Di Pietro, Elezioni: il giorno dopo

dal blog di Antonio Di Pietro

15 aprile 2008. Il giorno dopo le elezioni. A nome dell’Italia dei Valori e a nome mio, ringrazio tutti coloro che ci hanno votato, tutti coloro che si sono confrontati con noi, tutti gli italiani che sono andati a votare, perché credo che sia un’esigenza essenziale per la democrazia che, alla fine, sia il cittadino a scegliere quale partito debba rappresentarlo in Parlamento. Sarebbe bene che scegliesse anche quale persona lo rappresentasse in Parlamento. Questa legge elettorale non lo ha reso possibile, ma noi dell’Italia idei Valori siamo stati attenti nelle liste. Non abbiamo candidato persone discusse o discutibili.Una breve analisi del risultato. Come Italia dei Valori non è dubbio che sia andata molto bene. Abbiamo raddoppiato e, in molti casi, triplicato e ancora di più il nostro risultato. Abbiamo eletto ben ventinove deputati e quattordici senatori. Ventotto deputati in Italia e un deputato all’estero. Saremo una pattuglia di quarantatre parlamentari presenti in Parlamento. Mai come in questo momento è necessario che l’Italia dei Valori, con la sua identità e con i suoi parlamentari, sia in Parlamento vigile e attenta, per evitare ancora che le leggi ad personam e i ruoli di governo siano utilizzati in modo strumentale e sfruttati per interessi personali ed attività in conflitto di interessi. Mai come in questo momento c’è necessità di un’informazione libera, indipendente e trasparente per evitare l’omologazione dell’informazione stessa, giacché la maggior parte di quella pubblica e di quella privata, ormai, è in mano a un uomo solo. Mai come in questo momento c’è bisogno di vigilare sugli sprechi e sull’utilizzo parziale e non trasparente dei conti pubblici. Sia chiaro, noi rispettiamo il voto degli italiani. Gli italiani hanno fatto una scelta. Io credo che la scelta verso il Governo Berlusconi sia una scelta che non porterà soluzioni positive per l’intero Paese, ma se questa è la volontà degli italiani, o della maggioranza di essi, chi di noi è stato eletto in Parlamento ha il dovere di rispettarla ma, nello stesso tempo, ha il dovere di offrire un’alternativa.

Noi non faremo opposizione preconcetta, quella per cui bisogna dire no anche quando qualcosa di buono viene fatto, ma vogliamo vedere che sia qualcosa di veramente buono per gli italiani e non che sia una fregatura.
Qui, su questo blog, troverete l’elenco dei nostri Parlamentari, i loro nomi e cognomi, se sono alla Camera oppure al Senato. Vi potrete confrontare con ognuno di loro.

Sono orgoglioso che siamo riusciti a superare una prova così importante, con successo di partito e personale. Ed è anche positivo che dei quarantadue partiti che c’erano prima delle elezioni, siano rimasti cinque-sei partiti all’interno delle Istituzioni. Noi vogliamo dialogare con tutta quella società civile che non si riconosce negli altri partiti e, magari, neppure nel nostro, ma che trova comunque nel nostro partito un interlocutore; vogliamo dialogare con quella parte di elettori che ha votato altri partiti che adesso sono fuori dal Parlamento e che hanno bisogno di essere rappresentati. Noi vogliamo stare sicuramente dalla parte del più debole, ma sempre dalla parte della legalità. Ecco perché oggi, nell’esprimere soddisfazione per i risultati di partito, esprimo anche preoccupazione per quel che potrà essere il modello governativo che andremo a verificare. Ma mi avvicinerò a questa esperienza, all’opposizione, con la serenità d’animo di chi ha avuto la forza da voi di confrontarsi sui disegni di legge, sui provvedimenti che saranno presi di volta in volta e, in questo senso, di cercare di fare l’interesse pubblico. Voglio continuare a dialogare con voi attraverso la Rete perché, come sapete, questa mi pare resti, o rischi di restare, l’unico canale indipendente di informazione. Vi terrò informati costantemente e, con i Parlamentari dell’Italia dei Valori, terremo alto il senso dell’etica delle Istituzioni in Parlamento.

Grazie.

Annunci

Voto estero: la premonizione di Berlusconi

di Wildgreta

Oggi, ripensando a tutto quello che sono state queste giornate, mi è tornato in mente un articolo postato su questo blog l’8 aprile a proposito dell’intenzione di Berlusconi di fare come primo viaggio da “futuro presidente del consiglio”, proprio un viaggio ad Israele. (Sapeva già che avrebbe vinto). Allora mi domandavo come mai, in uno dei tanti comizi elettorali, avesse tirato fuori proprio la storia del viaggio in Israele. Non c’entrava nulla in quello che era il momento del bonus bebè e delle pensioni minime. Bene, oggi scopriamo che, proprio in Israele, il PDL ha ottenuto il 73% dei consensi.73%: un risultato da imperatore!  Domanda: i suoi sondaggisti avevano previsto anche che l’affermazione del PDL  in Israele sarebbe stata straordinaria?

Savona, 8 APRILE 2008
BERLUSCONI, IN ISRAELE PRIMO VIAGGIO DA PREMIER

Il primo viaggio che Silvio Berlusconi intende fare da presidente del Consiglio eletto e’ in Israele. Lo ha detto lo stesso leader Pdl, oggi a Savona nel corso di un comizio-fiume in cui ha affrontato diverse tematiche e parlato anche dei provvedimenti che adottera’ se tornera’ nuovamente al governo: tra questi, un adeguamento del bonus bebe’ da 1.500-2.000 euro “se i conti me lo consentiranno” e un adeguamento delle pensioni minime a 1.000 euro.

ELEZIONI: CAMERA ESTERO, IN ISRAELE PDL AL 73,3%

Roma, 15 apr. (Adnkronos) – Gli italiani residenti in Israele premiano il Popolo della Liberta’: il voto all’estero per la Camera fa infatti registrare il 73,32% per il Pdl. Distanziato il Partito democratico, con il 19,97%, a seguire Partito socialista (3,89%) e Udc (2,8%).

VOTO: BRESCIA, SCHIAFFI E URLA TRA LEGHISTI E AUTONOMI

(AGI) – Brescia, 15 apr. – Momenti di tensione a Brescia sotto i portici di palazzo Loggia, mentre in Comune continua lo scrutinio per l’elezione del sindaco. Gruppi di leghisti con bandiere e fazzoletti verdi al collo ed esponenti vicini ai centri sociali hanno iniziato a urlare slogan (“Chi non salta comunista e'” e “Fascisti carogne tornate nelle fogne”). Tra i militanti, tra i quali secondo alcuni erano presenti anche rappresentanti di Forza Nuova, sarebbero volati anche spintoni e schiaffi. A dirlo, Manlio Vicini, consigliere uscente di Rifondazione.(AGI)

ELENCO COMPLETO DI TUTTE LE PROVINCE E DI TUTTI I COMUNI ITALIANI DOVE SI E’ VOTATO IL 13 E 14 APRILE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 13 E 14 APRILE 2008PROVINCE E COMUNI(Con esclusione delle regioni a statuto speciale) ELENCO AL 1/3/2008
Totale province n. 8Totale comuni n. 426di questi: N. 70 Superiori (fra cui n. 9 comuni capoluogo)N. 356 InferioriN.B. Sono sottolineati i comuni con più di 15.000 abitantiSono contrassegnati da * gli enti il cui Consiglio si rinnova per motivi diversi dalla scadenza naturale.
ELEZIONI PROVINCIALI
ASTI *
VARESE *
MASSA CARRARA
ROMA
BENEVENTO
FOGGIA
CATANZARO *
VIBO VALENTIA
*
ELEZIONI COMUNALI
ALESSANDRIA:
FRANCAVILLA BISIO
* FUBINE
MALVICINO
MOLINO DEI TORTI
* MONTALDO BORMIDA
ASTI :
MONASTERO BORMIDA
MONTIGLIO MONFERRATOBIELLA:
MEZZANA MORTIGLIENGO
TERNENGO
CUNEO
* ACCEGLIO
* ALTO
* COSSANO BELBO
FEISOGLIO
VERNANTE
VILLANOVA MONDOVI’
NOVARA
* AMENO
MIASINO
TORINO
* BIBIANA
* BORGOMASINO
* CHIALAMBERTO
IVREA
LAURIANO
ORBASSANO
* PEROSA CANAVESE
RIVAROLO CANAVESE
ROURE
SCARMAGNO
VERBANO-CUSIO-OSSOLA
* CALASCA – CASTIGLIONE
* GIGNESE
* VILLADOSSOLA
VERCELLI
BALOCCO
* CARESANA
* RIMELLA
SAN GERMANO VERCELLESE
BERGAMO
AVIATICO
CASNIGO
* MAPELLO
PALADINA
PIANICO
PIAZZOLO
SAN GIOVANNI BIANCO
SERINA
SORISOLE
VILLA D’ADDA
VILLA D’OGNA

BRESCIA
* AGNOSINE
BERZO INFERIORE
* BORNO
BRESCIA
* CASTELCOVATI
* MILZANO
* OFFLAGA
PONTE DI LEGNO
QUINZANO D’OGLIO
TOSCOLANO MADERNO
* TRAVAGLIATO
* TRENZANO
COMO
ASSO
BULGAROGRASSO
* CASSINA RIZZARDI
CERNOBBIO
* GRANDOLA ED UNITI
LAGLIO
LAMBRUGO
* LANZO D’INTELVI
MONTEMEZZO
MONTORFANO
MOZZATE
SAN FEDELE INTELVI
SAN SIRO
CREMONA
TRESCORE CREMASCO
LECCO
CALOLZIOCORTE
OLIVETO LARIO
ROBBIATE

LODI
CAVENAGO D’ADDA
SORDIO
MANTOVA
BORGOFRANCO SUL PO
* CASTEL GOFFREDO
VILLIMPENTA
MILANO
BAREGGIO
BASIGLIO
BRESSO
CALVIGNASCO
CISLIANO
GORGONZOLA
OPERA
ZIBIDO SAN GIACOMO

MONZA E BRIANZA
NOVA MILANESE
SEVESO
PAVIA
* ALAGNA
BOSNASCO
CASTELLO D’AGOGNA
GAMBOLO’
NICORVO
SAN DAMIANO AL COLLE
SONDRIO
CHIESA IN VALMALENCO
COSIO VALTELLINO
GEROLA ALTA
SONDRIO
TEGLIO
VARESE
GALLIATE LOMBARDO
JERAGO CON ORAGO
BELLUNO
CANALE D’AGORDO
CASTELLAVAZZO
FARRA D’ALPAGO
SOSPIROLO
PADOVA
ALBIGNASEGO
CASALSERUGO
* CODEVIGO
GALZIGNANO TERME
* MASERA’ DI PADOVA
MESTRINO
* SAONARA
VILLANOVA DI CAMPOSAMPIERO
ROVIGO
PORTO TOLLE
TREVISO
ISTRANA
MARENO DI PIAVE
MORIAGO DELLA BATTAGLIA
MOTTA DI LIVENZA
NERVESA DELLA BATTAGLIA
* SAN BIAGIO DI CALLALTA
TREVISO
VENEZIA
* CONCORDIA SAGITTARIA
MARTELLAGO
MIRANO
PIANIGA
SAN DONA’ DI PIAVE
SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO
SANTO STINO DI LIVENZA
VERONA
ALBAREDO D’ADIGE
* ARCOLE
BUSSOLENGO
CASTEL D’AZZANO
LAZISE
SAN MAURO DI SALINE
SONA
* VILLAFRANCA DI VERONA
VICENZA
BOLZANO VICENTINO
BRENDOLA
* CASTELGOMBERTO
CHIAMPO
* ENEGO
QUINTO VICENTINO
ROSSANO VENETO
SAN GERMANO DEI BERICI
VICENZA
GENOVA
CAMOGLI
MONTOGGIO
SESTRI LEVANTE
IMPERIA
* COSIO DI ARROSCIA
* PIEVE DI TECO
LA SPEZIA
* CARRO
* PORTOVENERE
SAVONA
* CERIALE
* LAIGUEGLIA
* RIALTO
BOLOGNA
GRANAGLIONE
* IMOLA

MODENA
CAMPOSANTO
PARMA
SOLIGNANO
PIACENZA
CASTELVETRO PIACENTINO
FERRIERE
REGGIO EMILIA
* SAN POLO D’ENZA
AREZZO
CAPOLONA
FIRENZE
* CAMPI BISENZIO
IMPRUNETA
MARRADI

GROSSETO
* MONTE ARGENTARIO
SEMPRONIANO
LUCCA
VIAREGGIO
MASSA-CARRARA MASSA
PISA
* MONTECATINI VAL DI CECINA
PISA
SANTA MARIA A MONTE
PISTOIA
* PONTE BUGGIANESE
PRATO
POGGIO A CAIANO
PERUGIA
MONTE SANTA MARIA TIBERINA
PASSIGNANO SUL TRASIMENO
ANCONA
CHIARAVALLE
* FALCONARA MARITTIMA
MORRO D’ALBA
ASCOLI PICENO
GROTTAMMARE
FERMO
ALTIDONA
MONTEGIORGIO
PORTO SAN GIORGIO
PORTO SANT’ELPIDIO
MACERATA
SAN GINESIO
PESARO E URBINO
* MONDAVIO
FROSINONE
AMASENO
AQUINO
ATINA
BOVILLE ERNICA
FERENTINO
SERRONE
* TORRE CAJETANI
TORRICE
VILLA SANTA LUCIA

LATINA
* CAMPODIMELE
FORMIA
LENOLA
PONZA
PRIVERNO
RIETI
* ANTRODOCO
BORGOROSE
VARCO SABINO
ROMA
AFFILE
ANZIO
* CERRETO LAZIALE
CERVARA DI ROMA
CERVETERI
FIUMICINO
GALLICANO NEL LAZIO
MAGLIANO ROMANO
* NETTUNO
* ROMA
SACROFANO
* SAN CESAREO
* SANTA MARINELLA
TIVOLI
* VELLETRI

VITERBO
SUTRI
VIGNANELLO
* VITERBO
CHIETI
FALLO
FRANCAVILLA AL MARE
* FRISA
* PENNADOMO
* PIZZOFERRATO
TORINO DI SANGRO
L’AQUILA
* BARETE
CARSOLI
CASTELLAFIUME
PESCASSEROLI
SAN BENEDETTO DEI MARSI
SCANNO
* SULMONA
PESCARA
* BUSSI SUL TIRINO
CEPAGATTI
* NOCCIANO
PESCARA
PIANELLA
* ROCCAMORICE
* SAN VALENTINO IN ABRUZZO CITERIORE

TERAMO
* ALBA ADRIATICA
* ATRI
CASTILENTI
CIVITELLA DEL TRONTO
CONTROGUERRA
NOTARESCO
CAMPOBASSO
COLLETORTO
GUGLIONESI
LARINO
MONTORIO NEI FRENTANI
* ORATINO
SALCITO
ISERNIA
* FROSOLONE
* MONTAQUILA
* POGGIO SANNITA
* VENAFRO
AVELLINO
AQUILONIA
* BAGNOLI IRPINO
CAIRANO
* CAPOSELE
* CASALBORE
CONZA DELLA CAMPANIA
GRECI
LAPIO
MARZANO DI NOLA
* MONTEFORTE IRPINO
* MUGNANO DEL CARDINALE
QUADRELLE
* ROCCA SAN FELICE
* SANT’ANGELO DEI LOMBARDI
SUMMONTE
TORRE LE NOCELLE
BENEVENTO
ARPAISE
BUCCIANO
CASTELPAGANO
CEPPALONI
* FRASSO TELESINO
MONTESARCHIO
* MORCONE
* PUGLIANELLO

CASERTA
CAIAZZO
* CANCELLO ED ARNONE
CARINOLA
CASAPESENNA
GALLUCCIO
LETINO
* MONDRAGONE
* PRESENZANO
RAVISCANINA
RIARDO
ROCCAMONFINA
SAN MARCO EVANGELISTA
* SAN TAMMARO
SANT’ARPINO
TEANO
VILLA LITERNO
NAPOLI
* AFRAGOLA
* BOSCOREALE
* BRUSCIANO
CALVIZZANO
* CASORIA
* CERCOLA
* CRISPANO
FORIO
GIUGLIANO IN CAMPANIA
GRUMO NEVANO
* MELITO DI NAPOLI
PALMA CAMPANIA
POLLENA TROCCHIA
* POZZUOLI
* QUALIANO
* SAN VITALIANO
SANT’ AGNELLO
SCISCIANO
* SOMMA VESUVIANA
SALERNO
AQUARA
ATENA LUCANA
BARONISSI
CALVANICO
CAMPAGNA
* CASTELCIVITA
* FUTANI
* LAVIANO
OLEVANO SUL TUSCIANO
* OMIGNANO
* PONTECAGNANO FAIANO
ROMAGNANO AL MONTE
SAN MANGO PIEMONTE
SANT’EGIDIO DEL MONTE ALBINO
SCAFATI
SCALA
BARI
BITONTO
CASAMASSIMA
CONVERSANO
CORATO
* GIOIA DEL COLLE
LOCOROTONDO
* MOLFETTA
MONOPOLI
NOCI
TERLIZZI
BARLETTA – ANDRIA – TRANI
* MARGHERITA DI SAVOIA
BRINDISI
CAROVIGNO
* MESAGNE
SAN DONACI
FOGGIA
* ANZANO DI PUGLIA
* BOVINO
* CARAPELLE
ISCHITELLA
ISOLE TREMITI
PESCHICI
PIETRAMONTECORVINO
* SAN GIOVANNI ROTONDO
LECCE
* ALEZIO
* GALLIPOLI
GIURDIGNANO
* GUAGNANO
MONTERONI DI LECCE
MONTESANO SALENTINO
SALVE
* SAN DONATO DI LECCE
SANNICOLA
* SANTA CESAREA TERME
SPONGANO
SQUINZANO
* SURBO
* TRICASE
VERNOLE
TARANTO
CRISPIANO
LEPORANO
* LIZZANO
* PALAGIANELLO
* PULSANO
* SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE
MATERA
* POLICORO
POTENZA
* ATELLA
CASTELLUCCIO SUPERIORE
* LAVELLO
* PIETRAPERTOSA
PIGNOLA
RIPACANDIDA
VAGLIO BASILICATA
CATANZARO
* BADOLATO
CARLOPOLI
* GASPERINA
GIRIFALCO
ISCA SULLO IONIO
MAGISANO
* SAN MANGO D’AQUINO
SANTA CATERINA DELLO IONIO
STALETTI’
COSENZA
CANNA
CASTROLIBERO
* MAIERA’
MARANO MARCHESATO
* ORSOMARSO
* PATERNO CALABRO
* SAN LUCIDO
SAN PIETRO IN AMANTEA
SERRA D’AIELLO
TERRAVECCHIA
CROTONE
CERENZIA
* ISOLA DI CAPO RIZZUTO
MESORACA
PETILIA POLICASTRO
SAVELLI
* STRONGOLI
REGGIO CALABRIA
BOVA MARINA
CANDIDONI
COSOLETO
* FIUMARA
* GIOIOSA IONICA
* MARINA DI GIOIOSA IONICA
SAN FERDINANDO
SAN LUCA
SERRATA
VILLA SAN GIOVANNI
VIBO VALENTIA
* ACQUARO
CESSANITI
* DINAMI
* NICOTERA
* POLIA
* SAN CALOGERO

 

Provinciali, a Roma avanti Zingaretti

Nove Province al voto (5 erano del centro-sinistra), con amministrazioni basate sugli schemi delle vecchie coalizioni dismesse a livello nazionale. In molti casi riutilizzate a livello delle consultazioni locali. I risultati sembrano riconfermare gli equilibri. Superano il 50% dei voti e passano al primo turno i Pd Francesco De Nisi a Vibo Valentia e Aniello Cimitile a Benevento (con l’Udeur oltre il 10%). Stessa sorte per il Pdl Dario Galli a Varese, roccaforte leghista, (Carroccio quasi al 30) e il leghista Pietro Fontanini a Udine. Gli altri 5 capoluoghi al ballottaggio.

Roma rinnovava il consiglio provinciale e comunale. Perso il confronto a livello regionale per 3 punti percentuali, il Pd si presentava in coalizione con Idv e la Sinistra Arcobaleno puntando a riconfermare i propri colori. A più di due terzi di sezioni scrutinate, Nicola Zingaretti (l’uscente Enrico Gasbarra sarà alla Camera) è fermo al 47% sul Pdl Alfredo Antoniozzi, fermo al 37%. Teodoro Buontempo della Destra e Armando Dionisi dell’Udc sono entrambi al 4,27%. Umberto Nardinocchi della lista dei grillini con oltre il 2%. Anticipando il risultato definitivo, il candidato Pd a Palazzo Valentini ha ammesso: «Siamo stati a un soffio dal primo turno. C’è stato un consenso enorme intorno alla mia candidatura. Il distacco dal mio principale avversario è forse superiore all’8-9 per cento». Però si andrà quasi certamente al ballottaggio e quindi sarà di nuovo campagna elettorale per 15 giorni: «Da domani mattina si ricomincia, nelle piazze e nelle strade; ora l’appello è :”Tutti al lavoro per non disperdere neanche mezzo voto”». Per Antoniozzi «la Sinistra ha subito una sonora sconfitta».

L’ex cartello del governo Prodi unito anche a Benevento, dove spira il vento di Ceppaloni e rialza la testa persino l’Udeur (al 10%): Aniello Cimitile, ex Rettore dell’Università sannita, si afferma al primo turno con il 55% sull’avversario del Pdl Mino Izzo fermo al 37%. L’Udc Erminia Mazzoni arriva fino al 6%. Alle precedenti consultazioni il Ds Carmine Nardone era passato con un plebiscitario 73%.

Giochi già chiusi al primo turno a Varese per Dario Galli: il candidato di centro-destra ha preso il 64%, grazie all’appoggio del Pdl e Lega, entrambi quasi al 30%, e dell’Udc che raccoglie quasi il 5%. Lo stesso era accaduto col Presidente uscente Reguzzoni, in una delle roccaforti del Carroccio. Lontano Daniele Aspesi del Pd (al 26,5) e Giampaolo Livetti della Sa al 4. «Io sono andato bene, in linea comunque con la tradizione di questa provincia» ha commentato il neo-eletto mentre l’avversario trova comunque un motivo di parziale soddisfazione: «Il Pd ha dimostrato anche a Varese di aver rimontato, con 7 punti in più circa rispetto a un anno fa».

Anche a Udine passa il leghista Pietro Fontanini, avviato a vincere al primo turno con una coalizione di cui fanno parte anche Pdl e Udc. A spoglio inoltrato ha ottenuto il 55%, alle sue spalle Diego Travan (Pd, Italia del Valori, Sa e Socialisti) al 39%.

Due consigli provinciali al rinnovo in Calabria. A Vibo Valentia ottiene la riconferma a Presidente il Pd Francesco De Nisi che passa con il 58%, lasciando il 23% a Francesco Miceli del Pdl. Vicini al 7% sia Barbara Citton della Sinistra arcobaleno e Stillitani dell’Udc.

Al ballottaggio per la provincia di Catanzaro Wanda Ferro, candidata Pdl, attestata intorno al 44% e il Pd Pietro Amato al 37. L’uscente Michele Traversa, di centro-destra, era passato al 2° turno con il 5% di scarto. Importante sarà il riposizionamento di Francesco Talarico dell’Udc, con un bacino di voti di circa l’11%. Commodori, della Sinistra Arcobaleno, al 5%.

Sandro Bondi, nome noto calato dalla Pdl per conquistare la provincia di Massa Carrara, già governata da una giunta di centro sinistra, porta al ballottaggio Angelo Osvaldo (Pd, Idv e Socialisti). L’ex coordinatore di Forza Italia ha raccolto il 32% dei voti contro il 41% dell’avversario. Se accordo ci sarà (come pare) con il candidato della Sinistra Arcobaleno, Narciso Buffoni, che ha realizzato il 13%, la viottoria la secondo turno dovrebbe essere agevole.

Complicata la questione ad Asti, dove governava il centro-destra. Andrà al ballottaggio la candidata Pdl Maria Armosino con il 44% e il Pd Roberto Peretti col 26%. Determinate quindi l’appoggio dell’indipendente Mariangela Cotto, che con la sua lista civica ha raccolto quasi il 20% mentre Dino Scanavino della Sa metterà sul piatto il 7% dei consensi.

Il centro-sinistra unito a Foggia (Pd, Di Pietro, Socialisti e Sa) porta al ballottaggio Francesco Paolo Campo, che con quasi il 45% affronterà Antonio Pepe (al 35%), candidato della Pdl. Decisivo l’appoggio che accorderà l’Udc Enrico Santaniello, che ha superato il 15%.

Rutelli: “Si va verso ballottaggio”

Roma, testa a testa con Alemanno

“Si va verso il ballottaggio” è il primo commento del candidato del centrosinistra a sindaco di Roma, Francesco Rutelli, sull’andamento dei risultati alle elezioni comunali nella Capitale. “Ci sarà la rivincita del Pd al secondo turno” aggiunge l’ormai ex vicepremier. I dati danno Rutelli intorno al 43-44%, il candidato del Pdl Alemanno intorno al 40-41% e Storace, della Destra al 4%. Anche alla Provincia di Roma si profila il ballottaggio.

Voto, Pdl avanti in Friuli, Pd spera in Roma

martedì, 15 aprile 2008 4.11
ROMA (Reuters) – Dopo il successo pieno alle elezioni politiche, il Pdl risulta in vantaggio anche nelle elezioni amministrative in Friuli Venezia Giulia, mentre il centrosinistra continua a confidare di tenere Roma, dove Walter Veltroni è il sindaco uscente.

Secondo le prime proiezioni, in Friuli, dove si è votato per rinnovare assemblea e governo regionale, il candidato di centrodestra Renzo Tondo è in vantaggio con il 52% sul governatore uscente di centrosinistra Riccado Illy, dato al 48%. Al momento, la proiezione Consortium per Rai è basata su una copertura del 61%.

A differenza della Regione Sicilia, dove lo spoglio è iniziato ieri, le urne in Friuli Venezia-Giulia sono state aperte alle 14. Oltre alla regione, i friulani hanno votato per la provincia e il comune di Udine e per altri sette comuni.

In caso di turno di ballottaggio, si tornerà al voto il 27 e 28 aprile.

Nelle regioni a statuto ordinario si è votato per eleggere otto presidenti di provincia e altrettanti consigli provinciali (Asti, Varese, Massa Carrara, Roma, Benevento, Foggia, Catanzaro, Vibo Valentia), nonché 426 sindaci e altrettanti consigli comunali, tra cui Roma, Brescia, Sondrio, Treviso, Vicenza, Massa, Pisa, Viterbo, Pescara.

Le speranze del Pd si appuntano soprattutto su Roma, dove a succedere al leader del partito Veltroni è stato candidato Francesco Rutelli, ex ministro ed ex sindaco della capitale sotto il Giubileo del 2000. I primi dati delle proiezioni delle comunali romane sono attesi per le 17 di questo pomeriggio.

A contrastare Rutelli il Pdl ha schierato Gianni Alemanno, che si è distinto in città negli ultimi due anni per avere preso le difese dei tassisti contro il progetto di liberalizzazione delle licenze, mentre l’Unione di Centro ha messo in lizza Mario Baccini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: