DEL TURCO: RESPINTA LA RICHIESTA DI SCARCERAZIONE

PESCARA – L’ex governatore della Regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco, arrestato lunedì scorso nell’ambito dell’inchiesta sulle tangenti della sanità, dovrà restare ancora a lungo nel carcere di Sulmona (L’Aquila): il gip di Pescara, Maria Michela Di Fine, ha infatti rigettato l’istanza di scarcerazione presentata lo scorso giovedì al termine dell’interrogatorio di garanzia, sostenendo che non sono emersi elementi nuovi tali da giustificare un’attenuazione della misura cautelare. A confermare che quella di ieri fosse effettivamente solo una previsione di Del Turco, e non la certezza di una decisione già presa, è il vicepresidente del Consiglio regionale, Nicola Orlando Pisegna, che ieri mattina gli aveva fatto visita. “Durante il nostro colloquio – ha spiegato – il presidente assolutamente non sapeva che il giudice avesse già respinto l’istanza, tanto è vero che aspettava il pronunciamento per la giornata di lunedì. Proprio mentre parlavo con Del Turco era giunto in carcere il fax dalla procura di Pescara con cui il gip annunciava la sua decisione, ma ripeto nessuna comunicazione è stata fatta in quei minuti”.

Anche l’istanza di scarcerazione per il segretario generale della Presidenza, Lamberto Quarta, è stata respinta. Domani riprendono intanto gli interrogatori presso la Procura di Pescara: a partire dalle 9 saranno sentiti l’assessore regionale alla Sanità, Bernardo Mazzocca, il suo segretario particolare Angelo Bucciarelli, l’ex assessore alla Sanità Vito Domenici, all’epoca Fi, oggi consigliere regionale Pdl, l’ex presidente della finanziaria regionale (Fira), Giancarlo Masciarelli, e il direttore generale dell’azienda sanitaria regionale, Francesco Di Stanislao. I primi quattro sono agli arresti domiciliari, l’ultimo ha il divieto di dimora a Pescara.

Nella giunta di domani è attesa la presa di posizione del Prc e del Pdci sulla formalizzazione delle dimissioni dei due assessori di riferimento, Betti Mura e Fernando Fabbiani che hanno finora rimesso solo il mandato nelle mani del partito; il solo Augusto Di Stanislao (Idv) ha formalizzato le dimissioni presentandole dopo quelle di Del Turco. Il presidente vicario della Regione, Enrico Paolini – fischiato oggi pomeriggio dal pubblico durante la premiazione del Trofeo Matteotti – dovrà affrontare il tema delle priorità da risolvere nel programma di ordinaria amministrazione del Consiglio e il nodo di chi possa o debba indire nuove elezioni: secondo lo Statuto regionale nonostante le dimissioni Del Turco resta in carica.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: