Rifiuti tossici, choc a Giugliano:”Il clan ci uccide senza sparare”

Le rivelazioni del pentito sui traffici dei Casalesi
Il sindaco “In ogni famiglia un tumore”

Antonio Corbo
Sono almeno 120 gli ettari infetti
Coldiretti: “Subito bonifiche”. Meno frutta, più fiori
Pianese: “E ho dovuto fermare il generale Giannini, voleva riaprire Taverna del ferro”

GIUGLIANO – Solo il sindaco sapeva. La terza città della Campania ha oltre centomila abitanti e almeno 120 ettari di terra malata. «Siamo ai limiti della sopportazione, in ogni casa si piange per un tumore», Giovanni Pianese ha i toni sicuri dei giorni peggiori. «La politica deve reagire, denunciare non basta, quindi questo Comune dovrà proporre, realizzare». Mancano poche ore al primo consiglio comunale, Pianese consegna al segretario generale Rossella Grasso la lista dei 5 assessori esterni, nomi di prestigio, si ricomincia. Ma proprio ieri sono apparse le dichiarazioni di Gaetano Vassallo, la verità sui clan. Hanno incassato una fortuna seminando morte. Nella stessa provincia di Caserta hanno boicottato il progetto di un´azienda sicura, ultramoderna, autorizzata dalla Regione, per i rifiuti speciali, si può capire perché. Il sequestro di ville, conti correnti, Jaguar, barche, albergo ha fatto scoprire meglio il giro: i Casalesi hanno avvelenato Giugliano, fanghi tossici e rifiuti pericolosi del centronord. Leggi il seguito di questo post »

Intervista a Travaglio:”Lavorano tutti per Berlusconi, tranne Di Pietro”

 

Travaglio, intervista a Libero.it: “Nessuno ce la fa con Berlusconi. E del resto il Pd è un fallimento. Finirà che dovranno richiamare in servizio Prodi a 80 anni. Del resto se vanno avanti a fare opposizione in questo modo… Già stanno precipitando nei sondaggi. Alle prossime europee, se vanno avanti così finiranno sotto al 30%. Lavorano tutti per Berlusconi. Tranne Di Pietro.

Le intercettazioni sono utili sia ai magistrati per catturare i delinquenti, sia ai giornalisti per aiutarli a dimostrare che quel che tutti sapevano e che magari già si scriveva era vero. Io sono favorevole alla loro pubblicazione senza freni e senza limiti, se non quelli previsti dalla legge.

Leggi il seguito di questo post »

Intercettazioni passa il DDL, Veltroni:”Che fretta c’era…meledetta primavera”

The Economist: “Veltroni: governo ombra o opposizione fantasma?”

         

1168 LORETTA GOGGI  MALEDETTA PRIMAVERA
 

 Di Wildgreta

Lo scandaloso Disegno di legge contro le intercettazioni è stato approvato in Consiglio dei Ministri all’unanimità, e ora dovrà passare al vaglio del parlamento, sperando che si riesca a modificarlo. Veltroni ha detto che non c’era fretta e che le priorità del paese sono altre. Qui si fermano “le durissime” dichiarazoni di quello che avrebbe dovuto essere il leader dell’opposizione, prima che abdicasse al “trono”, in favore di persone molto più incisive come Di Pietro. Le ragioni di questo atteggiamento di Veltroni sono al vaglio di molti analisti politici e giornali esteri come l’Economist.Le ragioni di questo DDL sulle intercettazioni, invece, sono probabilmente riposte nell’incubo del processo Mills che potrebbe portare ad una sentenza negativa per il Cavaliere. Di seguito troverete le reazioni al disegno di legge di: Di Pietro, Unione Cronisti, Economist, Ministro Ombra Beni Culturali PD, Minniti. Da ricordare la riunione straordinaria della Federazione Nazionale della Stampa, la reazione durissima dell’Associazione Nazionale Magistrati e, in ultimo, la notizia che  le intercettazioni saranno possibili se  a richiederlo saranno le vittime di reato. Prima, però, la lista dei reati per i quali le intercettazioni NON SARANNO PIU’ POSSIBILI SE IL DDL NON VERRA’ MODIFICATO:

  • Soppressione, falsificazione o sottrazione di atti o documenti concernenti la sicurezza dello Stato
  • Utilizzazione dei segreti di Stato
  • Associazione a delinquere
  • Infedeltà in affari di Stato
  • Associazione sovversiva
  • Attentato contro i diritti politici del cittadino
  • Cospirazione politica mediante associazione
  • Banda armata
  • Peculato
  • Abuso d’ufficio
  • Turbativa d’asta
  • Millantato credito
  • Illecita concorrenza con minaccia o violenza
  • Sequestro di persona
  • Violenza privata
  • Furto
  • Rapina
  • Estorsione
  • Truffa
  • Usura
  • Falso in bilancio
  • Evasione fiscale
  • Reati societari
  • Truffa aggravata ai danni dello stato Leggi il seguito di questo post »

Chiaiano: la Cava a rischio crollo dopo i rilievi laser-scanner

Blitz dei manifestanti all’Albergo dei Poveri: letto un documento durante la rappresentazione dello spettacolo «Le troiane»

I SONDAGGI

TONIA LIMATOLA Cava di Chiaiaino a rischio crollo: lo provano, secondo gli esperti, i rilievi con il laser-scanner. A piazza Titanìc si continuano a nutrire speranze dopo la presentazione dei rilievi dei tecnici di parte, che continuano a giudicare il sito di Cinque Cercole inadeguato ad ospitare una discarica. Leggi il seguito di questo post »

Berlusconi: la Giustizia è mia e la gestisco io

La tela di ragno di Berlusconi: processi congelati e lodo Schifani

DI Pietro: uso privatistico delle istituzioni

di Wildgreta

Due articoli che vi consiglio di leggere, di seguito. Due considerazioni che vorrei fare: siamo qui, due mesi dopo le elezioni e il tempo sembra essere tornato indietro. Tutto appare uguale a quando ci domandavamo come si potesse pensare di farsi le leggi a proprio uso e consumo. Eppure sta accadendo di nuovo. Berlusconi deve rimandare i suoi processi, le sue sentenze (stando a quanto dice Repubblica). Se ne stupisce persino Di pietro che, forse, in cuor suo, non pensava si potesse arrivare a tanto.Ma questo è l’uomo, e il motto che ieri ha rispolverato spacciandolo per nuovo:”Lasciateci lavorare”, suona quanto mai subdolo. Verrebbe da domandargli, infatti:”LASCIARVI LAVORARE PER CHI?” Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: