Truffa sui pacchi per i bisognosi Denunciati i presidenti di due onlus, uno è consigliere comunale di Maddaloni

pacchi-alimentari.jpg

Banco alimentare, truffa e denunce
SILVESTRO MONTANARO Truffa ai danni del Banco Alimentare della Campania che ha sede a Caserta. I.G. nato nel 1961 e A.G. classe 1954, entrambi di Maddaloni, presidenti pro tempore di due onlus sono indagati dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise per appropriazione indebita e per aver prodotto false documentazioni. I due indagati – uno è anche consigliere comunale di Maddaloni – avrebbero sottratto ingenti quantità di derrate destinate a essere distribuite gratuitamente ai poveri e a tale scopo ricevute dal Banco Alimentare che li erogava agli enti da loro presieduti e che erano all’epoca dei fatti – il biennio 2005/2006 – convenzionati con il Banco Alimentare. Dall’indagine, che è tuttora in corso, è emerso che soltanto una minima parte dei generi alimentari ricevuti veniva effettivamente destinata alle famiglie bisognose di aiuto o del tutto indigenti. Il grosso delle forniture del Banco veniva distratto con attestazioni non veritiere dalle quali risultava formalmente la consegna compiuta a beneficio delle famiglie povere che – hanno chiarito i riscontri della Guardia di Finanza – in realtà non avevano mai ricevuto alcunchè. Un giro sporco in cui i finanzieri, al termine di laboriose indagini, hanno rinvenuto ed esaminato numerose ricevute false attestanti la consegna di derrate alimentari. La firma delle persone bisognose in calce ai documenti è stata artefatta o fotocopiata per dimostrare la destinazione caritatevole dei beni. Alcuni nominativi sono stati utilizzati più volte per queste falsificazioni: ci sono casi ricorrenti relativi sempre alle stesse famiglie indigenti le cui firme per la liberatoria risultano contraffate in almeno dieci differenti occasioni. La reazione sdegnata di don Luigi Tamburro, il diacono incardinato nella Diocesi di Caserta che è presidente regionale del Banco Alimentare, non si è fatta attendere: «È una cosa disgustosa – afferma – che questa gentarella getti fango sulle persone perbene. Ancora più perbene perché lavorano nel no profit donando il loro tempo. È vergognoso speculare sulla povertà». Il Banco Alimentare sta collaborando con la Guardia di Finanza per fare emergere la piena verità dei fatti. «È una vicenda davvero triste – afferma don Tamburro – che colpisce tra l’altro l’immagine dell’ente di cui curiamo in ogni modo l’affidabilità presso la pubblica opinione. Per il nostro lavoro ci affidiamo al senso di responsabilità degli enti nostri convenzionati e quanto è successo è deprecabile e ferisce nel cuore tutti coloro che in questo impegno di buona volontà indirizzato ai disagi degli altri, non solo materiali, donano il loro tempo e le loro energie». I due enti di Maddaloni su cui la Guardia di Finanza sta svolgendo l’attività investigativa non sono più convenzionati con il Banco già dall’epoca dei fatti che sono sotto inchiesta. «Oggi – afferma don Tamburro – è più difficile ottenere la convenzione con noi: in primo luogo perché per ragioni contingenti sono diminuiti i volumi della raccolta e poi perché preferiamo collaborare con gli organismi della Chiesa Cattolica centri caritativi permanenti ove esistono quindi mense, centri d’accoglienza e infrastrutture di destinazione simile oltre che con gli organismi della Chiesa Cattolica». Una scelta che, di fatto, si traduce in un giro di vite anche in funzione della sicurezza. Sul versante delle indagini, le Fiamme Gialle vogliono ora verificare quale sia stata la reale destinazione delle ingenti quantità di alimenti sparite nel nulla.

Commento di Wildgreta;

Non avevo fatto in tempo a postare l’articolo precedente sulla ragazza madre lasciata sola dalle istituzioni e con pochi alimenti nei pacchi alimentari, che ho trovato questo articolo. Ovviamente i due casi non c’entrano nulla l’uno con l’altro, ma fa riflettere.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: