CAMPIDOGLIO/ AFFLUENZA CALA,POLEMICHE NO.

NAPOLITANO VOTA A MONTI
Alemanno scrive a prefetto, Rutelli: “Sono sereno”
 
Roma, 27 apr. (Apcom) – Puntuale, pochi minuti prima delle 11 come per le elezioni politiche, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si è recato al seggio di via Panisperna, nel cuore del rione Monti dove ha sempre vissuto, per votare al ballottaggio per le comunali e le provinciali a Roma. La sfida è doppia: da un lato quella per la provincia tra Nicola Zingaretti per il Pd (che ha segnato al primo turno il 46,9% delle preferenze) e Alfredo Antoniozzi per il Pdl (37,1%), dall’altro quella per il Campidoglio tra Gianni Alemanno e Francesco Rutelli. E in questo caso la distanza conquistata al primo turno dal candidato del Pd su quello del Pdl è molto minore: poco più di 5 punti percentuali per Rutelli che due settimane fa era al 45,8% contro il 40,7% di Alemanno.Nella prima giornata del voto, con una affluenza in calo di circa il 2% nella Capitale (dal 12,46% al 14,59%), non sono mancate le polemiche. Alemanno ha telefonato al prefetto Carlo Mosca chiedendo che venga inviata ad ogni presidente di seggio una circolare finalizzata a evitare il rischio di un doppio voto da parte dei rappresentanti di lista, che possono votare presso il seggio in cui prestano servizio ma anche in quello in cui sono registrati come elettori. Sul tema della sicurezza, e in particolare sulla violenza alle donne, è alta la tensione tra i due schieramenti con il portavoce di An Andrea Ronchi che invoca la “tolleranza zero” accusando la sinistra di lassismo e Renzo Lusetti del Pd che parla di “sciacallaggio ad orologeria” da parte di Alleanza nazionale.

Della tensione di questi giorni c’è qualche traccia nelle parole di Alemanno che intorno alle 12 si è recato, accompagnato dalla moglie Isabella Rauti, al suo seggio presso l’istituto comprensivo di via Giancarlo Bitossi alla Balduina. All’entrata ha salutato alcuni esponenti de La Destra di Francesco Storace che lo attendevano. “Sono sereno – ha commentato – ma anche un po’ arrabbiato per i toni della campagna elettorale che, in questi ultimi giorni, sono stati un po’ alti”. Alemanno ha poi aggiunto che “anche questa mattina sono stati distribuiti dei volantini con la mia foto nei quali si fanno illazioni dalle tinte fosche sulla mia biografia. Questo potevamo farlo anche noi, ma lo abbiamo evitato”. Nel pomeriggio Alemanno ha fatto un giro per i seggi e alle 17 si è recato ad Ostia per partecipare alla processione in onore della Madonna di Fatima.

Domenica di riposo e in famiglia per Francesco Rutelli che ha votato in mattinata, intorno alle 10, all’Istituto statale Arangio Ruiz, all’Eur, accompagnato dalla moglie Barbara Palombelli e dalla figlia Serena, da poco 18enne e quindi al suo primo voto. “Sono sereno che abbiamo fatto tutto il nostro dovere – ha detto Rutelli – e consapevole di avere dentro di me tutte le energie per una nuova stagione di governo per la città. Ora la parola passa ai romani”.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: