Porta a Porta: dopo il doveroso “Santino” a Brunetta, Vespa lo attacca sui “pianisti”

DI WILDGRETA

Reduce dalla prese in giro per il suo servilismo nei confornti del Governo, Emilio Vespa sorprende tutti nella puntata di Porta a Porta del 16 ottobe. Dopo aver dedicato al ministro Brunetta uno dei suoi “Santini”, infarcito di testimonianze, maestra elementare, complimenti e ricordi di infanzia in misura tale da farlo addirittura piangere, Vespa si arrabbia con lui. Esatto, avete capito bene, e lo tratta anche male. Motivo dell’ira di Vespa sono i pianisti di Montecitorio. Ricordate lo scandalo delle diarie assegnate ai parlamentari fuori sede (300.00 euro al giorno) per le presenze in aula? Ecco, molti di loro pregano i colleghi di votare al loro posto, in modo da prendere comunque la diaria. Vespa, quindi, chiede a Brunetta, come mai alcuni dipendenti pubblici che timbravano il cartellino per i colleghi assenti siano stati arrestati, mentre per i pianisti, nessuno abbia mai preso provvedimenti. Brunetta sorride, tenta di buttarla sullo scherzo, dice:”Ma quella è un’altra cosa…” Non l’avesse mai detto,  Vespa, si arrabbia e risponde:”No, sono la stessa cosa, non capisco perchè debbano essere sempre gli altri a pagare!!” A quel punto, Brunetta, risponde tristemente:”Lei ha ragione.” Verranno presi provvedimenti in tal senso? L’inflessibile moralizzatore della Pubblica Amministrazione, troverà spazio fra i molteplici impegni per occuparsi anche dei suoi colleghi “pianisti”? Vedremo, intanto ecco il Santino che ha preceduto la giusta alazata di nei di Vespa, in un articolo de l’Unità.

L’ultima di Vespa: Brunetta in lacrime

Paola Zanca

Le lacrime ministeriali, no. Da Vespa, a Porta a Porta, ci eravamo abituati un po’ a tutto. Dal plastico di Cogne ai risotti di D’Alema, da Padre Pio al contratto di Berlusconi con gli italiani, difficile riuscire a stupirsi delle trovate ingegnose del Bruno nazionale. Ma mai dire mai. Questa volta Vespa è riuscito a superare se stesso. E per chiudere in bellezza una puntata interamente dedicata ai trionfi del ministro Brunetta, la butta sul reality.

Dieci minuti di telecamere puntate sul passato del ministro che «ha il più alto consenso degli italiani». Venezia, la laguna e via con un fiume di ricordi di quando Brunetta per tutti era solo Renato.

Intervistano un amico di famiglia, che ricorda quando il ministro aiutava il padre al banchetto di souvenir. Giusto per chiarire che lui, fannullone, non lo era nemmeno da bambino. Poi c’è il maestro della scuola elementare, che racconta di uno studente modello: «Vivace, sveglio, ma che sapeva capire quando era il momento di stare attenti: fossero tutti come lui, gli insegnanti risparmierebbero un bel po’ di fatica».

Tocca ai fratelli raccontare il Renato più intimo. Quello che quando parcheggiavano a piazzale Roma, dava un bacio ai fari della “Caterina”, la macchina che anche quella sera li aveva accompagnati a casa. Ma anche quello che si divertiva da matti a salire su un ponte e a sparare con la cerbottana contro i turisti in vaporetto. Oggi forse metterebbe pure un video su YouTube, e qualcuno sarebbe capace di tirare in ballo le baby gang.

Mentre scorrono le immagini, ogni tanto la telecamera passa in studio. Brunetta è commosso, piange, tenta di nascondersi ma nemmeno troppo. E forse adesso «il consenso degli italiani» è salito ancora un po’. Quando è tutto finito, Renata Polverini, ospite in studio, gli chiede un po’ scettica: «Ma tu non lo avevi visto il filmato?». E Brunetta, con gli occhi gonfi, scuote la testa e accarezza la gondola che gli hanno regalato: «Erano orrende allora – dice – lo sono anche adesso».

L’ UNITà Pubblicato il: 17.10.08
Modificato il: 17.10.08 alle ore 12.50

Annunci

2 Risposte to “Porta a Porta: dopo il doveroso “Santino” a Brunetta, Vespa lo attacca sui “pianisti””

  1. alberto Says:

    Io un progetto per eliminare i pianisti ce l’avrei. L’ho scritto QUI.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: