Di Pietro scrive a Veltroni: “Non bisogna attendere ancora”

“LA DEMOCRAZIA NON BARATTA, SI DIFENDE”

dal blog di Antonio Di Pietro

Pubblico una mia lettera rivolta a Paolo Flores D’Arcais e Walter Veltroni.“Carissimi,

ribadisco il mio si all’appello lanciato da Micromega e mi preme segnalare l’urgenza della manifestazione. Non dobbiamo aspettare l’autunno per scendere in piazza. Ora e subito: questo è il nostro input, perché in autunno i buoi saranno già scappati dalla stalla.

Non bisogna attendere ancora, c’è un’emergenza democratica che non va sottovalutata. Questo governo ha presentato in Parlamento dei provvedimenti vergognosi che attentano ai principi basilari del nostro sistema democratico. Non è il momento di concentrarci sui problemi interni alle nostre forze politiche. E’ il momento di tutelare gli interessi degli italiani e di salvaguardare la nostra Carta costituzionale. E’ il momento della responsabilità, e per riaffermarla non bisogna avere alcun timore. Questo governo e questa maggioranza hanno già messo in campo troppe polpette avvelenate: dal disegno di legge sulle intercettazione alle vergognose norme “salvaretequattro” e “salvapremier”. E non possiamo accettare che l’attuale Presidente del Consiglio consideri l’Italia la sua azienda. Al Pd, dico, facciamo un’opposizione unita, forte e di responsabilità perché la democrazia non si baratta, ma si difende. Leggi il seguito di questo post »

Gip chiede di poter utilizzare intercettazioni di Dell’Utri

 21 giu PALERMO – Il gip di Palermo Pasqua Seminara chiede al Senato l’autorizzazione per utilizzare due intercettazioni telefoniche che riguardano Marcello Dell’Utri. Il senatore di Forza Italia parla con la sorella di Vito Roberto Palazzolo, capomafia latitante in Sudafrica. Le telefonate risalgono al 2003 e la sorella di Palazzolo chiedeva un appuntamento a Dell’Utri. (Agr)

E Silvio licenzia il “fallito” Veltroni

 

 

Pace finita, tra Berlusconi e Veltroni è guerra totale
ROMA – Altro che luna di miele, è guerra aperta fra Berlusconi e Veltroni. Il leader del Pd annuncia una manifestazione contro il governo e il premier da Bruxelles lo attacca sul deficit di Roma, gli dà del “fallito” e lo invita a dimettersi. Ma è sui magistrati il vero scontro. Berlusconi alza il tiro, definisce alcuni magistrati “infiltrati che vogliono sovvertire il voto popolare” e giura di non starci, annunciando una conferenza stampa la settimana prossima per difendersi dall’attacco delle toghe.Poi tocca a Veltroni, definito ‘fallito’ per come ha lasciato i conti del Campidoglio e invitato alle dimissioni dalla politica: “Che il responsabile di questi conti si proponga addirittura come leader dell’opposizione politica mi pare incredibile”, stigmatizza il Cavaliere. Leggi il seguito di questo post »

Europa, anche Barroso contro il premier

 Presidente commissione Ue barroso

Dura polemica tra il presidente della Commissione Ue Josè Manuel Durao Barroso e il premier Silvio Berlusconi, al termine del Vertice Ue sul ruolo della Commissione europea.

«Non siamo il segretariato degli Stati membri, ma un’istituzione indipendente», ha affermato Barroso, replicando alle critiche giunte giovedì da Berlusconi e rincarate oggi sulle esternazioni eccessive dei commissari che, secondo il premier italiano, danno «l’esca alle opposizioni di destra o di sinistra per rivolgere critiche ai rispettivi governi». Leggi il seguito di questo post »

Berlusconi: ci sono toghe sovversive.Non usufruirà della salva-premier

Berlusconi: ci sono toghe sovversive
Non lo permettero’. Stop processi per tutti, io non ne usufruiro’

 di Wildgreta

Urge il parere di un esperto. Caduta la maschera dello statista, il premier ricomicia a snocciolare assurdità. Liberatosi degli stretti panni di leader misurato, si annoda un pareo e finalmente dà sfogo alla sua personalità eclettica. Chissà cosa ne pensa Scapagnini. Comunque, tra le tante affermazioni fantasiose, ne cogliamo una da non sottovalutare: lui non usufruirà della salva-premier. Forse i festeggiamenti a Bruxelles di cui parlava ieri, non devono essere stati troppo calorosi.

(ANSA) – BRUXELLES, 20 GIU – Ci sono ‘pm e giudici che, infiltrandosi nel potere giudiziario, vogliono sovvertire la democrazia in Italia’, denuncia Berlusconi. Da Bruxelles il premier annuncia per la prossima settimana una conferenza stampa per denunciare queste iniziative. E premette: e’ una cosa che ‘non permettero”. Berlusconi torna quindi sulla sospensione dei processi per ribadire: ‘Non esiste una norma salva-premier ma e’ salva-tutti. Sono indignato e diro’ ai miei legali che io non voglio approfittarne’.

INCHIESTA RIFIUTI: CONFERMATI I 25 ARRESTI.TRA LE MISURE CAUTELARI ANCHE QUELLA PER LA VICE DI BERTOLASO

19/06/2008
La decisione del gip collegiale: fondato l’impianto accusatorio
Sono state confermate dal nuovo organo collegiale, composto da tre giudici per le indagini preliminari, istituito dal recente decreto del governo, le misure cautelari sia agli arresti domiciliari sia quelle interdittive nei confronti dei 25 indagati (tra i quali la vice di Bertolaso, Marta Di Gennaro, responsabili degli impianti di cdr, dirigenti Fibe) accusati di presunti illeciti nello smaltimento dei rifiuti in Campania. CONTINUA

Financial Times : in Italia grande coalizione solo sulle TV

trad. di Giulia Alliani*

In Italia, anche se, talvolta, é stata ventilata l’idea di formare una “grande coalizione”, l’ipotesi é sempre stata considerata poco realistica. Un’identità di vedute tra destra e sinistra, inconcepibile su tutta una serie di argomenti, si é però fatta strada nell’ambito del settore televisivo. Leggi il seguito di questo post »

Processo Berlusconi-Mills, avanti malgrado la richiesta di ricusazione

Lo ha deciso la X sezione penale del Tribunale di Milano. Dopo più di due ore di camera di consiglio il giudice Gandus ha spiegato che ”la ricusazione non sospende il dibattimento” che vede imputato il premier con l’accusa di corruzione in atti giudiziar e ha fissato il calendario della prossima udienza al 7 luglio. Ghedini: ”La decisione dimostra la fondatezza della richiesta di ricusazione. Questo processo non si può fare a Milano”

 

CASO MILLS: GHEDINI, DECISIONE GANDUS DIMOSTRA GIUSTEZZA RICUSAZIONE Leggi il seguito di questo post »

Travaglio: Giornalisti con il bavaglino

Tanti giornalisti sembrano fare a gara a chi esulta di più per “la fine dell’impunità” sulle intercettazioni telefoniche. Dimenticando che i verbali pubblicati in questi anni non erano fughe di notizie, ma notizie.

Pareva impossibile trovare qualcuno più masochista del Pd. Ma alla fine lo si è trovato: la categoria dei giornalisti, o buona parte di essa. La voluttuosa gaiezza con cui molti giornali plaudono alla legge-bavaglio che abolisce la cronaca giudiziaria sulle indagini, ricorda quel che Lenin diceva dei capitalisti: “Ci venderanno anche le corde con cui li impiccheremo”. Leggi il seguito di questo post »

Immunità alle alte cariche: niente decreto per Lodo-Schifani. Il CSM dice no al blocca-processi

Giustizia L’Economist: ancora norme su misura per proteggere il premier 

Alfano presenta una mini-riforma del processo civile: tribunali chiusi solo ad agosto, più spazio ai giudici di pace

ROMA – Ci si riprova. Entro una settimana o giù di lì il governo presenterà un ddl Lodo- bis per sospendere ogni (eventuale) processo contro le 5 prime cariche dello Stato: Capo dello Stato, premier, presidenti di Camera, Senato e Corte Costituzionale. L’immunità (cui l’interessato potrà comunque rinunciare) potrebbe essere accordata anche a tutti i membri della Consulta e ai ministri. Provvedimento ordinario, non costituzionale. E che dovrà cambiare nell’impostazione quanto basta per non ricadere negli stessi errori dell’originario Lodo Schifani bocciato dalla Corte Costituzionale. Se andasse in porto (e ne restasse il tempo), il governo potrebbe pure soprassedere sull’emendamento che l’opposizione ha ribattezzato salvapremier (perché avrebbe effetti sul Berlusconi-Mills) e che peraltro rischia una bocciatura anche in zona Csm dove si temono «ricadute pesanti e irrazionali ». Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: