Il parlamentare Pierluigi Mantini ha incontrato in carcere Del Turco.

martedì 15 luglio 2008

PRC:NON SIAMO TUTTI UGUALI
SULMONA – L’unica persona ad aver avvicinato il presidente della Regione Abruzzo arrestato ieri, nonostante i tre giorni di isolamento è stato il parlamentare del Pd Pierluigi Mantini. Il deputato è entrato nel carcere di Sulmona per una “ispezione” sulle condizioni dei detenuti in isolamento, aggirando così le disposizioni della Procura. “Il presidente Del Turco è apparso tranquillo – ha sottolineato Mantini – l’ho trovato ottimamente assistito, sereno, determinato, ironico come sempre e preoccupato per l’equilibrio del bilancio e i problemi della sanità”.


L’incontro è durato un quarto d’ora ed è stato tenuto davanti al direttore del carcere e al comandante delle guardie. Del Turco sembra aver riferito di non nutrire nessun rancore per gli inquirenti perchè dà per scontato di poter dimostrare la propria estraneità ai fatti. La prima notte di Del Turco nel penitenziario di via Lamaccio è stata tranquilla guardato a vista dagli agenti di polizia penitenziaria, cenando regolarmente ieri sera e facendo colazione questa mattina.

ARACU (FI) SCOLTATO IN PROCURA PESCARA PESCARA- Il deputato abruzzese di Forza Italia Sabatino Aracu è stato ascoltato stamane alla Procura della Repubblica di Pescara, nell’ambito dell’inchiesta sulle presunte tangenti della sanità abruzzese. Aracu, che è accusata di tentata concussione ai danni dell’imprenditore della sanità Vincenzo Angelini, è stato ascoltato dal Procuratore capo Nicola Trifuoggi e dai sostituti Giuseppe Bellelli e Giampiero Di Florio. ” Ho dichiarato ai magistrati – ha detto Aracu all’uscita del Palazzo di giustizia – la mia totale estraneità ai fatti che mi vengono contestati”.

PACE, GIUDICI CONFERMANO, IO MAI PERCEPITO SOMME PESCARA – “Mi hanno contestato di aver preso una somma di denaro di 100 mila euro tramite altra persona: ma mi hanno dato atto che io non ho percepito materialmente quella somma”. Così l’ex presidente della regione Abruzzo Giovanni Pace all’uscita della Procura di Pescara dopo l’interrogatorio con gli inquirenti. “Ho detto che non ho mai fatto questo né adesso né mai – ha detto Pace – credo di aver dato ogni spiegazione utile, sufficiente, bastevole, è la mia impressione. Sono assolutamente tranquillo, come prima di entrare, adesso sono anche ottimista”. Sulla vicenda del carcere per il suo successore Del Turco Pace ha detto che “sto soffrendo l’anima mia. Io sono immacolato come un giglio, sto soffrendo per tutti quelli che magari sono immacolati come me”, ha chiuso sibillino e commosso. Nelle stanze dei Pm di Pescara è rimasto al momento solo Vincenzo Trozzi, l’ex vicepresidente della Finanziaria Regionale che era stato già arrestato nel 2006.(ANSA).

LE REAZIONI SULMONA – “Spero che il presidente Ottaviano Del Turco possa riuscire, nel prosieguo delle indagini, a dimostrare la sua estraneita’ ai fatti cosi’ come contestati. Non si tratta di una questione politica, ma di un caso umano che tocca profondamente la psiche di una persona sottoposta a limitazione della liberta’ personale, ancor piu’ se in regime di isolamento”. Ad affermarlo è il parlamentare sulmonese Maurizio Scelli (Pdl), membro della Commissione giustizia alla Camera dei deputati. (AGI)

PESCARA – Il partito di Rifondazione comunista “spera che il presidente della Regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco, arrestato ieri con alcuni assessori, rassegni le dimissioni volontarie dall’incarico, una volta conclusi i tre giorni di isolamento”. Il Prc chiede poi che venga fissata subito la data delle elezioni, allo scadere del 90esimo giorno utile. Lo ha detto questa mattina il segretario regionale del partito, Marco Gelmini, spiegando che nel caso in cui Del Turco restasse al suo posto, Rifondazione “si muoverà per la mozione di sfiducia”. Ricordando l’azione di contrasto che Rifondazione ha avuto all’interno dell’esecutivo sul fronte della sanità, Gelmini ha evidenziato che ora “occorre la revoca immediata dell’accreditamento per le strutture che non hanno rispettato le regole”. Il rischio, per il segretario del Prc, è che Angelini, coinvolto nelle indagini della Procura e accusatore della giunta Del Turco, “potrebbe avere una proroga, ma noi – ha detto Gelmini – non compriamo una macchina da chi ce ne ha già venduta una scassata”. E proprio parlando di Angelini, che oggi si “presenta come una vittima“, Gelmini ha fatto notare che “a Villa Pini figuravano tre malati per ogni posto letto, e la Regione li pagava”. Gelmini ha anche sottolineato che “c’e’ stata una sconcertante continuità nelle operazioni di finanza creativa”, tra centrodestra e centrosinistra. Per quanto riguarda l’assessore regionale di Rifondazione, Betti Mura, già da ieri ha rimesso il proprio mandato nelle mani del partito. Parlando in conferenza stampa la Mura ha espresso il proprio sgomento per l’accaduto anche perchè oggi emerge che “mentre noi cercavamo i soldi per la non autosufficienza c’era chi metteva in ginocchio l’Abruzzo per beni voluttuari. Ho paura – ha concluso – che passi il messaggio che siamo tutti uguali, ma non è così”. Domani sera, alle 20.30, si terrà il comitato politico del Prc. (AGI)

L’AQUILA – “Vertenza sanità, fondi comunitari e nuova legge elettorale” sono le tre priorità dell’Abruzzo individuate dal senatore Fabrizio Di Stefano, coordinatore regionale di An, che saranno sottoposte ai parlamentari abruzzesi del centro-destra che si riuniranno stasera a Roma. “Non possiamo condannare l’Abruzzo alla paralisi – spiega Di Stefano – perciò va individuato immediatamente un percorso istituzionale che porti in tempi brevi ad esaminare alcune questioni urgenti prima di giungere, come e’ giusto e logico, ad elezioni anticipate. Il problema principale, manco a dirlo, e’ rappresentato dalla sanita’, per cui bisogna proseguire il confronto con il governo nazionale per alleggerire la situazione dei conti abruzzesi del settore – sottolinea l’esponente di An – quindi si deve recuperare l’enorme e colpevole ritardo accumulato sino ad oggi dall’esecutivo regionale sulle risorse relative alla programmazione comunitaria 2007/2013”. “In ultimo – sostiene Di Stefano – il Consiglio deve procedere alla riforma della legge elettorale attraverso l’abolizione del listino e il rafforzamento della partecipazione democratica dei cittadini: i tempi per farlo prima dell’autunno ci sono e, a tal proposito, ho gia’ interessato il presidente della commissione competente Gianni Melilla, come al solito sensibile ed attento”. Conclude, quindi, il senatore del PdL: “Solo in questo modo si potrà dimostrare agli abruzzesi, giustamente frastornati dagli ultimi eventi, che – mentre la magistratura sta facendo il suo corso nella autonomia che le riconosciamo – le istituzioni sono al lavoro e che la classe politica locale non è allo sbando”. (AGI)

DEL TURCO:IL FIGLIO GUIDO,INONDATI DA ATTESTATI SOLIDARIETA’ ROMA – La famiglia di Ottaviano Del Turco, tramite il figlio Guido, ha voluto ringraziare pubblicamente: “quanti in queste ore, amici, esponenti del mondo politico e giornalistico, hanno inondato di attestati di solidarietà la nostra casa”. “Ringraziamo l’on. Mantini, che dopo un giorno e mezzo di ansia – sottolinea Guido Del Turco – incontrando mio padre a Sulmona, ci ha rassicurato sulle sue condizioni in carcere”. “La tranquillità di mio padre – aggiunge – è la conferma di quanto abbiamo sempre pensato di lui”. La famiglia ringrazia per la solidarietà anche, tra gli altri, il premier Silvio Berlusconi; il presidente Emerito della Repubblica, Francesco Cossiga; il portavoce di Forza Italia, Daniele Capezzone e il leader radicale Marco Pannella. (ANSA).

MARROLLO SCRIVE A MARCEGAGLIA E PARLAMENTARI L’AQUILA – Il presidente di Confindustria Abruzzo, Calogero Marrollo, ha scritto ai parlamentari abruzzesi, alla presidente nazionale Emma Marcegaglia, e al vice presidente della Regione, Enrico Paolini, dopo il terremoto giudiziario di ieri che ha investito i vertici della Giunta regionale abruzzese. “L’inchiesta giudiziaria sulla sanità in Abruzzo – scrive Marrollo ai parlamentari – sta travolgendo l’intera regione trascinando con sè tutti gli aspetti e le componenti della vita sociale ed economica, oltre che politica ed istituzionale. A nome di Confindustria Abruzzo e degli Imprenditori abruzzesi vi chiedo, pertanto, che la classe politica abruzzese, in modo bipartisan, pervenga a tutte le soluzioni idonee al superamento immediato dell’impasse istituzionale venutasi a creare, in modo da garantire il governo, oltre che dell’ordinario, anche di quelle situazioni di carattere straordinario e gia’ di difficile gestione, che richiedono e impongono, da parte della regione Abruzzo, un referente istituzionale per poter essere amministrate adeguatamente”. “La mia preoccupazione – scrive invece a Emma Marcegaglia – e che il protrarsi di questa situazione determini un vuoto politico che aggravi ulteriormente la posizione dell’Abruzzo. La situazione è veramente di estrema gravità e, in questo momento di vuoto istituzionale, ti chiedo di poter intervenire in tutte le sedi per cercare di garantire all’Abruzzo, soprattutto a livello di Governo nazionale, la possibilità di difendere i propri interessi generali e sociali, economici ed imprenditoriali”. “Tra le tante considerazioni, anche di carattere umano – scrive infine a Paolini – una delle preoccupazioni più sentite è che il protrarsi di questa situazione determini un vuoto politico che deteriori ancor di più, se possibile, la posizione dell’Abruzzo. La situazione e’ veramente seria e complessa e, in questo momento di vuoto istituzionale, ti chiedo che la tua azione sia volta unicamente ad assicurare all’Abruzzo da una parte la necessaria rappresentanza istituzionale e, dall’altra, il più rapido ritorno alla “normalità”, cercando, a livello politico, di superare e di far superare in tempi rapidissimi, con senso di responsabilità, tutti gli ostacoli di parte che spesso si frappongono alla soluzione delle vicende che interessano la comunità civile ed il Territorio”. (AGI)

BASILEA – L’arresto per corruzione del Presidente della Regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco, ora in isolamento nel Carcere di Sulmona (Aq) ha decimato la Giunta abruzzese e scosso il mondo politico. Ma non solo. A gridare oggi la propria indignazione è Enzo Alloggia, componente del Consiglio Regionale degli Abruzzesi nel Mondo, che si scaglia contro il Governatore della sua Regione. “Sono un abruzzese da 46 anni residente all”estero e, dopo la vergogna dell”inizio degli anni 90, mai mi sarei aspettato di rivivere di nuovo quei tragici momenti, di vedere l”Amministrazione Regionale di nuovo accusata di corruzione. È una vergogna – tuona Alloggia – per noi che siamo all”estero, che lavoriamo per rendere grande l’immagine della nostra amata Regione”. “È una vera vergogna – ribadisce – dopo che i Presidenti della Repubblica che si sono succeduti ci hanno definito “i veri ambasciatori” della nostra cultura anche regionale”. “Vergogna!”, scrive ancora Alloggia che, pur sostenendo di concedere a Del Turco il “beneficio del dubbio”, conclude: “dopo tanti anni di lavoro in favore della comunità abruzzese all”estero ci vediamo di nuovo additati come “corrotti””, sorte che toccherà a tutta la comunità italiana all”estero “per colpa di persone senza scrupolo assetate di soldi e di potere”. (aise)

DEL TURCO:CODACONS ANNUNCIA SCIOPERO TICKET SANITA’ IN ABRUZZO L’AQUILA – “L’inchiesta sulla sanità in Abruzzo, al di là delle responsabilità personali che saranno appurate, evidenzia uno spreco di denaro pubblico per milioni di euro. Solo per le tangenti si parla di 15 milioni, senza contare il danno complessivo al sistema sanitario”. Questo quanto si legge in una diramata dal Codacons all’indomani dell’arresto del presidente Ottaviano Del Turco e di altre 9 persone. Il Codacons lancia lo sciopero del ticket in Abruzzo. “E’ intollerabile che dei malati siano costretti a dare un contributo per le spese mediche mentre altri speculano sul sistema sanitario e nuotano nell’oro”, ha dichiarato Carlo Rienzi, Presidente Codacons. L’associazione invita i cittadini abruzzesi a mettere in atto lo “sciopero del ticket”, rifiutandosi di pagare il ticket in farmacia. “Il farmacista – prosegue la nota – e’ comunque tenuto a dare il farmaco, altrimenti potrebbe essere denunciato per interruzione di pubblico servizio”. Il Codacons annuncia anche l’intenzione di costituirsi parte civile nel procedimento penale e prepara una class action contro le ASL e la Regione per risarcire i cittadini di quanto hanno indirettamente subito a causa di un sistema sanitario inefficiente e dilapidatore. (AGI)

IL GRUPPO DI FORZA ITALIA CHIEDE ELEZIONI ANTICIPATE PESCARA. – Subito le elezioni anticipate in Abruzzo. E’ la richiesta del gruppo di Forza Italia in Regione, dopo gli arresti di ieri del presidente della Regione, Ottaviano Del Turco, e di alcuni assessori nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Pescara sulla cartolarizzazione dei debiti della sanità. Il capogruppo Nazario Pagano ha sottolineato che “si deve ridare nel più breve tempo possibile la parola agli elettori, già in autunno, per assicurare una nuova guida alla nostra regione”. Pagano ha suggerito che fino al momento del voto “la Regione può ancora fare alcune cose, ad esempio la nuova legge elettorale, sulla quale si e’ lavorato per due anni in commissione. Bisogna far di tutto, poi, per ridurre al massimo i costi inutili attraverso una riforma drastica degli enti di sottogoverno e di tutte quelle realtà che sottraggono risorse importanti”. Il consigliere regionale Giuseppe Tagliente ha sottolineato il pericolo che l’Abruzzo corre in questo momento “non avendo qualcuno che lo rappresenti nella conferenza Stato-Regioni in occasione della elaborazione della Finanziaria. Si ipotizza – per Tagliente – un colpo che potrebbe mettere la regione in uno stato precomatico”. “Serve, quindi, una interlocuzione indispensabile con Roma”,ha detto Maurizio Teodoro. Benigno D’Orazio ha criticato invece l’atteggiamento dell’Italia dei Valori che, ieri, dopo gli arresti, ha deciso di uscire dalla giunta, ma “fino a qualche giorno fa ha lottato per entrare nell’esecutivo”. Per Bruno Di Paolo, infine, “non deve passare il messaggio che tutti i politici sono corrotti perchè non è così'”. Un ennesima richiesta è arrivata da Teodoro Buontempo, presidente della Destra, che ribadisce il suo consenso alle elezioni anticipate. Barbara Delle Monache Altro rammarico manifestato dal presidente della Giunta è stato quello di non avere potuto leggere i libri che si era portato con sè dall’abitazione di Collelongo, cinque romanzi che gli sono stati sequestrati dalla direzione del carcere in attesa di poter ricevere l’autorizzazione a riconsegnarglieli da parte della magistratura. Intanto nell’ambito delle perquisizioni a tappeto eseguite ieri dalla Guardia di Finanza uomini delle fiamme gialle hanno visitato anche gli uffici occupati da Lamberto Quarta nella sede centrale di “Abruzzo Engineering”, società in house della Regione Abruzzo, creata circa due anni fa per volere del presidente della Giunta regionale, Ottaviano Del Turco. Quarta in questo sodalizio ricopre gli incarichi di presidente e di amministratore delegato. La società che si occupa prevalentemente di iniziative tese ad eliminare il digital divide nel territorio regionale è controllata, per il 60% dalla regione Abruzzo, per il 30% da Finmeccanica e per la restante parte dalla Provincia dell’Aquila. La stessa società è stata oggetto delle attenzioni della magistratura attivata da una serie di esposti.

Ultimo aggiornamento ( martedì 15 luglio 2008 )

Annunci

Una Risposta to “Il parlamentare Pierluigi Mantini ha incontrato in carcere Del Turco.”

  1. raffrag Says:

    Mi sono divertito a fare un po’ di conti. Se volete, potrete leggerli sul mio ultimo post


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: