ROMA/ LA STORTA,PM: SENTIRE VITTIMA STUPRO IN INCIDENTE PROBATORIO

Il giudice dovrà ora fissare la data dell’udienza
Leggi il seguito di questo post »

Rifiuti: domani manifestazione a Roma contro discarica Chiaiano

NAPOLI – Le proteste per le discariche di Chiaiano e Marano si spostano a Roma. Domani e’ prevista una manifestazione dei comitati che si oppongono ai due siti scelti dal governo per risolvere in parte l’emergenza rifiuti in Campania. Leggi il seguito di questo post »

Intercettazioni: Di Pietro e Travaglio spiegano la Legge Bavaglio

Di Antonio Di Pietro

Le intercettazioni sono strumento vitale per condurre la lotta alla criminalità organizzata, al terrorismo, al contrabbando, alla droga, alla corruzione del sistema economico e per smascherare i manovratori che spesso si nascondono a livello politico. Il governo di centrodestra e coloro che mantengono posizioni ambigue in Parlamento su questa proposta di “legge bavaglio” non hanno alcun rispetto dei cittadini se affermano che la limitazione delle intercettazioni è a tutela della privacy (leggi le dichiarazioni del Ministro della Giustizia Alfano) dell’individuo quando negli ultimi anni le intercettazioni si sono rivelate l’unica tutela dei cittadini dalla disonestà di molti politici. Il Pd tentenna ed anche in questa battaglia spetta all’Italia dei Valori il ruolo di schierarsi come unica vera opposizione.Oggi ho ospitato sul mio blog la diretta di Marco Travaglio così come faccio ogni lunedì. Marco ha parlato di intercettazioni spiegando molto approfonditamente cosa gli italiani non avrebbero saputo se questa proposta di legge vergogna fosse stata in vigore durante ultimi anni di storia di questo Paese. La maggior parte dei casi citati dal giornalista coinvolgono politici di tutti i colori e discutibili uomini d’affari, accomunati da un comun denominatore: la disonestà. Leggi il seguito di questo post »

Perchè Berlusconi odia le intercettazioni

  

di Wildgreta

Stamattina alla radio sentivo parlare delle intercettazioni in cui Berlusconi raccomandava qualche ragazza a Saccà. Poco più di una “ragazzata” per il conduttore che, sorridendo, ricordava le bravate di quel “piccolo scavezzacollo“, colto in flagrante mentre non faceva nulla di male e del quale quei cattivoni dei magistrati avevano violato la privacy. Bene, vorrei dire a quel conduttore e a tutti gli altri conduttori, che il motivo per cui Berlusconi odia le intercettazioni è che, attraverso di esse, è venuto alla luce il tentativo di compravendita di senatori che avrebbero dovuto far cadere il governo Prodi. L’articolo che segue è del dicembre 2007 e vi consiglio di fare un piccolo ripasso degli eventi, leggendolo attentamente. E’ di Giuseppe D’avanzo, prima che venisse “folgorato sulla via di Travaglio”.

L’inchiesta di Napoli su sospette tangenti agli amministratori Rai
Randazzo racconta: mi è stato offerto di fare il vice ministro
Televisione e mercato dei senatori Berlusconi indagato per corruzione

di GIUSEPPE D’AVANZO Leggi il seguito di questo post »

INTERCETTAZIONI/ PG CASELLI: ESCLUDERLE METTE A RISCHIO SICUREZZA DEI CITTADINI

Impedirne la pubblicazione per difendere la prrivacy

Roma, 9 giu. (Apcom) – “Che le intercettazioni siano uno strumento utilissimo, in molti casi decisivo, per scoprire la verità, è un dato assolutamente incontestabile”. Lo ha detto a Radio R101 Giancarlo Caselli, Procuratore Generale di Torino. Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: