Estate 2008: tempesta ormonale in casa PDL

Un’estate di amori e potere 

Il sorriso accattivante della Gelmini

Baci e carezze: trionfa il sentimento
MARIA CORBI
ROMA
Pdl-Love Boat. Mai barca è stata così affollata come quella del sentimento targata Partito della Libertà, questa estate. Una vera epidemia di sentimento ed eros che ha coinvolto anche la «preside » del gruppo, Mariastella Gelmini. Lasciato il tailleur severo a casa, sostituito da un pantalone-pinocchietto rosa alla «BB», si è fatta fotografare da Novella duemila in versione innamorata balneare, via anche gli occhialetti da prof, con accanto un bruno niente male.

E chi al tempo delle intercettazioni «proibite» su alcune ministre la avesse esclusa per incompatibilità con il genere «appassionato», adesso dopo le foto con bacio in bocca, può farsi venire un dubbio, anche se infondato. Ma questa è un’altra storia. Adesso Mariastella si tiene strettissima al fidanzato Giorgio Patelli, cinquantenne palestrato dagli occhi blu, bergamasco e imprenditore.

Che il potere facesse bene al morale e al sesso è cosa nota, ma certo questo agosto ha certificato il postulato. Che qualcosa si stesse muovendo nei cuori dei nuovi leader di maggioranza lo si era intuito dallo smodato ottimismo di Renato Brunetta – «la crisi non esiste» – tipico di chi è stato travolto da una perturbazione di nuvolette rosa. E il mistero è stato svelato al ricevimento al Quirinale, per la festa della Repubblica, dove si è presentato con stanga bionda al fianco. Anzi alla mano: «E’ la mia fidanzata, Titti, ma il cognome non lo dico», spiegava guardandola lassù, in alto, dove la dama svettava senza nessuna pietà su un griffatissimo tacco dodici, svolazzante di veli di chiffon.

Da quel momento pochi altri indizi concessi alla curiosità: «E’ un’arredatrice d’interni. Condivide la mia passione per le case. Ne abbiamo due, a Venezia e a Todi». Una relazione recente a prova di Ici e capace di sconvolgere la vita del ministro che dopo ogni dibattito la chiama e le urla al cellulare: «Titti sono stato bravo? Mi hai visto?».

In fondo basta sfogliare la rinnovata Novella duemila targata Candida Morvillo per farsi una idea di questa tempesta ormonale in casa Pdl. Ogni numero un amore che scalza dalle copertine i vip abituati alla carta patinata del gossip. La prima con Gianfranco Fini sdraiato in barca all’Argentario con la sua Elisabetta e un costume slip troppo aderente che tradisce la sua felicità. «Sono contento», ripete con pudore il leader di Alleanza nazionale agli amici.

E chi se ne importa delle cattiverie che l’esercito di mogli decise a tenersi un marito a tutti i costi riversa sulla poveretta che fino ad oggi non ha commesso errori mediatici. «Lei gli ha ridato la grinta della gioventù», spiega con partecipazione uno dei più fidati colonnelli di Alleanza nazionale.

E sempre da Alleanza nazionale la storia fresca del ministro Giorgia Meloni, nato alla Garbatella tra una riunione di partito (lui sarebbe un consigliere del Pdl all’undicesimo Municipio di Roma e dirigente di Azione Giovani, il movimento under 30 di An presieduto dalla Meloni), e una pizza nei luoghi cult dei Cesaroni. Foto sulla barca, a Ponza, con lei che sorride, lui che la guarda estasiato, contorno di sorella e amici, musica di Ligabue.

A chi le chiede approfondimenti sulla nuova stagione da ex single lei risponde: «Ma che ve ne importa? E’ un Pinco-Pallo, mica un Brad Pitt». A lei, ministra delle politiche giovanili, va l’ oscar della coerenza visto che Pinco-Pallo è cinque anni più giovane. Per una che aveva teorizzato, da vicepresidente della Camera, che era difficile trovare un posto per un amore stabile, un bel passo avanti.

Sembra che si siano messi tutti d’accordo, facendo diventare anche la serenità sentimentale una notizia oltre che una potente strategia politica. Anche Stefania Prestigiacomo mamma e moglie innamorata in barca; anche Mara Carfagna, accanto al tatuato fidanzato-costruttore Mezzaroma.
Un’ armata innamorata su carta patinata con un comandante di nome Silvio, tutta l’estate attaccato come una cozza allo scoglio della sua vita: Veronica Lario.

Una riappacificazione dopo anni di tormentati litigi in prima pagina, di distanze, consacrata adesso da foto con pose da fidanzatini di Peynet. Mano nella mano, lui che la guarda negli occhi, mentre passeggiano sul molo della loro villa in Sardegna, con i nipotini che razzolano sul pontile e tutti i figli insieme appassionatamente. Roba così dolce da cariare un dente, direbbe qualcuno colto da invidia.

 

La Stampa 29 agosto 2008

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: