccoli sacchetti di vernice rossa sui muri di via Belmeloro, si sono riversati in via de’ Castagnoli. L’irruzione in Rettorato ha “messo in fuga” il rettore, Pier Ugo Calzolari che era a colloquio (nel cortile) con oltre 200 studenti della Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali.

Si sono ritrovati questa mattina alle nove in piazza Verdi i ragazzi dei collettivi universitari: oltre 600. Con loro anche gli studenti delle scuole superiori. Armati di fischietti e striscioni sono partiti in corteo da via Zamboni per raggiungere l’entrata del rettorato in via Belmeloro. Al grido di “Noi la crisi non la paghiamo”, gli studenti hanno compiuto un giro completo intorno alla sede del Rettorato disturbando gli studenti di Scienze che erano a colloquio con il rettore. Sono stati gli stessi studenti a chiedere agli addetti dell’Ateneo di chiudere le porte per non fare entrare i loro “colleghi” in corteo. Ma il blitz c’è stato lo stesso e ha spinto Calzolari ad abbandonare il dialogo e a ritornare alla seduta di Senato. Poi i due gruppi si sono uniti (chi era a discutere con il rettore e chi invece era fuori a manifestare) e hanno deciso di sfilare in corteo per le vie della zona universitaria. “C’è una difformità di prassi, ma il punto di arrivo è uno solo, questa era l’ultima occasione per il Rettore, dietro il guanto di velluto c’è il pugno di ferro, non ci ha dato l’assemblea e noi ce la prendiamo”, spiega Marco, uno studente di Astronomia.

Tra gli studenti, però, sembra esserci una spaccatura. Diversi capannelli di discussione tra gli studenti “buoni” e i “cattivi” sono nati dopo l’irruzione. Nonostante la comunione di intenti è evidente sempre di più la divisione tra chi vuole arrivare ad un risultato in modo moderato e chi invece preferisce la linea dura.

Questo fatto è dimostrato anche dall’atteggiamento di molti studenti dopo il colloquio con Calzolari che hanno deciso deliberatamente di non partecipare al corteo affidandosi all’impegno del Rettore che anche questa mattina ha rimarcato la sua disponibilità a discutere, in Senato accademico, la possibilità di indire una grande assemblea di Ateneo.

La manifestazione è proseguita con il corteo, che è giunto in via Indipendenza, tra scoppi di petardi e fumogeni, e poi in stazione, dove i ragazzi dei Collettivi hanno invaso fisicamente i binari impedendo ai treni di partire.

21 ottobre 2008

 

Gli studenti chiedono “più partecipazione da parte dei professori”
Univesrità: cominciata in Statale l’assemblea degli Stati Generali
Photogallery
DUOMO (MILANO) 21/10/2008 – Nuove forme di mobilitazione, maggiore partecipazione dei professori e “un atteggiamento incontrollabile” da tenere in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico del Politecnico, che si terrà il 3 novembre alla presenza di Letizia Moratti, Roberto Formigoni e Maria Stella Gelmini e Renato Schifani. Queste le principali proposte emerse dall’assemblea degli Stati Generali d’Ateneo, che si sta svolgendo nell’aula magna dell’Università Statale. 

Presente anche una rappresentante dell’Accademia di Brera, che ha proposto la creazione di un comitato composto da professori ordinari per mettere in pratica il blocco delle lezioni. Iniziativa condivisa da Emanuele, studente di Fisica della sede della Statale di via Celoria, il quale, in accordo con l’Accademia e con gli altri rappresentanti, ha chiesto di portare le lezioni in piazza sull’esempio degli altri atenei italiani.

“Soltanto l’1 per cento del Pil italiano viene dedicato alla ricerca contro il 4 per cento della Svezia – ha detto – e appena mezzo lavoratore su 1000 è un ricercatore”. Anche per questo, ha spiegato, domani alle 12 al Politecnicoèstata organizzata una nuova assemblea. Quanto allo studio di un
nuovo piano finanziario,è stata inoltre proposta la creazione di un piccolo gruppo che se ne occupi. Anche i colleghi della Bicocca sono stati invitati a realizzare un libro bianco dell’universita’ per denunciare i problemi che, secondo gli studenti, la attanagliano.
Cronaca qui 21 opttobre 2008

IN MILLE SFILANO A NAPOLI CONTRO LA RIFORMA GELMINI

 Circa mille studenti stanno sfilando per le strade del centro di Napoli per protestare contro la riforma scolastica del ministro Gelmini e i tagli alla ricerca scientifica. Approfittando della presenza a Napoli del presidente del consiglio Silvio Berlusconi e della leader di Confindustria, Emma Marcegaglia, universitari e studenti delle scuole superiori stanno sfilando in corteo con in testa uno striscione che recita “Fuori Confindustria da scuole e università”. Voluta dai collettivi studenteschi, da associazioni di dottorandi e ricercatori e dalle organizzazioni di studenti medi, la manifestazione dovrebbe concludersi proprio sotto la sede della confindustria campana.

13:23 > RIFIUTI: BERLUSCONI, COMMISSARIEREMO COMUNI INADEMPIENTI 13:20 > CLIMA: MARCEGAGLIA, NO A REGOLE RIGIDE E UNILATERALI 13:15 > CONSIGLIO ABRUZZO: NUOVO AGGIORNAMENTO ALLE ORE 15 13:14 > SAVIANO: ARCIVESCOVO NAPOLI, NON E’ SOLO E NON ABBANDONI ITALIA 13:01 > REGIONE: CENTRO CARTOGRAFICO A CONFERENZA NAZIONALE ASITA 13:02 > PARCO POLLINO: DUE GIORNI DI CONFRONTO SULLE AREE INTERNE 13:02 > AMBIENTE: ARPACAL CANDIDATA A CONCORSO NAZIONALE MINISTERO 13:03 > COLDIRETTI: ‘FESTA DEL CUOCO’ E SOLIDARIETA’ A SESTU 13:03 > COLDIRETTI: ‘FESTA DEL CUOCO’ E SOLIDARIETA’ A SESTU 12:54 > AGRICOLTURA: CGIL, 80 MILA PRODUTTORI SICILIANI A RISCHIO 12:52 > BANDA LARGA: GALATERI, IN SICILIA COPERTURA AL 98% ENTRO ANNO 12:51 > CLIMA: GASPARRI, EUROPA DEVE CORREGGERE NORME 12:43 > AEREI: ALGHERO DIVENTA BASE OPERATIVA RYANAIR 12:34 > SCUOLA: OLTRE 40MILA IN PIAZZA A FIRENZE CONTRO GELMINI (2) 12:30 > UNIVERSITA’: STUDENTI CENTRO SOCIALE OCCUPANO RETTORATO TRENTO Rss Feed
Firenze
SCUOLA: OLTRE 40MILA IN PIAZZA A FIRENZE CONTRO GELMINI (2)
Stampa Invia questo articolo
UltimissimeFMI: “INEVITABILE” CHE IN EUROPA LA CRESCITA RALLENTERA’
PARADISI FISCALI: FRANCIA SOLLECITA UNA NUOVA LISTA NERA
CRISI BANCHE: SARKOZY, PAESI UE CREINO FONDI SOVRANI
CRISI BANCHE: EURIBOR A TRE MESI SOTTO IL 5%
AFGHANISTAN: KARZAI ALLE ONG, LIMITATE GLI SPOSTAMENTI
CRISI BANCHE: SARKOZY, VERTICE UE IN VISTA SUMMIT GLOBALE
CRISI BANCHE: SARKOZY, SERVE ‘GOVERNO EUROPEO’ ECONOMIA
ARTE: SURREALISMO POP SBARCA A ROMA LA NOTTE DI HALLOWEEN
EURO: A 1, 3237 SU DOLLARO, AI MINIMI DA MARZO 2007
BORSE EUROPEE: APRONO TUTTE IN RIALZO
(AGI) – Firenze, 21 ott. – In quarantamila – secondo la Questura, il doppio invece secondo gli organizzatori – hanno sfilato stamane a Firenze contro i tagli alla scuola. Erano tanti, hanno paralizzato il centro della citta’, arrivavano da tutta la regione. Studenti delle scuole superiori, universitari insieme ai tanti ricercatori, lavoratori e qualche nostalgico che con orgoglio ricorda le manifestazioni del ’68. Tutto e’ filato liscio, salvo alcuni attimi di tensione davanti alla sede del Partito delle Liberta’ dove sono volati fischi e urla contro l’esecutivo Berlusconi. “Governo di destra, governo di sinistra. Chi uccide la scuola e’ il vero terrorista” e “gettate via i cappotti, sara’ un autunno caldo” sono solo alcuni dei tanti striscioni. E poi gli slogan: “l’Universita’ pubblica non si tocca la difenderemo con la lotta”. La Cisl della federazione nazionale Universita’ Firenze ha consegnato in busta chiusa lettere al Prefetto di Firenze, al presidente della Regione e della Provincia. (AGI)

 UNIVERSITA’: SAPIENZA, STUDENTI ANNUNCIANO SIT-IN A RETTORATO
Stampa Invia questo articolo
UltimissimeFMI: “INEVITABILE” CHE IN EUROPA LA CRESCITA RALLENTERA’
PARADISI FISCALI: FRANCIA SOLLECITA UNA NUOVA LISTA NERA
CRISI BANCHE: SARKOZY, PAESI UE CREINO FONDI SOVRANI
CRISI BANCHE: EURIBOR A TRE MESI SOTTO IL 5%
AFGHANISTAN: KARZAI ALLE ONG, LIMITATE GLI SPOSTAMENTI
CRISI BANCHE: SARKOZY, VERTICE UE IN VISTA SUMMIT GLOBALE
CRISI BANCHE: SARKOZY, SERVE ‘GOVERNO EUROPEO’ ECONOMIA
ARTE: SURREALISMO POP SBARCA A ROMA LA NOTTE DI HALLOWEEN
EURO: A 1, 3237 SU DOLLARO, AI MINIMI DA MARZO 2007
BORSE EUROPEE: APRONO TUTTE IN RIALZO
(AGI) – Roma, 21 ott. – Gli studenti della Sapienza hanno annunciato un sit-in davanti al rettorato, dove nel pomeriggio si riunira’ il Senato accademico per decidere sulla legge 133.
Lo annuncia uno striscione appeso sul muro della facolta’ di Lettere e filosofia dove questa mattina si tiene una conferenza stampa: “sit-in al rettorato. Il Senato accademico deve prendere una posizione netta rispetto alla legge 133. Blocco dell’anno accademico subito”. Gli organizzatori dell’incontro con i giornalisti hanno riferito che una delegazione di tre studenti si e’ recata al rettorato, dove e’ presente il capo dello Stato, Giorgio Napolitano per un convegno commemorativo sullo storico Giuliano Procacci, per consegnare nelle mani del presidente una lettera che esprime la posizione degli studenti.
“Vogliamo far sapere – hanno spiegato – che non diciamo solo dei no”. (AGI)

Annunci

Una Risposta to “No Gelmini, Università: Studenti e Rettori sfilano a migliaia in tutta Italia. Tutte le notizie”

  1. Neclord Says:

    Oramai è una protesta diffusa, anche se oggi nell’articolo che ho scritto ho riportato le parole odierne della Gelmini: “è stata fatta un informazione terroristica contro il governo”. Assurdo.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: