Gelmini Mariastella: voto 2-Copiato! Quella riforma è della Moratti

Un'estate al lavoro

di Wildgreta

Questa davvero non ce la aspettavamo da una “secchiona” come la Gelmini. Abbiamo scoperto, infatti, che la sua cosiddetta “riforma della scuola” è copiata da quella della Moratti del 2003. Ma come? Non era rimasta a Roma persino in agosto, per prepararla? Non era comparsa ai primi di settembre, bianca e con le borse sotto gli occhi, mentre i suoi colleghi erano nerissimi e ancora con  il sale tra i capelli? E allora analizziamo il grande bluff del DDL Gelmini, presentato come nuovo ma vecchio e contestato già nel 2003 quando a proporlo fu Letizia Moratti.  Do per scontato che conosciate ormai tutti il DDL Gelmini, per cui riporto sono quelli della Legge Moratti (l’articolo da cui ho estratto queste notizie lo trovate qui e ulteriori documenti qui)

Riforma Moratti anno 2003:

1) Maestro Unico: Leitizia Moratti vuole proporlo già nel 2001 ma dopo aver  ordinato un sondaggio all’ISTAT, rinuncia perchè l’idea risulta sgradita alla maggioranza di genitori e insegnanti  (vedi qui)

 2) Per i docenti in situazione di soprannumerarietà, la riconversione professionale, pena la cassa integrazione ed il licenziamento dopo due anni.

3)  Graduale riduzione ore di insegnamento.L’intento è di portare tutte le cattedre a 18 ore, anche mediante l’individuazione di moduli organizzativi diversi da quelli previsti dai decreti costitutivi delle cattedre.

4) Scuola elementare sempre più leggera, di 27/30 ore settimanali contro le attuali 30/40. Che fine farà il tempo pieno? È legittimo pensare che sarà rimpiazzato da una attività che prevede la separazione rigida tra attività ordinaria e attività di completamento.

5) Riduzione del numero dei docenti “specialisti” (circa 11.000) impegnati nell’insegnamento delle lingue straniere nella scuola elementare facendo ricorso in misura più ampia alla formazione del personale e favorendo il reclutamento di docenti che abbiano superato la prova di lingua straniera;

6) Buste paga basse uguali per tutti e premi in busta paga per i più meritevoli.

7) Per ridurre del 15% le spese per il prossimo triennio per il personale,  si comincia con il taglio di 20.000 posti del personale ATA nel luglio 2001

6) Ridefinizione dei criteri di dimensionamento delle istituzioni scolastiche, d’intesa con le Regioni e con gli Enti locali.

7) La scuola digitale,  lavagne LIM: Nel 2006  LO STANZIAMENTO è STATO DI 23 MILIONI DI EURO in 550 Istituti Superiori, nella riforma Gelmini lo stanziamento sarà di 20 milioni di euro per lavagne da distribuire  in  1180 scuole. Dal comunicato stampa del 2006: “La scuola digitale per gli studenti del nuovo millennio–  Il progetto è stato promosso da Lucio Stanca, Ministro per l’Innovazione e le Tecnogia e da Letizia Moratti, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per creare un ponte fra didattica tradizionale e nuove generazioni. “DiGi Scuola”, finanziato con 26 milioni di € dal CIPE e realizzato da Innovazione Italia…”

Chi si sarà aggiudicato l’appalto per la fornitura delle lavagne LIM? Altre notizie e documenti sulle Lavagne Lim su cui è basato questo articolo potrete trovarli qui.

Annunci

Una Risposta to “Gelmini Mariastella: voto 2-Copiato! Quella riforma è della Moratti”


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: