Libia rompe patto su immigrazione per nomina Calderoli


giovedì, 8 maggio 2008 8.53

TRIPOLI/ROMA (Reuters) – La nomina di Roberto Calderoli a ministro nel nuovo governo di Silvio Berlusconi ha innescato la sdegnata reazione delle autorità libiche, con Tripoli che ha annunciato la rottura dell’accordo siglato con Roma per proteggere le coste italiane dall’immigrazione clandestina africana. Leggi il seguito di questo post »

GOVERNO/ BERLUSCONI PENSA AD AZZERARE RUOLO VICEMINISTRI

An non chiude, Lega cauta. Brambilla a Salute, ma sottosegretario 
 
Roma, 8 mag. (Apcom) – “E’ tutto di nuovo in gioco”, confidava nel pomeriggio un leghista. Uno scenario vero solo in parte, nel senso che il manuale Cencelli verrebbe applicato ai partiti alleati non più per viceministri e sottosegretari, ma solo per questi ultimi. Leggi il seguito di questo post »

GOVERNO: LE PRIME DICHIARAZIONI E LO SCIVOLONE DELLA MELONI SUL GAY PRIDE

08/05/2008
8 mag. – Una delle prime dichirazioni che ci ha colpito, viene da Giorgia Meloni, neo Ministro per le Politiche Giovanili la quale al termine della cerimonia di giuramento al Quirinale, ha dichiarato che “Credo che il Gay pride non abbia fatto bene. Credo che, anzi, abbia alienato molte simpatie a quel mondo”. aggiungendo inoltre: “Gli omosessuali, devono fare i conti con questo aspetto: se lo faranno per loro sara’ utile”, non ci pare un buon inizio per un neo ministro alle politiche giovanili. Leggi il seguito di questo post »

Governo ombra: lite Idv-Veltroni. Di Pietro: il vero ministro della Giustizia è Berlusconi

ROMA (8 maggio) – «È un governo formato da elementi deboli che si propone di adottare soluzioni forti. Soluzioni che Berlusconi vuole adottare in perfetta solitudine, visto che non mi sembra cerchi il dialogo, come dimostra anche il fatto che il ministro della Giustizia, nella pratica, sia lo stesso Berlusconi». Il leader dell’Idv Antonio Di Pietro commenta così la formazione del nuovo governo di Centrodestra. «Noi vigileremo con molta attenzione sui provvedimenti che proporrà questo governo – sottolinea – e leggeremo tutte le varie proposte almeno due volte soprattutto in materia di giustizia, comunicazione ed economia». «Non vorrei – conclude – che Berlusconi con questa sua dittatura dolce cercasse di addormentare le coscienze degli italiani. Noi vigileremo perchè questo non avvenga». Leggi il seguito di questo post »

Governo Berlusconi, si giura davanti a Napolitano

Atteso da tanti e soprattutto da Napoli che vuole il primo Consiglio dei Ministri nella città assediata dalla spazzatura, il nuovo governo Berlusconi è pronto ad insediarsi. Leggi il seguito di questo post »

AL GORE PRESENTA CURRENT TV/ : ITALIANI “FINALMENTE LIBERI DI ESPRIMERSI”

Il Premio Nobel a Roma lancia il suo canale

Beirut, 8 mag. (Apcom) – “Con Current Tv gli italiani saranno finalmente liberi di esprimere la loro voce”. E’ questo il messaggio lanciato da Al Gore, l’ex vice presidente Usa e Premio Nobel per la Pace, oggi a Roma per presentare la versione italiana della sua Current Tv, che sarà visibile sul canale 130 di Sky. Leggi il seguito di questo post »

Berlusconi e le donne: battute e gaffe da “Viviana, fagliela vedere”, in poi


di Wildgreta

Ecco una raccolta di battute raccolte da Repubblica fino al gennaio 2007. Ovviamente ce ne saranno state molte altre in questo anno e mezzo, e le cercherò. Qui la foto di Berlusconi “beato tra le donne”.

Dalla “confessione” al danese Rasmussen sulla presunta storia
della moglie con Cacciari, allo scivolone sulla presidente finlandese Leggi il seguito di questo post »

Ministri nuovo governo: l’irresistibile ascesa di Mara Carfagna dai “nudi artistici” alle Pari Opportunita’

             

  

Di Wildgreta

Eh, sì. Berlusconi ha proprio deciso di far sognare gli italiani. Un ministro come Mara Carfagna non lo si vedeva da tempo. Ma del resto, una bella donna alle Pari Opportunità, sembra sia una prerogativa dei governi Berlusconi. E poco importa se manca l’esperienza, tanto il tema non è di grande rilevanza. Vuoi mettere gli Interni e la Giustizia? Quelli sì, che sono “ministeri veri”. La Carfagna è contro l’apertura agli omosessuali. Per lei  la famiglia  va difesa senza se e ma, contro il pericolo della dissoluzione, contro l’apertura agli omosessuali. «Dall’altra parte dove convivono omosessuali e cattolici con il cilicio non mi pare che abbiano idee chiare. Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: