Banche: si teme la corsa allo sportello. Perchè?

La crisi del '29

Capire i meccanismi che causano le crisi finanziarie

Note di Wildgreta

In questo articolo, con un linguaggio semplice si spiega il perchè dei ribassi in borsa e il meccanismo che può portare al fallimento di una banca. Per i non esperti è un ottimo strumento per informarsi capendo di cosa si sta parlando.E’ anche un modo per capire che l’ottimismo del Premier è, come al solito, fuori luogo. La crisi esiste, e vanno prese precise misure per contenerla. Il “panico” del risparmiatore (panic selling) può causare veri e propri disastri economici. Un governo serio, dovrebbe occuparsi di questo, non del Lodo Consolo.

Di seguito le opinioni di politici ed economisti che, al contrario del Premier, paragonano questa crisi a quella del ’29. Per fortuna, secondo l’economista Francesco Micheli, “oggi si possiedono le medicine.”

di Giorgio Redaelli

da www.newbluerating.com

Apertura di settimana all’insegna delle vendite. I listini europei solo nella giornata di ieri hanno registrato perdite che si sono attestate sui 450 miliardi di Euro, circa 600 miliardi di dollari. Cifra simile a quella messa a disposizione dal congresso americano per salvare Wall Street. La causa dei forti ribassi però sembra dovuta alla chiusura della posizioni da parte di istituti finanziari e retail. L’incubo adesso per le banche e società di gestione è quella dei ‘Bank Run’, cioè la corsa degli investitori al riscatto.

Stamani l’apertura dei mercati segna un leggero recupero sulle piazze finanziarie Europee, anche se tra le componenti degli indici, le banche ed il comparto finanza continuano il trend ribassista. Penalizzati in particolar modo i titoli francesi ed italiani, con Dexia che ieri ha chiuso a -20%.

Il BlueIndex, indice rappresentativo delle società del risparmio gestito, solo nella giornata di ieri ha perso il -6.97%.

Forti ribassi causati essenzialmente da due motivi:

– Le banche e le società di gestione hanno paura della corsa alle “redemption” sui propri fondi, e come sanno bene, uno dei metodi per fallire è quello di andare in crisi di liquidità, cioè non avere in cassa i cash necessari per rispondere ai riscatti degli azionisti. Di qui le decisioni di chiudere tutte le posizioni, portando di fatto il patrimonio gestito in area liquida, quindi titoli a breve e facili e veloci da vendere sul mercato;

– I piccoli risparmiatori, che nel complesso però occupano una parte importante del mercato dell’equity, vista l’attuale crisi, hanno dato l’ordine ai propri consulenti di vendere;

Il ribasso di questi giorni quindi è stato generato da un vero e proprio panico. Il retail sta correndo ha riprendersi i soldi, le banche puntano a difendersi da un possibile default di cassa ed entrambi gli attori vendono azioni ed altri strumenti finanziari, mandando a picco le piazze finanziarie.

La paura più grande quindi sono i Bank Run, cioè quando un elevato numero di clienti di una banca prelevano contemporaneamente tutti i loro depositi per paura che la banca diventi insolvente. La crisi americana ci ha infatti insegnato che basta poco, un commento di un politico o un falsa notizia, per generare un fenomeno di tale entità.
http://new.bluerating.com

Crisi mercati/ Francesco Micheli: “E’ peggio del ’29, ma oggi il sistema dispone delle medicine”. Guarda la video-intervista

Tassi record, crac e listini ko: ecco le regole anti-crisi (Sole24ore)

CRISI MUTUI: VELTRONI, PARAGONABILE A QUELLA DEL ’29
“La crisi davanti la quale ci troviamo e’ assolutamente paragonabile a quella del 1929”. Risponde cosi’ il leader del Partito democratico, Walter Veltroni, al Presidente del Consiglio che, solo ieri, respingeva ogni paragone tra la crisi economica e finanziaria in atto e quella del 1929: “Il fatto che le Borse vadano in questo modo, il calo di titoli importantissimo, come Unicredit e Telecom, dimostra che il presidente del Consiglio sbaglia a sottovalutare quello che sta succedendo” e che quella del Governo e’ stata “solo una propaganda infantile”.

Annunci

Una Risposta to “Banche: si teme la corsa allo sportello. Perchè?”


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: