Inceneritori, Brescia non è un modello da seguire. Lettera al sindaco Jervolino

dal sito:  www.chiaianodiscarica.it/
Le associazioni ambientaliste di Brescia scrivono una lettera aperta al Sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino per metterla in guardia sui danni all’ambiente e alla salute dei cittadini causati dall’inceneritore di Brescia, a sproposito citato come un modello da seguire. Segnalo, agli amici campani e bresciani il messaggio inviatomi oggi dal dott. Aldo Caretti qui.
4 Lug 20086
Brescia non è un modello virtuoso da seguire nella gestione dei rifiuti. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

IMMUNITA’ ALTE CARICHE: NON E’ VERO CHE IN ALTRI PAESI SI ESTENDE AL PREMIER E AI MINISTRI

“Fatto”: il tabellone del premier (Graffiti Press)

«Il premier si salva da solo». Alfano: la blocca-processi resta
«Fango su di me e sui ministri. Mi difenderò nei processi»
Berlusconi: «Pettegolezzi infondati. Ma attacchi non ci impressionano. Già mantenuti molti impegni»

APPELLO – Proprio contro la blocca-processi e contro il lodo Alfano un gruppo di cento costituzionalisti ha firmato un appello sottolineando che «l’immunità temporanea per reati comuni è prevista solo nelle Costituzioni greca, portoghese, israeliana e francese con riferimento però al solo Presidente della Repubblica, mentre analoga immunità non è prevista per il Presidente del Consiglio e per i Ministri in alcun ordinamento di democrazia parlamentare analogo al nostro, tanto meno nell’ordinamento spagnolo più volte evocato, ma sempre inesattamente». Leggi il seguito di questo post »

Le telefonate del premier al macero nei prossimi giorni

 

(Archivio Montecitorio)

Saranno distrutte le intercettazioni ritenute “irrilevanti” per l’inchiesta Berlusconi-Saccà
Napoli, oggi il gip decide se chiedere al Parlamento l’utilizzo di sei conversazioni

di seguito: Le parole maliziose cancellate a Milano

di G. d’AVANZO Leggi il seguito di questo post »

Intercettazioni hard, Rotondi:”Le miserie di Berlusconi al telefono per la gente saranno grandezze”

(archivio Michela Brambilla e Berlusconi)

Rotondi, assicura che «l’Italia parla al telefono come Berlusconi e non come Eugenio Scalfari: gli italiani scherzano, alludono, dicono pure una porcheria ogni tanto, e gli piace così». Ora credono di illuminare con le intercettazioni le miserie di Berlusconi e, invece, per la gente saranno grandezze”

di Wildgreta

Non so cosa sappia della “gente” Rotondi del PDL. Non so neppure se la conosca “la gente”. Eh, sì, perchè quei poveracci che secondo lui archivieranno come “grandezze”, ciò che la stampa vorrà fare apparire come “miserie di Berlusconi”, personalmente non so chi siano. E anche se esistessero, nessuno di loro fa il Presidente del Consiglio.E se, a suo avviso, tutti gli italiani al telefono dicono “anche qualche porcheria”, questo non depone a favore delle frequentazioni dell’onorevole Rotondi. Personalmente, non conosco nessuno che dica porcherie al telefono parlando di qualcuno che ha fatto entrare in politica o nel governo.E infatti la differenza fra “la gente” di cui parla Rotondi e i rappresentanti del popolo eletti in Parlamento, è tutta qui. Di maiali sarà anche pieno il mondo, ma certamente non sono tutti al governo di una nazione e non tutti nominano ministri le loro amiche, nè modificano i  palinsesti televisivi o intervengono nelle scelte delle attrici delle fiction, per ragioni politiche.Vede, onorevole Rotondi, voi siete lì per occuparvi di noi e dovreste farlo mettendo in ogni ruolo le persone più capaci, i cervelli migliori. Dopodichè, il modo in cui passate il tempo libero, riguarda solo voi.

La dichiarazione di Rotondi Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: