PD, MERLO: “LA PIAZZA LASCIAMOLA AI GIROTONDI”. LA “SINDROME DEL LOFT” MINA LA SALUTE DEL PD

La “sindrome del loft” ha ninato seriamente la salute del PD

di Wildgreta

Il PD continua a dire cosa non deve essere e cosa non deve fare. (NO ALLA STERILE PROPAGANDA ANTIBERLUSCONIANA) Se per una volta ci dicesse cosa fa e cosa è, farebbe un favore a tutti i delusi che hanno disertato l’assemblea dei delegati e a tutta la gente di sinistra in generale. Farebbe felici tutti coloro che, pur non avendolo votato, avevano grandi aspettative in questo nuovo partito. Chi non lo ha votato ora pensa, “ho fatto bene”, chi lo ha votato, “E’ stata una fregatura”. Il fatto di continuare ad attribuire ad altri le responsabilità, è il vero errore. Ma, purtroppo, sembra che la dirigenza del PD non lo abbia ancora capito.  Questa riesumazione del fantasma dei Girotondi, citati come simbolo negativo, è il tentativo puerile di criticare chi critica, bollandolo come goliarda. Ma alcuni di quelli che prima erano “girotondini”, oggi sono “grillini”, “dipietristi” o hanno smesso di andare a votare. Hanno, insomma, cercato altrove chi li rappresentasse o hanno rinunciato a cercarlo. La “sindrome del loft” ha minato seriamente la salute del PD, quindi dovrà trovare una cura, altrimenti la malattia lo divorerà.   Leggi il seguito di questo post »

I comunisti dell’FBI, i giornalisti-insetto, i condannati in parlamento


Quei comunisti dell’FBI tratto da Ora d’Aria- L’Unità

di Marco Travaglio – 21 giugno 2008
Mercoledì l’Fbi s’è presentata a Wall Street e ha arrestato 60 top manager coinvolti nello scandalo dei «mutui subprime» e degli «hedge fund maligni», per aver truffato i risparmiatori e la «fiducia pubblica», gabellando per sicuri degli investimenti destinati a finir male. Leggi il seguito di questo post »

Rifiuti, appello di Izzo (Pdl) per evitare che le ecoballe finiscano a San Giorgio La Molara

La Provincia di Benevento si adoperi affinché nel Sannio e, in particolare, a San Giorgio La Molara, non giunga un’altra discarica. Come capo dell’opposizione del Pdl invito il presidente Cimitile ad attivarsi al più presto affinché venga scongiurata l’allocazione sul nostro territorio di un altro deposito di ecoballe”. Lo ha dichiarato il senatore Cosimo Izzo che è anche capo delegazione del centrodestra alla Rocca dei Rettori. Leggi il seguito di questo post »

Sacconi sa da chi venivano i fischi che lo hanno portato a replicare:”Ma vaffa…”

Fischiato alla festa della Cisl, il ministro Sacconi replica: «Ma vaffa…»

di Wildgreta

Il ministro sa quanti erano e chi erano i “fischiatori” al suo intervento. Il Tg2, invece, si arrampica sugli specchi e, per non dire chiaramente che il ministro è stato fischiato, finisce per far apparire Sacconi come uno che manda “affan…” senza motivo. Comunque per Sacconi i contestatori erano 5 ed erano lì per seguire l’intervento di Di PIETRO, che avrebbe parlato subito dopo, e non per lui che è amico della Cisl. Beato Sacconi che è così sicuro di cosa pensa la gente…

TRENTO (21 giugno) – Fischi per il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, alla festa nazionale della Cisl, in corso a Levico Terme, in Trentino. Il ministro ha risposto ai fischi con un «vaffa…». E’ successo nel primo pomeriggio, mentre Sacconi parlava della necessità che ha il governo di dare segnali di discontinuità, per evitare che «il declino diventi irreversibile. «Dovremmo mettere in moto – ha detto – un meccanismo di responsabilizzazione degli amministratori locali. Dovremmo fingere di non vedere che con una mano si dialoga e con l’altra si ricorre ad una giustizia politicizzata? Noi vogliamo governare». Leggi il seguito di questo post »

Omicidio Basile (IDV): trovata camicia sporca di sangue

Dopo il coltello che non è escluso sia stato utilizzato per uccidere, domenica scorsa in via Nizza a Ugento, il consigliere provinciale e comunale dell’Italia dei valori Peppino Basile, 61 anni, è stata trovata anche una camicia, verosimilmente quella dell’assassino.

Il coltello, a lama liscia, di 10 centimetri per due, era pulito. La camicia, sicuramente da uomo, è sporca di sangue ed è strappata all’altezza del taschino.L’autopsia aveva in qualche modo accertato, che Basile si era difeso: aveva infatti una ferita a una mano e all’ascella. Leggi il seguito di questo post »

Elezioni Sicilia, Marsala: Il commento al voto di Patrik Basile (Verdi)

 

Patrick Basile, consigliere comunale dei Verdi e lei stesso candidato nelle file di Uniti per Trapani, come commenta la vittoria di Turano? Leggi il seguito di questo post »

Festa Cisl, contestazioni a Sacconi.E il ministro reagisce con un vaff…

21/6/2008 (17:3) – SCONTRO SULLA GIUSTIZIA

Il titolare del Lavoro parla di toghe politicizzate, la platea lo fischia e lui risponde con gli insulti. Bonanni cerca invano di ripristinare l’ordine
LEVICO (TRENTO)
Il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, viene contestato e fischiato alla Festa della Cisl; perde le staffe e reagisce con un vaff… all’indirizzo dei contestatori. Il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, tenta di riportare il dibattito nei binari di una normale dialettica e viene contestato pure lui. Bonanni cerca di uscire dall’imbarazzo spiegando che «fare così non è da Cisl», aggiungendo di avere «il sospetto che chi fischia non è della Cisl». Toni accesi nel parco delle terme di Levico, in provincia di Trento. Il ministro Sacconi stava parlando dei rapporti tra maggioranza e opposizione, sostenendo che «si devono mettere in moto meccanismi di responsabilizzazione. Dovremmo però fingere di non vedere che con una mano si dialoga e con l’altra si ricorre all’arma di una giustizia politicizzata?».

A quel punto sono partiti i fischi. E Sacconi si è scaldato: «Noi vogliamo governare, abbiamo avuto un mandato per questo». Poi sussurra, abbassando per un attimo il microfono, un vaff…, che comunque arriva in platea. Successivamente, dal palco Sacconi fa marcia indietro affermando di non aver mai pronunciato il vaff… Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: