Rifiuti Campania. Bertolaso immagina una squadra di 300 psicologi per la raccolta differenziata

Prima gli oratori e le parrocchie adesso gli psicologi. Bertolaso ha chiamato all’appello 300 medici per impostare la raccolta differenziata. La risposta dell’ordine degli psicologi della Campania: «Interventi andrebbero fatti, ma con alto profilo professionale».


L’undici di giugno da Napoli, Silvio Berlusconi, in seguito a un proficuo colloquio avuto con il cardinale Crescenzio Sepe, ha comunicato alla stampa che la raccolta differenziata poteva contare sulla logistica e il lavoro di chiese, parrocchie e oratori. Oggi, la raccolta differenziata non godrà solo della viva partecipazione di coloro che furono chiamati dal premier “angeli” e in seguito dalla stampa “angeli della munnezza”, ma anche degli psicologi.

La federazione “Psicologi per i Popoli”, iscritta nell’elenco nazionale delle organizzazioni di volontariato del dipartimento di protezione civile, ha emesso un bando dove richiede la partecipazione volontaria di trecento psicologi. Come si apprende dal bando l’iniziativa consiste nella «mobilitazione e collaborazione per un intervento comunitario di emergenza nella città di Napoli durante i mesi estivi di luglio, agosto e settembre. Non si tratta di sostituire i netturbini nel raccogliere i rifiuti ma di partecipare alle iniziative informative, culturali e di sensibilizzazione che accompagneranno l’avvio della raccolta differenziata presso la popolazione». Il sito internet dell’associazione “Psicologi per i Popoli”, tornato in allestimento nelle ore concomitanti al bando, in una mail automatica spiega agli aspiranti volontari che il ruolo che sono chiamati a svolgere è quello di “volontari, esperti di psicologia”, e non “psicologi consulenti”.

Claudio Zullo, presidente dell’ordine degli psicologi campani, spiega come già da tempo si lavora sul tema dell’emergenza, ma che serve un intervento specifico poiché «sul piano patologico, potrebbero diffondersi derive psicosomatiche riconducibili ad allergie e ad altre manifestazioni. Sul piano della psicologia sociale, invece, la cittadinanza vive un pesante scollamento dalle istituzioni e un confronto quotidiano con una protesta che rivendica vertenze anche legittime». Zullo dimostra di apprezzare l’interessamento di molte personalità, campane e non, che vorrebbero apportare un contributo per Napoli e la Campania, ma « va capito come organizzare tale contributo atto a recuperare un tessuto sociale dilaniato».

Una Risposta to “Rifiuti Campania. Bertolaso immagina una squadra di 300 psicologi per la raccolta differenziata”


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: