C’È DEL MARCIO IN PARLAMENTO

di Ludovico Poggi 09.04.2008  

PER TABELLA RIEPILOGATIVA CLICCA QUI

Posto che si presumono innocenti tutti i candidati rinviati a giudizio o il cui procedimento penale è attualmente in corso, ecco una panoramica di chi, tra i candidati alle elezioni politiche, è stato (o è) oggetto di procedimenti penali. La tabella qui sotto riguarda  soltanto coloro che, secondo le nostre elaborazioni, avranno un seggio nella futura Camera dei Deputati, con l’eccezione di due casi “in bilico” che sarebbero i primi esclusi nelle rispettive circoscrizioni. Non tutti i reati, ovviamente, hanno lo stesso peso dal punto di vista giuridico, etico e morale. La valutazione della loro rilevanza per dei rappresentati del popolo rimane affidata al giudizio di elettore.

Abbiamo sfruttato le informazioni ricavate dalla tabella precedente per elaborare alcune statistiche sulla situazione giudiziaria di futuri eletti e primi esclusi. Spicca il quasi 9 per cento di futuri deputati dell’Udc già condannati in primo o in secondo grado e in attesa della procedura d’appello e della Cassazione. Per contro, è giusto segnalare come l’Idv non abbia nessun condannato, né prescritto.

Tra i primi esclusi, solo due candidati su 255 hanno subito condanne. Proprio perché si tratta di  “primi esclusi”, non è da scartare l’ipotesi che anch’essi (rispettivamente di Pdl e Sa) possano entrare alla Camera, modificando la percentuale di condanne definitive della tabella .
Nei casi in cui abbiamo riscontrato sia condanne definitive sia prescrizioni, abbiamo conteggiato solo la condanna. Dei ventidue casi riportati nella tabella risultano:

 

 – 4 rinvii a giudizio
– 2 condanne in primo grado
– 2 in secondo grado
– 9 casi di condanne definitive e 1 patteggiamento
– 4 prescrizioni

La principale fonte riguardante la situazione penale dei candidati è il libro “Se li conosci li eviti” (2008) di Peter Gomez e Marco Travaglio edito da Chiarelettere. Le informazioni contenute nel volume sono state “incrociate” e completate con sentenze della corte di Cassazione penale e materiale reperito da archivi giornalistici on line.
Purtroppo, come già segnalato le nostre reiterate richieste alle segreterie politiche e agli uffici stampa dei sei principali partiti politici, non hanno ottenuto alcuna risposta.

 

ALLEGATO

Tabella rinvii a giudizio, prescrizioni e condanne dei candidati (31kb – PDF)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Spezzeremo le reni alla Scuola

Marcello Dell’Utri, intellettuale, manager, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa, estimatore di stallieri della medesima “onorata” associazione, quali il signor Mangano, vuole cambiare i libri di storia. Non per cancellare la notizia della sua vicinanza a Cosa Nostra – quella ancora vi deve comparire – quanto invece per ridimensionare l’importanza della Resistenza e della guerra di liberazione dal nazifascismo.
Se la stessa cosa l’avesse detta un Buontempo, l’avremmo pure capita. Ma uno che viene dalla “moderata” Forza Italia… be’ lascia un bel po’ di stucco.
Forse è perché della politica abbiamo capito poco. Credevamo che fosse An, o Storace, a dichiararsi erede di quella pessima pagina della vita del nostro paese. invece no, è proprio il partito di Berlusconi, il vero erede del fascismo. Congiungersi con An, in fondo, è solo andare dove s’è sempre stati.
In nuovo governo, quindi, cambierà la Storia, non riuscendo a fare altrettanto con la cronaca, e i già poco informati studenti italiani potranno bellamente ignorare il ruolo dei Pertini, dei Matteotti, dei Gramsci, dei Togliatti. Chissà con cosa si sostituirà il vuoto.
Forse, sospettiamo, con una nuova materia: “gestione delle stalle“, che a Mangano ha portato fortuna. Oppure con “teoria del velinismo” o anche con “Storia della Mafia siciliana e meridionale”. Tutti in piedi, entra il professor Dell’Utri.

Rosso di Sera 9 aprile 2008

Berlusconi, da’ del ‘rompicoglioni’ a fan troppo esuberante

(ANSA) – CHIETI, 9 APR – ‘Mi devi dire come fa uno che parla da dieci ore a concentrarsi se tu gli rompi i coglioni’. Cosi’ Berlusconi si e’ rivolto a un fan. Questi da sotto al palco di Chieti, eccedeva nella grida di entusiasmo rivolte al Cavaliere. Il simpatizzante si e’ subito zittito e Berlusconi ha continuato il suo discorso tra gli applausi del pubblico. Il ‘siparietto’ e’ avvenuto in Piazza Valignani, dove il candidato premier del PdL stava tenendo un comizio.
ANSA

Berlusconi, “Il cielo in una villa”: antologia delle frasi celebri del cavaliere-politico

Di Wildgreta

MARZO 2008:  Dal Kit per i candidati:”Dite che Walter è il nuovo

 Stalin” 

Marzo 2008: «Permetteremo le intercettazioni solo per terrorismo e criminalità organizzata»  “Chi vota PD non è un coglione”

Aprile 2008: «Se vengo ancora intercettato ed escono  registrazioni, lascio l’Italia»

APR 2006 — “Ho troppa stima per gli italiani da pensare che ci siano in giro così tanti coglioni che voteranno contro i loro interessi”, ha detto commentando la proposta della Cdl di abolire l’Ici sulla prima casa se vincerà le elezioni.

MAR 2006 — “Mi accusano di aver detto più volte che i comunisti mangiano i bambini: leggetevi il libro nero del comunismo e scoprirete che nella Cina di Mao i comunisti non mangiavano i bambini, ma li bollivano per concimare i campi”, ha detto parlando ad un comizio elettorale a Napoli.

GEN 2006 — Berlusconi promette di astenersi dal sesso fino alle elezioni generali di aprile. “Grazie Padre Massimiliano” dice ad un predicatore televisivo che lo ha elogiato per la difesa dei valori della famiglia . “Cercherò di non deluderla e le prometto due mesi e mezzo di completa astinenza sessuale fino al 9 aprile”.

AGO 2005 — “Neanche l’economia va così male. Dalla mia villa ho una vista panoramica che si distingue anche quest’anno per i numerosi yacht… Nessuno può vantare più cellulari, più automobili, più televisioni degli italiani. Sapete quante delle nostre donne possono permettersi dei trattamenti di bellezza?” dice Berlusconi in un’intervista al “La Stampa”.

GIU 2005 — Berlusconi dichiara di aver usato il suo charme maschile per persuadere il presidente finlandese, Tarja Halonen, a lasciar cadere la richiesta del Paese di ospitare la nuova Authority europea sulla sicurezza alimentare.

“Ho dovuto ricorrere alle mie capacità di playboy, anche se era da un po’ che non le usavo” dice. L’ambasciatore finlandese ha protestato ufficialmente.

SET 2004 — “Mussolini non ha mai ucciso nessuno. Mussolini mandava la gente in vacanza al confino” dice Berlusconi alla rivista Spectator, rispondendo “sì” quando gli viene chiesto se pensava che il dittatore fascista fosse stato “mite”.

LUG 2003 — “Signor Schulz, so che in Italia c’è un produttore che sta girando un film sui campi di concentramento nazisti. La proporrò nel ruolo di kapò. Sarebbe perfetto” dice Berlusconi al parlamentare socialista tedesco Martin Schulz che l’aveva attaccato nel corso della presentazione della presidenza italiana dell’UE di fronte al parlamento europeo.

GIU 2003 — “Tutti i cittadini sono uguali (davanti alla legge) ma forse il sottoscritto è un po’ più uguale degli altri, visto che il 50 % degli italiani gli ha dato la responsabilità di governare il Paese” dice in un’udienza del processo per corruzione a Milano.

MAG 2003 — “Ho una barca, ma negli ultimi due anni l’ho usata una sola volta per riportare la mia famiglia a casa. E non vado più nella mia casa alle Bermuda da circa due o tre anni… La mia vita è cambiata, la qualità è diventata terribile. Che lavoro tremendo” dice in un’intervista al New York Times.

DIC 2002 — “I più svegli riusciranno sicuramente a trovare un secondo lavoro, anche non regolare” dice Berlusconi, incoraggiando i lavoratori licenziati della Fiat a cercare un lavoro in nero.

OTT 2002 — “Rasmussen non è solo un grande collega, ma anche il primo ministro più bello d’Europa” ha detto Berlusconi della sua controparte danese, Anders Fogh Rasmussen, in una conferenza stampa congiunta. “E’ così bello che sto addirittura pensando di presentarlo a mia moglie”, riferendosi ad un pettegolezzo secondo cui sua moglie aveva una relazione extraconiugale.

SET 2002 — “In certi casi i pedalò sono utili. Nessuno (dei cadaveri) si è lamentato” ha risposto alla domanda sul perché la polizia avesse usato delle imbarcazioni a pedali per recuperare gli immigrati affogati.

FEB 2002 — Durante una fotografia di gruppo al termine di un vertice informale dell’Ue in Spagna, Berlusconi fa le corna dietro la testa di Josep Pique, ministro degli Esteri spagnolo.

OTT 2001 — Berlusconi fa scoppiare una polemica nel mondo islamico quando dichiara che l’Occidente dovrebbe essere conscio della sua “superiorità”. “Dovremmo essere consapevoli della superiorità della nostra civiltà, che consiste in un sistema di valori che ha dato alla gente un benessere diffuso e garanzie di rispetto per diritti umani e religione” ha detto. “Questo rispetto certamente non esiste negli Stati musulmani.

Fonte: CaniSciolti.info

 

 

 

 «Se le tasse sono troppo alte, è giusto mettere in atto l’evasione o l’elusione fiscale»

APRILE 2008: (Su Bossi malato) “Ho detto solo che si sta riprendendo bene dalla malattia” (Radio Radio)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: