Governo: la Mussolini vuole abolire la Carfagna

A.Mussolini

M. Carfagna

di Wildgreta

In effetti, se il ministero delle Pari Opportunità è quello della Carfagna, si può tranquillamente abolire. Il problema delle troppe istituzioni competenti per i  minori, sollevato dalla Mussolini, si potrebbe risolvere facendo qualcosa di serio per i minori tutti insieme, ma pare che questo non sia di interesse nazionale.Abolire tutto per lasciare l’infanzia nelle mani di un’unica persona, come vorrebbe la Mussolini, mi evoca brutti pensieri: un’unica persona che governa, un’unica persona per l’infanzia. Delle donne e dei gay chissenefrega, e al resto pensano Tremonti e Ghedini con qualche smitragliata di La Russa laddove serve. Per Bossi la presidenza  della “Fondazione Padani”, così smetterà di essere invidioso di D’Alema. In cinque si perderebbe meno tempo a discutere. Del resto, il numero di decreti di questo governo, indica che la strada è proprio quella di evitare il confronto parlamentare. Mi dispiace solo che si sprechino tanti soldi per onorevoli e senatori dell’opposizione che sono rmai ridotti a meri soprammobili. Ci resta solo la manifestazione di piazza, una  piaza che spero diventi sempre più affollata.

Cinque i ministri competenti, è caos infanzia”

” Mi appello al presidente Berlusconi affinchè ci sia un’unica persona ad occuparsi realmente di infanzia. Da parte mia- conclude- abolirei il ministero delle Pari opportunità, perchè lo considero inutile, e istituirei un ministero per l’infanzia e l’adolescenza ma con portafoglio”.

ROMA -(Dire)  “In Italia esiste un caos infanzia normativo e legislativo impossibile da gestire. La verità è che servirebbe una delega unica anzichè spezzettata su vari ministeri”. È quanto denuncia la presidente della commissione bicamerale per l’Infanzia, Alessandra Mussolini.

Mussolini denuncia il fatto che “a distanza di 7 anni dall’approvazione della legge sui bambini adottabili non esiste ancora una banca dati istituita dal ministero della Giustizia” e spiega come attualmente ad occuparsi di minori “sono addirittura ben 5 ministri (Sacconi, Carfagna, Meloni, Giovanardi, Maroni) e un sottosegretario (Eugenia Roccella al Welfare)”. A questo si aggiunge, prosegue la leader di Azione Sociale, il ruolo “svolto da 53 istituti e oltre 2000 mila centri socio-assistenziali di vario genere”.

Per questo, conclude Mussolini, “mi appello al presidente Berlusconi affinchè ci sia un’unica persona ad occuparsi realmente di infanzia. Da parte mia- conclude- abolirei il ministero delle Pari opportunità, perchè lo considero inutile, e istituirei un ministero per l’infanzia e l’adolescenza ma con portafoglio”.

18 luglio 2008

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: